Sala stampa

Svelato il terzo “Evento Straordinario” previsto nell’ambito della 76? Stagione “Formidable” della Camerata.

In scena al Teatro Showville, nel giorno della Festa della Donna, Flo(Floriana Cangiano),  una delle artiste più eclettiche e versatili della recente scena musicale europea, il cui repertorio è un mix coinvolgente di prosa e improvvisazioni strumentali attraverso la lente della femminilità, ora dolce e melodiosa, ora selvaggia e ritmica.

Un’artista che si dice influenzata e ispirata da artisti di diversa provenienza come Billie Holiday, Elis Regina, Violeta Parra, Amalia Rodriguez, Cesaria Evora, Rosa Balistreri, ma anche Cesare Pavese, Pablo Neruda, Frida Kahlo e Pina Bausch .

Tra le sue collaborazioni la più significativa è senz’altro quella al fianco del compositore e musicista Daniele Sepe, che le affida il ruolo di voce solista nei Rote Jazz Fraktion e con il quale incide nel 2012 “Canzoniere Illustrato” e nel 2013 “In Vino Veritas”. Ha avuto al fianco anche celebri jazzisti, come Stefano Bollani e Paolo Fresu.

Con all’attivo già due produzioni, “D’amore e di altre cose irreversibili” e “Il mese del Rosario”, Flo  ha fatto incetta di riconoscimenti conquistando il favore di critica e pubblico.

L’8 marzo sul palco del Teatro Showville si esibirà con il chitarrista Marcello Giannini, il violoncellista Marco di Palo e il percussionista Michele Maione.

Una serata in cui lasciarsi coinvolgere dalle emozioni che la musica fa scaturire, accompagnati da un’artista vera per festeggiare tutte le nostre donne.

Per i Soci della Camerata sono previsti sconti particolari. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso i nostri uffici, in via Sparano 141, infotel 080/5211908  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Tutto pronto per la grande inaugurazione della 76? Stagione “Formidable” della Camerata Musicale Barese. 

Questa sera, alle ore 20.30, il sipario si alzerà ufficialmente con un Concerto

 - da ricordare - del duo composto dai Maestri Salvatore Accardo e Bruno Canino, violino e pianoforte, noti a livello mondiale che eseguiranno un programma comprendente le Sonate di Schubert (op. 137 n.3) Schumann (op. 105 n. 1) e brani di Kreisler e Pablo de Sarasate.

Accardo ha all’attivo un vastissimo repertorio che spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Si esibisce regolarmente con le più grandi orchestre del mondo, affiancando l’attività di solista alla direzione d’orchestra. Nel corso della sua carriera ha collezionato numerosi riconoscimenti, tra i quali il Premio Abbiati conferito dal mondo della critica musicale. Anche Bruno Canino ha suonato con le principali orchestre internazionali come la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philharmoniker, New York Philharmonia, Philadelphia Orchestra, Orchestre National de France, collaborando con illustri strumentisti e dedicandosi in particolare alla musica contemporanea.

Due musicisti di primo piano, dunque, per un grande evento di inaugurazione.

Eccezionalmente gli uffici della Camerata saranno aperti domenica mattina dalle ore 10 alle 13 per venire incontro alle numerose richieste del   pubblico.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della   Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/521190 e   sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Dopo lo strepitoso successo  dell’anteprima con l’Orchestra Sinfonica di Budapest, sarà Salvatore Accardo ad inaugurare la 76ª Stagione “Formidable”  della Camerata, domenica 22 ottobre  alle ore 20.30 al Teatro Petruzzelli.

Il Maestro Accardo, per l’occasione, ha voluto riformare lo storico Duo con  il Pianista Bruno Canino.

In programma la Sonatina in sol minore op. 137 n. 3 DK 408 di F. Schubert, la Sonata in la minore op. 105 n. 1 di R. Schumann, LiebesfreudLiebesleidSchon RosmarinRondino su un tema di Beethoven -Tambourin Chinois di F. Kreisler e Zingaresca op. 20 di P. de Sarasate.

Salvatore Accardoesordisce all'età di 13 anni eseguendo in pubblico I Capricci di Paganini. A 15 anni vince il primo premio al Concorso di Ginevra e, due anni dopo, nel 1958 è primo vincitore assoluto del Concorso Paganini di Genova. Il suo vastissimo repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Suona regolarmente con le maggiori Orchestre e i più importanti Direttori, affiancando all'attività di Solista quella di Direttore d'Orchestra. In questa veste ha lavorato con le più importanti orchestre europee ed americane. In quanto Direttore ha inoltre effettuato delle incisioni con la Philharmonia di Londra. La passione per la musica da camera e l'interesse per i giovani lo hanno portato alla creazione del Quartetto Accardo nel 1992. Nel corso della sua prestigiosa carriera Salvatore Accardo ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Premio Abbiati della critica italiana per le sue eccezionali interpretazioni. Nel 1982 il Presidente della Repubblica Pertini lo ha nominato Cavaliere di Gran Croce, la più alta onorificenza della Repubblica Italiana. Nel corso del 1999 Accardo ha realizzato, in collaborazione con EMI Classics e l'Orchestra da Camera Italiana, la registrazione dell'integrale dei Concerti per violino e orchestra di Paganini; per FONE' il Concerto per la Costituzione e nel 2003 l'Integrale delle opere per violino di Astor Piazzolla.

Bruno Canino, nato a Napoli, ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano, dove ha poi insegnato per 24 anni pianoforte principale. Come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e Festival del mondo. Collabora con illustri strumentisti come Salvatore Accardo, Pierre Amoyal, Itzahk Perlman, Uto Ughi. Dal 1999 al 2001 è stato direttore della Sezione Musica della Biennale diVenezia.Si è dedicato in modo particolare alla musica contemporanea. Ha suonato sotto la direzione di Abbado, Muti, Chailly, Sawallisch, Berio, Boulez con orchestre prestigiose come la Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philharmoniker, New York Philharmonia, Philadelphia Orchestra, Orchestre National deFrance. Numerose le sue registrazioni discografiche: fra le più recenti le Variazioni Goldberg di Bach, l'integrale pianistica di Casella (Stradivarius) ed ha iniziato quella di Debussy, di cui sono usciti i primi due CD (Stradivarius).

Eccezionalmente gli uffici della Camerata saranno aperti domenica mattina dalle ore 10 alle 13 per venire incontro alle numerose richieste del  pubblico.

Per informazioni e prenotazioni di abbonamenti, rivolgersi  presso gli uffici della  Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 info tel 080/521190 e  sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Anteprima della 76ª Stagione “Formidable“  della Camerata Musicale Barese  domani 18 ottobre con l'Orchestra Sinfonica di Budapest diretta dal Maestro Andrea Vitello.

Appuntamento alle 21 al Teatro Petruzzelli.

L'Orchestra eseguirà il celebre Triplo concerto in do magg. per violino, violoncello e pianoforte di Ludwig van Beethoven con tre giovani solisti:  Laura Bortolotto, Amedeo Cicchese e Francesca Leonardi, tre eccellenze del panorama musicale concertistico italiano.

L’Orchestra è stata fondata nel 1945, addirittura dalle Ferrovie dello Stato Ungherese, una delle più grandi aziende in Ungheria. Composta da novanta musicisti professionisti, è attualmente tra le migliori formazioni orchestrali ungheresi. Negli ultimi decenni ha sviluppato un ampio repertorio che spazia dal Barocco ai compositori contemporanei.

Andrea Vitello, compositore e direttore d’orchestra, è attualmente il Direttore Musicale dell’Orchestra Nazionale Artes e Direttore Principale dell’ensemble BIOS. Già Direttore Ospite Principale della Korea Soloists Orchestra di Seul, Andrea Vitello collabora con enti quali l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Sinfonica di Budapest MAV, il Divertimento Ensemble, l'Orchestra da Camera Fiorentina, l'Ensemble L’Arsenale, l'Orchestra del Festival di Bellagio e del Lago di Como, gli International Chamber Players, l'Ensemble del Dipartimento di Musica Contemporanea della Scuola di Musica di Fiesole etc.

Sensibile interprete del repertorio contemporaneo, è particolarmente attivo nella ricerca e nella promozione delle opere di giovani compositori così come di autori meno noti del passato.

Laura Bortolotto, classe 1995, è tra le migliori promesse della nuova generazione violinistica italiana. Diplomata in violino a 14 anni al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito.

Amedeo Cicchese, nato nel’88, si diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Michele Chiapperino, per poi continuare i suoi studi con Antonio Meneses presso la Hoschule der Kunste di Berna. E’ Vincitore di più di 30 concorsi nazionali e internazionali oltre che menzioni speciali, tra cui i prestigiosi Premio "V.Gui" di Firenze e Premio Trio di Trieste.

Francesca Leonardi è una pianista assolutamente fantastica; unisce ad una musicalità pura ed affascinante una tecnica irreprensibile”, così scrive di lei il famoso violinista Salvatore Accardo.

È la prima pianista donna italiana a registrare per la prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon.       

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della  Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/521190 e  sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


L’ultimo concerto della rassegna “Dedicato a..” con il Duo Pianistico Maurizio Matarrese e Carla Aventaggiato, che a maggio era stato rinviato per causa di forza maggiore,  si terrà domani 12 ottobre alle ore 20.45 all’Auditorium Vallisa.

Il concerto  celebra  il genio di Ludwig Van Beethoven, attraverso l’esecuzione delle sue celebri Nove Sinfonie, nella trascrizione per pianoforte a quattro mani di Hugo Ulrich. Scritte in un arco di tempo di circa 24 anni, dal 1800, anno della composizione della Prima, sino al maggio del 1824, esse rappresentano un punto di svolta per quanto riguarda questa forma musicale, dal quale i compositori successivi non hanno più potuto prescindere, considerandole un riferimento assoluto e, in qualche modo, “scomodo” data la monumentalità dell’opera e la perfezione dei passaggi.

Il programma della serata prevede la Sinfonia n.9 in re min. op. 125 (1824).

Il Duo Carla Aventaggiato e Maurizio Matarrese ha studiato sia in duo che da solista con M. Afrouz, Ciccolini, Somma e Thiollier. Entrambi sono docenti di pianoforte principale presso il Conservatorio ”N. Piccinni” di Bari e svolgono attività concertistica dedicandosi in particolare a pagine musicali da lungo tempo dimenticate. La ricerca di composizioni per duo pianistico ha permesso la scoperta di una copiosa letteratura, in parte sconosciuta, permettendo loro di offrire nelle sale da concerto opere come i Concerti Brandeburghesi di Bach-Reger, l’Albero di Natale di Franz Liszt, il Concerto per pianoforte e orchestra di Carl Czenry oltre a pagine di Dvorak, Debussy, Satie, Ravel, Brahms, Schubert, Mendelssohn.

Costo del biglietto d’ingresso 12  euro, ingresso giovani fino a 25 anni 5 euro.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 


Quarto ed ultimo appuntamento della rassegna della Camerata Musicale Barese “Dedicato A….Musica Giovani” martedì 10 ottobre alla  Vallisa con  un concerto di Rosa Angela Alberga (soprano), Domenico Pellicola (tenore) ed  Eufemia Manfredi  (pianoforte).

Rosa Angela Alberga, avviata allo studio del pianoforte da Domenica Minerva, consegue dopo pochi mesi il terzo premio al Concorso Nazionale “Euterpe” di Corato e viene ammessa al Conservatorio “Niccolò N. Piccinni” di Bari, dove frequenta la classe di Pianoforte della Prof.ssa Patrizia Garganese. Fondamentale per la sua formazione la partecipazione al coro di voci bianche, diretto dalla Prof.ssa Emanuela Aymone. Nel 2010 viene ammessa presso il Conservatorio “N. Piccinni” al corso di Canto, che frequenta nella classe del M° Giacomo Colafelice diplomandosi con lode. Nel 2017 ha vinto un’audizione a ruolo nell’ambito del Traetta Opera Festival per la produzione di Le serve rivali di Tommaso Traetta, in cui ha interpretato il ruolo di Giacinta.

Domenico Pellicola, nato nel 1996, inizia lo studio del canto presso il Conservatorio “Niccolò N. Piccinni” di Bari sotto la guida del maestro Domenico Colaianni.  Svolge regolarmente attività concertistica. Nel 2017 debutta nel ruolo di Rinuccio in Gianni Schicchidi Giacomo Puccini sotto la direzione di Domenico Longo al Teatro Orfeo di Taranto e in quello di Dalmonte in Un giorno di regno di Giuseppe Verdi sotto la direzione di Sesto Quatrini per il Festival della Valle D’Itria.

Ha frequentato una masterclass con il pianista Vincent Scalera e attualmente frequenta, accanto al Conservatorio “N. Piccinni”, l’Accademia “Rodolfo Celletti" di Martina Franca.

Eufemia Manfredi si è diplomata neI 2015 presso il Conservatorio di Musica “Niccolò N. Piccinni” di Bari sotto la guida del M° Gregorio Goffredo, con il quale frequenta ora presso lo stesso Conservatorio il II anno del Biennio Accademico di II livello. Ha frequentato masterclasses di pianoforte con docenti quali Michele Marvulli, Emanuele Arciuli, Gregorio Goffredo, Vincent Scalera, spaziando anche nel jazz con i Maestri Antonio Ciacca, Simone Graziano nei corsi di Siena Jazz.Ha partecipato con ottimi risultati a vari concorsi nazionali e ha tenuto concerti in formazione cameristica per varie associazioni del territorio. Insegna pianoforte, teoria e solfeggio musicale presso la scuola di musica Centro Studi “Don Luigi Sanseverino Gramegna" di Gravina in Puglia.

Inizio ore 20.45

Costo del biglietto d’ingresso 12  euro, ingresso giovani fino a 26 anni 5 euro.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 


Anteprima   ”Formidable”  della  76ª Stagione della Camerata Musicale Barese  con l'Orchestra Sinfonica di Budapest diretta dal Maestro Andrea Vitello il 18 ottobre al Teatro Petruzzelli.

L'Orchestra eseguirà il celebre Triplo concerto in do magg. per violino, violoncello e pianoforte di Ludwig van Beethoven con tre giovani solisti:   Laura Bortolotto (violino),  Amedeo Cicchese (violoncello)  e Francesca Leonardi (pianoforte),  tre eccellenze del panorama musicale concertistico italiano.

La MAV Symphony Orchestra è stata fondata nel 1945 dalle Ferrovie dello Stato Ungherese, una delle più grandi aziende in Ungheria. Composta da novanta musicisti professionisti, la MAV è attualmente tra le migliori formazioni orchestrali ungheresi. Negli ultimi decenni ha sviluppato un ampio repertorio che spazia dal Barocco ai compositori contemporanei. L’orchestra suona nelle sale da concerto più importanti d’Ungheria come: la Liszt Music Academy e il Palazzo delle Arti, dove, oltre ai concerti sinfonici, esegue regolarmente concerti di musica da camera. Nel 1988 si è esibita per Papa Giovanni Paolo II nella sua residenza estiva di Castelgandolfo. Dal 2010 direttore artistico e musicale dell’Orchestra è Gábor Takács-Nagy.

L’Orchestra sarà diretta da  Andrea Vitello, compositore e direttore d’orchestra, attualmente è Direttore Musicale dell’Orchestra Nazionale Artes e Direttore Principale dell’ensemble BIOS. Già Direttore Ospite Principale della Korea Soloists Orchestra di Seul, Andrea Vitello collabora con enti quali l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Sinfonica di Budapest MAV, il Divertimento Ensemble, ed altre. Sensibile interprete del repertorio contemporaneo, è particolarmente attivo nella ricerca e nella promozione delle opere di giovani compositori così come di autori meno noti del passato.

Tra i giovani solisti Laura Bortolotto, classe 1995, è tra le migliori promesse della nuova generazione violinistica italiana. Diplomata in violino a 14 anni al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste con il massimo dei voti, la lode e la menzione speciale di merito.

Amedeo Cicchese, nato nel’88, si diploma a 17 anni con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Michele Chiapperino, per poi continuare i suoi studi con Antonio Meneses presso la Hoschule der Kunste di Berna, con Rocco Filippini e Giovanni Sollima presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e con Enrico Dindo presso la Pavia Cello Academy.

E’ Vincitore di più di 30 concorsi nazionali e internazionali oltre che menzioni speciali, tra cui i prestigiosi Premio "V.Gui" di Firenze e Premio Trio di Trieste.

Francesca Leonardi “è una pianista assolutamente fantastica; unisce ad una musicalità pura ed affascinante una tecnica irreprensibile”, così scrive di lei il famoso violinista Salvatore Accardo.

È la prima pianista donna italiana a registrare per la prestigiosa etichetta Deutsche Grammophon.       

Nata a Milano nel 1984, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di 3 anni sotto la guida di Graziella Bianchi per poi proseguire con Paolo Bordoni presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove si è diplomata in pianoforte con 10 e lode e menzione d’onore e musica vocale da camera, sempre con il massimo dei voti e la lode.

Per la novità dell’Anteprima, la Camerata Musicale Barese riserva 50 posti a prezzi promozionali  per  gli under 30.

E’ una iniziativache ha la finalità di diffondere, tra i giovani, l’amore e la pratica della musica classica, oltre a garantire la possibilità di accedere al  concerto con forti sconti.

Per informazioni e prenotazioni di abbonamenti, rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/521190 e  sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Terzo appuntamento della rassegna della Camerata Musicale Barese “Dedicato A….Musica Giovani” venerdì 6 ottobre alla  Vallisa con  un concerto di Vincenzo De Leo e Niccolò Fino (percussioni), Asia Tiberia Ventura (violino)  e Carlo Angione (pianoforte).

Inizio ore 20.45

L’obiettivo  della rassegna è quello di presentare al pubblico esecutori all’inizio della propria attività musicale,   che desiderano verificare e sviluppare le proprie doti artistiche.

In   collaborazione con il locale Conservatorio di Musica N. Piccinni, gli studenti hanno presentato varie proposte e tra le numerose, molte delle quali veramente valide, ne sono state scelte quattro tutte differenti.

In programma musiche di Johann Sebastian Bach, Leigh Howard Stevens, Claude Debussy, Peter Klatzow, Gerard Leiconte, Nebojsa Jovan Zivkovic, Alfred Schnittke e Ludwig Van Beethoven.

Costo del biglietto d’ingresso 12  euro, ingresso giovani fino a 26 anni 5 euro.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 


Secondo appuntamento con il Duoformato da Lidia Valerio (clarinetto)e Modesto Picci (pianoforte) alla Vallisa  per la rassegna “Dedicato a…Musica Giovani” mercoledì 4 ottobre alle ore 20.45.

Lidia Valerio ha intrapreso giovanissima gli studi musicali, diplomandosi e successivamente conseguendo il Diploma Accademico di II livello in Clarinetto con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio "Niccolò N. Piccinni" di Bari sotto la guida del Maestro Antonio di Maso. Ha approfondito i suoi studi con i maestri Calogero Palermo, Piero Vincenti, Gabriele Mirabassi e Corrado Giuffredi. Svolge attività concertistica come componente di varie formazioni cameristiche.

Modesto Picci ha iniziato lo  studio del pianoforte all’età di dieci anni con il M° Andrea Musio e attualmente frequenta il Triennio Accademico di I livello presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari sotto la guida del M° Pasquale Iannone.

In programma musiche di Norbert Burgmuller, Ella Adaiewky, Igor Stravinskij, Sergej Rachmaninov e Johannes Brahms.

Costo del biglietto d’ingresso 12  euro, ingresso giovani fino a 26 anni 5 euro.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 


La rassegna della Camerata Musicale Barese  “Dedicato A..Musica Giovani” propone per mercoledì 4 ottobre  all’Auditorium Vallisa un concerto del Duo formato da Lidia Valerio (clarinetto) e Modesto Picci (pianoforte).

Inizio ore 20.45

Lidia Valerio ha intrapreso giovanissima gli studi musicali, diplomandosi e successivamente conseguendo il Diploma Accademico di II livello in Clarinetto con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio "Niccolò N. Piccinni" di Bari sotto la guida del Maestro Antonio di Maso. Ha approfondito i suoi studi con i maestri Calogero Palermo, Piero Vincenti, Gabriele Mirabassi e Corrado Giuffredi. Svolge attività concertistica come componente di varie formazioni cameristiche. Per il Conservatorio “N. Piccinni”, nel 2016 ha vinto, con la formazione orchestrale Junior Band, il primo premio assoluto al concorso Zlota Lyra tenuto a Rybnik (Polonia).

Modesto Picci ha iniziato lo  studio del pianoforte all’età di dieci anni con il M° Andrea Musio e attualmente frequenta il Triennio Accademico di I livello presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari sotto la guida del M° Pasquale Iannone.

Ha partecipato a masterclasses tenute dai maestri Jin Ju, Roberto De Leonardis e Marsida Koni e ha frequentato per due anni i Corsi di perfezionamento dell'Accademia Musicale Pescarese. Ha vinto vari concorsi nazionali ed internazionali.

In programma musiche di Norbert Burgmuller, Ella Adaiewky, Igor Stravinskij, Sergej Rachmaninov e Johannes Brahms.

Costo del biglietto d’ingresso 12  euro, ingresso giovani fino a 26 anni 5 euro.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908