Comunicati

SarannoStefan Milenkovich (violino) e Rohan De Silva (pianoforte) i prossimi ospiti della 77ª Stagione “Dreamy” della Camerata Musicale Barese.

Appuntamento martedì 20 novembre alle ore 20.45 al Teatro Showville.

ll recital di Milenkovich e De Silva proporrà  l’ascolto delle tre sonate per violino e pianoforte di Brahms. Scritte fra il 1878 e il 1888, le sonate appartengono alla piena maturità artistica del compositore tedesco.

Stefan Milenkovich, nato a Belgrado, ha iniziato lo studio del violino all’età di tre anni, dimostrando subito un raro talento che lo porta alla sua prima apparizione con orchestra, come solista, all’età di sei anni. Incomincia dunque presto una carriera che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo.  Ha suonato per la Camerata all’età di 8 anni accompagnato al pianoforte dalla sua mamma ed è stato invitato, all’età di 10 anni, a suonare per il presidente Ronald Reagan in un concerto natalizio a Washington, per il presidente Mikhail Gorbaciov quando aveva 11 anni e per Papa Giovanni Paolo II all’età di 14 anni. Ha festeggiato il suo millesimo concerto all’età di sedici anni a Monterrey in Messico. Ha partecipato a diversi concorsi internazionali, risultando vincitore di molti premi fra cui il “Queen Elizabeth” di Bruxelles, lo “Yehudi Menuhin” in Gran Bretagna, il “Paganini” di Genova. Riconosciuto a livello internazionale per le sue eccezionali doti artistiche, ha suonato come solista con le più famose orchestre fra cui l’Orchestra Sinfonica di Berlino, l’Orchestra di Stato di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Bolshoj, la Chicago Symphony Orchestra, collaborando con direttori del calibro di Lorin Maazel, Daniel Oren, Lu Jia, Lior Shambadal, Vladimir Fedoseyev, Sir Neville Marriner. La sua discografia include tra l’altro le Sonate e le Partite di Bach e l’integrale per la Dynamic (2003) delle composizioni per violino solo di Paganini. Ha inoltre partecipato a numerosi concerti patrocinati dall’UNESCO a Parigi, esibendosi al fianco di Placido Domingo, Lorin Maazel, Alexis Weissenberg e Sir Yehudi Menuhin. Dedito anche all’insegnamento, nel 2002 è stato assistente di Itzhak Perlman alla Juilliard School di New York.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.cameratamusicalebarese.it e/o presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908  o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.


Secondo Evento Straordinario della Stagione “Dreamy” della Camerata Musicale Barese lunedì 15 aprile al Teatro Petruzzelli: Giovanni Allevi accompagnato dagli Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana.

L'artista si esibirà nella triplice veste di compositore, pianista e direttore d’orchestra. 

Jeans, T-shirt, scarpe da ginnastica. È così che Giovanni Allevi va incontro al suo pubblico nei teatri più prestigiosi del mondo, dalla Carnegie Hall di New York all’Auditorium della Città Proibita di Pechino. 

Compositore, direttore d’orchestra e pianista, ha stregato con le sue note milioni di giovani, che affascinati dal suo esempio, si avvicinano alla musica colta e all'arte creativa della composizione.

Da vero innovatore, il suo intento estetico è quello di gettare le basi di una nuova Musica Classica Contemporanea, dove le forme complesse della classicità inglobano contenuti appartenenti alla vita attorno a noi, adesso.

Nonostante i suoi diplomi in Pianoforte e Composizione col massimo dei voti e la sua laurea con Lode in Filosofia, presenta una personalità candida anche se a tratti emerge tutta la sua statura accademica.

Timidissimo e schivo sembra perfettamente a suo agio davanti alle folle di fans, con i quali riesce a stabilire un dialogo profondo ed emozionale, sia alla guida di un’orchestra sinfonica che davanti al suo amato pianoforte.

Il pubblico, trasversale, di tutte le età e nazionalità lo segue con instancabile entusiasmo nelle sue numerose tournée, trasformando i teatri in arene degne di una rockstar.

Personaggio amato e controverso, ha riportato la Musica al centro delle discussioni accademiche, anche con dibattiti dai toni accesi, ma nei suoi confronti non mancano attestazioni di stima da parte di eccellenze del mondo culturale e scientifico, come il cantante lirico Andrea Bocelli, l’étoile Roberto Bolle, l’architetto Renzo Piano, il Premio Nobel Michael Gorbaciov e lo scrittore John Grisham.

Tra le sue composizioni più amate, oltre alle numerose raccolte per Pianoforte solo, si annoverano:

laSuite orchestrale Angelo ribelle, il Concerto in Fa minore per Violino e Orchestra, la Toccata, Canzone e Fuga per Organo a Canne, la cantata sacra Sotto lo stesso cielo per 4 voci liriche, coro polifonico e orchestra e O generosa!, madrigale per coro e orchestra divenuto l’Inno italiano della Lega Serie A di calcio.

Runner “per ossessione”, come lui stesso afferma, dedica almeno un’ora al giorno alla corsa, attività necessaria a mantenere l’equilibrio psico-fisico indispensabile per affrontare i numerosi concerti in giro per il mondo.

Recentemente l’Agenzia Spaziale americana NASA gli ha intitolato un asteroide: giovanniallevi111561.

L'Orchestra Sinfonica Italianatrova l’impulso dalla fusione delle esperienze classiche e liriche di alcuni tra i migliori professori d’orchestra italiani provenienti da importanti teatri nazionali. L’Orchestra Sinfonica Italiana dimostra una straordinaria versatilità e conoscenza dei linguaggi sia del repertorio classico che di quello contemporaneo, e sotto la guida del Maestro Giovanni Allevi - dal 2009 ad oggi - ha realizzato numerose tournées, portando in scena composizioni originali in prima esecuzione mondiale.

Per il Concerto di Giovanni Allevi la Camerata, in accordo con l’Assessorato alle Culture del Comune di Bari, destina 40 ingressi a costo promozionale di € 15,00 a favore degli Under 26.

Il prossimo appuntamento della Stagione Concertistica della Camerata è invece fissato martedì 20 novembre al Teatro Showville con il Violinista Stefan Milenkovich accompagnato al piano da Rohan De Silva. In programma le Sonate per Violino e Pianoforte di Johannes Brahms.

Biglietti disponibili presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141, Box Office della Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli oltre che sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 


Martedì  20 novembre   torna a Bari  ospite  della 77ª Stagione “Dreamy”  della Camerata Musicale Barese  l’ex enfant prodige del violino Stefan Milenkovich.

L’artista, che ha infiammato il pubblico barese nelle passate Stagioni, si esibirà al Teatro Showville alle ore 20.45

Stefan Milenkovich ha iniziato lo studio del violino all’età di tre anni, dimostrando subito un raro talento. Ha iniziato a suonare con orchestra all’età di 5 anni e a 16 anni aveva già tenuto mille concerti. A sette anni ha conquistato il suo primo premio alla Jaroslav Kozian International Violin Competition. L’anno successivo ha tenuto il suo primo concerto a Belgrado, cui hanno fatto seguito esibizioni in tutto il mondo tra le quali ben due per la “Camerata” accompagnato al pianoforte dalla mamma, e a dieci anni ha effettuato la sua prima incisione.

Ha suonato come solista con importanti orchestre quali l’Orchestra Sinfonica di Berlino, l’Orchestra di Stato di San Pietroburgo, l’Orchestra del Teatro Bolshoj, l’Orchestra di Radio-France, la New York Chamber Symphony Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, collaborando con direttori del calibro di Lorin Maazel e Daniel Oren.

Milenkovich ha vinto numerosi concorsi internazionali, tra i quali il Concorso di Indianapolis, il “Tibor Varga” in Svizzera, il “Queen Elizabeth” di Bruxelles, il  “Paganini” di Genova, “Lipizer” di Gorizia e “Ludwig Spohr” e Hannover in Germania.

Milenkovich sarà accompagnato al pianoforte da Rohan De Silva, che collabora con i più grandi artisti del concertismo internazionale

In programma “Le Sonate per Violino e Pianoforte” di Johannes Brahms.

In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, la Camerata Musicale Barese in occasione dell'evento, offre alla città un numero limitato di 40 ingressi a costo ridotto:  poltrona da 33 euro a 20 euro e in poltroncina da 27.50 euro a 15 euro.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.cameratamusicalebarese.it e/o presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.

Continuano intanto, presso gli uffici della Camerata, le prenotazioni  per i due Eventi  Straordinari   di Mario Biondi (26 novembre) e Giovanni Allevi (15 aprile 2019).

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908  o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.


Giovedì 15 novembre, al Teatro Showville,  si apre “Notti di Stelle Winter”, l’edizione invernale  del festival jazz della Camerata Musicale Barese.

Ad esibirsi sul palco, il quintetto capitanato da Cinzia Tedesco che presenterà “Verdi’s mood”, il suo nuovo lavoro su alcune delle più celebri arie verdiane che ha suscitato grande interesse e altrettanti consensi.

La  cantante sarà accompagnata da Stefano Sabatini al pianoforte, Rossella Zampiron al violoncello, Luca Pirozzi al contrabbasso e Pietro Iodice alla batteria.

Verdi’s mood è un progetto di puro jazz, ideato dalla vocalist considerata un vero talento del jazz italiano, dedicato a Giuseppe Verdi, ma al contempo è un omaggio reale, profondamente popolare, al Verdi più autentico e mai realizzato sino ad oggi in questa chiave da una cantante.

E la voce come parte dell’arrangiamento risulta la chiave di volta di tutto il lavoro, la caratteristica principale della sua originalità.

E’ un abito sartoriale di cui l’artista cura personalmente dettagli, sfumature e suoni, creando un “mood” nuovo, emozionante e che racchiude gli elementi più importanti del suo bagaglio musicale e delle esperienze di palco.

La grandezza dell’originale melodia verdiana vive e risuona all’interno di armonie jazz.

Un progetto muiscale  originale ed unico nel suo genere in Europa, di grande valenza artistica e culturale, tanto da meritare il patrocino del MiBACT.

Per il ciclo dei concerti  “Notti di Stelle Winter”  sono ancora disponibili abbonamenti al costo di €200 per la poltrona ed €150 per la poltroncina.

Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.it     


Visto l’incredibile successo  riscosso negli anni passati, la Camerata Musicale Barese ha inteso rinnovare la formula “A  Teatro con Mamma e Papà”, destinata a favorire l’amore per la musica  tra i giovani.

Si tratta di un progetto con un prezzo speciale di appena 12 euro per ogni ragazzo fino a 15 anni di età accompagnato da un genitore (€ 24  giovani con entrambi i genitori) .

Gli appuntamenti dedicati alla Promozione per ora sono i seguenti:

 

20 novembre -  Violinista Stefan Milenkovich Pianista Rohan De Silva

30 novembre -  Pianista Boris Petrushansky

4  dicembre  -  Quartetto Stratos  

11 dicembre  -  Stefania Rocca in “Esercizi  di Stile”

13 dicembre  -  Classical Russian ballet in “Giselle”

23 dicembre  -  “Concerto di Natale” Gospel Eric Waddel

2 gennaio      -  “Concerto di Capodanno” Orchestra di Odessa

19 febbraio   -  Pianista Ivan Krpan

7 marzo         -  Musical “Kiss me Kate”

12 marzo       -  Ukrainian Chamber Orchestra

6 aprile          -  Balletto di Roma in “Romeo e Giulietta”

 

Inoltre per posti di primo ordine  la Camerata offre la possibilità di accedere con un ingresso cortesia da € 1.00, se il ragazzo è accompagnato da un adulto che paga un biglietto a prezzo intero.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908.


Apertura della rassegna “Notti di Stelle Winter” giovedì 15 novembre al Teatro Showville con il Quintetto Jazz di Cinzia Tedesco.

Inizio del concerto ore 20.45.

Cinzia Tedesco presenterà un concerto dedicato a Giuseppe Verdi, Verdi’sMood,  un progetto ‘pure jazz’, ma al contempo un omaggio reale al Verdi più autentico e mai realizzato sino ad oggi in questa chiave da una vocalist. È un abito sartoriale di cui la Tedesco cura personalmente dettagli, sfumature e suoni, creando un mood nuovo, emozionante   che racchiude gli elementi più importanti del suo bagaglio musicale e delle esperienze di palco,  in cui la grandezza dell’originale melodia verdiana vive e risuona all’interno di armonie Jazz. L’unicità del progetto risiede negli arrangiamenti del maestro Stefano Sabatini al pianoforte, nel modo raffinato in cui Cinzia Tedesco canta Verdi riuscendo magicamente a conferirgli un inedito e sorprendente jazzymood. Sul palco coinvolge il groove creato dal grande batterista Pietro Iodice, il talento di Luca Pirozzi al contrabasso e la dolcezza del violoncello di Rossella Zampiron. Tra i brani in scaletta, arie Verdiane note in tutto il mondo tra cui “La donna è mobile” (dal Rigoletto), “Mercé dilette amiche” (dai Vespri Siciliani), “Addio del passato” (da La Traviata), “Tacea la notte” (da Il Trovatore), sino al “Va, Pensiero” (dal Nabucco). Un progetto musicale originale e unico nel suo genere, ottimamente recensito dalle maggiori riviste di Jazz e di Musica Classica, e di grande valenza artistica e culturale, tanto da meritare il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Il CD è tra i 100 CD internazionali selezionati dal Jazz IT AWARDS. Verdi’s Mood è pronto a emozionare e nasce per far parlare di  sé.

Cinzia Tedesco è un talento naturale, una donna grintosa e con una presenza scenica affascinante e travolgente. Pugliese di  nascita sin da bambina ascolta e ama blues e soul americani così come i grandi della musica italiana, attingendo dalla varietà degli stili gli stimoli che sviluppano in lei una naturale consapevolezza nell’utilizzo dello strumento vocale. Una voce che incanta, una donna impegnata socialmente in  qualità di‘ Ambasciatrice del Centro Pace di Assisi’,  un’artista creativa, originale ed emozionante. Tutto questo è Cinzia Tedesco.

La Camerata Musicale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari,  ha varato una straordinaria promozione per il concertovalida sino a mercoledì  14 novembre, proponendo una riduzione del costo del biglietto per soli 50 posti  (poltrona da 44 euro a 25 euro e in poltroncina da 33 euro a 20).

Per il ciclo dei concerti  “Notti di Stelle Winter”  sono ancora  disponibili abbonamenti al costo di  €200 per la poltrona ed €150 per la poltroncina.

Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.it      


Giovedì 15 novembre, al Teatro Showville,  si apre “Notti di Stelle Winter”, l’edizione invernale  del festival jazz della Camerata Musicale Barese.

Ad esibirsi sul palco, il quintetto capitanato da Cinzia Tedesco che presenterà “Verdi’s mood”, il suo nuovo lavoro su alcune delle più celebri arie verdiane che ha suscitato grande interesse e altrettanti consensi. Il quintetto vede la cantante accompagnata da Stefano Sabatini al pianoforte, Rossella Zampiron al violoncello, Luca Pirozzi al contrabbasso e Pietro Iodice alla batteria.

Verdi’s moodè un progetto di puro jazz, ideato dalla vocalist considerata un vero talento del jazz italiano, dedicato a Giuseppe Verdi, ma al contempo è un omaggio reale, profondamente popolare, al Verdi più autentico e mai realizzato sino ad oggi in questa chiave da una cantante. E la voce come parte dell’arrangiamento risulta la chiave di volta di tutto il lavoro, la caratteristica principale della sua originalità. E’ un abito sartoriale di cui l’artista cura personalmente dettagli, sfumature e suoni, creando un “mood” nuovo, emozionante e che racchiude gli elementi più importanti del suo bagaglio musicale e delle esperienze di palco.

La grandezza dell’originale melodia verdiana vive e risuona all’interno di armonie jazz.

Tra i brani in scaletta, arie note in tutto il mondo tra cui “La donna è mobile” (Rigoletto) , “Mercè dilette amiche” (Vespri Siciliani), “Addio del passato” (La Traviata), Celeste Aida” (Aida), “Tacea la notte” (Il Trovatore),  sino al “Va, Pensiero” (Nabucco).

Un progetto muiscale  originale ed unico nel suo genere in Europa, di grande valenza artistica e culturale, tanto da meritare il patrocino del MiBACT.

Cinzia Tedesco è un talento naturale, una donna grintosa e con una presenza scenica affascinante e travolgente. Una voce che incanta ed una’artista  coinvolgente ed emozionante.

Pugliese di nascita e romana d’adozione, dopo esperienze anche in trasmissioni televisive RAI come vocalist passa al jazz collaborando con grandi musicisti e diventando voce della prestigiosa “Parco della Musica Jazz Orchestra” fondata da Mario e Pietro Iodice.

La Camerata Musicale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari,  ha varato una straordinaria promozione per il concerto,  valida sino a mercoledì  14 novembre, proponendo una riduzione del costo del biglietto per soli 50 posti  (poltrona da 44 euro a 25 euro e in poltroncina da 33 euro a 20).

 “Notti Winter”  continuerà con il Concerto di Natale a cura di Eric Waddel & The Abundant Life Singers, che il 23 dicembre al Petruzzelli, ci introdurrà nel periodo delle feste natalizie con un  tripudio di suoni e voci in perfetto stile Gospel e la perfetta cornice per gli auguri della Camerata a tutto il pubblico.

Il 29 gennaio, sempre al Teatro Petruzzelli,  Gino Paoli, una delle leggende della musica italiana, presenterà a Bari il suo ultimo progetto live “Paoli cantaPaoli”, in cui sarà affiancato da tre giganti del jazz italiano come Rita Marcotulli al pianoforte, Alfredo Golino alla batteria ed

Ares Tavolazzi al basso.  Paoli ripercorrerà la sua prolifica produzione a cominciare dai suoi più grandi successi come Il cieloin una stanza, La Gatta, Una lunga storia d’amore e tanto altro.

Il 5 febbraio,sarà la volta sempre sul palcoscenico del Petruzzelli, di  Fabio Concato e il Paolo Di Sabatino Trio. Il cantautore milanese si esibirà, in esclusiva per la Puglia, con i musicisti  che sono ormai degli amici, ovvero il pianista teramano il cui nome risuona nel mondo, Paolo Di Sabatino, il contrabbassista Glauco Di Sabatino e il percussionista Marco Siniscalco.

Chiusura in bellezza  il 25 febbraio con un incontro in musica ad altissimi vertici, quello tra Enrico Rava e Danilo Rea. Recentemente, Enrico Rava e Danilo Rea si sono incrociati all’aeroporto di Londra e, nell’attesa di prendere il volo per Roma, chiacchierando del più e del meno, hanno deciso di dare vita ad un nuovo sodalizio con un repertorio che tenesse conto di quelli celebri di Chet  Baker, di Miles Davis, di Joao Gilberto. 

Per il ciclo dei concerti  “Notti di Stelle Winter”  sono ancora  disponibili abbonamenti al costo di  €200 per la poltrona ed €150 per la poltroncina.

Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.it     


Sabato 10 novembre al Teatro Petruzzelli prima nazionale dello spettacolo "Pensieri all’improvviso – Poesia inMusica”diLina Sastri nell’ambito  della  77ª Stagione della Camerata Musicale Barese.

Lo spettacolo fa parte della rassegna dedicata al Teatro Musicale.

Inizio ore 21.

L’attrice partenopea sarà accompagnata da Pino Perris (pianoforte), Maurizio Pica (chitarra), Filippo D’Allio (chitarra), Luigi Sigillo (contrabbasso), Salvatore Ferraiuolo (chitarra),  arrangiamenti di Maurizio Pica.

Lo spettacolo è una riflessione poetica in controluce sull’amore, sulla vita, sull’arte ispirato al libretto omonimo “in versi” della stessa Sastri. Così presenta lo spettacolo l’attrice napoletana: “Brevi sprazzi di luce e ombre del cuore, spesso nati spontaneamente in versi, così all’improvviso… trascritti, fermati sulla carta prima che svaniscano, più qualche breve citazione da scritti poetici e letterari di donne che molto hanno amato e scritto di Napoli. La musica è la Musica dei poeti: da Dalla a De Andrè, da Tenco, a De Gregori, a Pino Daniele più qualche sorpresa. Poesia che parla di ferita d’amore e di ferita dell’anima, ma anche di gioia improvvisa, di dolore e speranza, di etica e di giustizia.  Il sottotitolo è cantata del prima e del dopo: il prima e il dopo segnano il tempo dell’anima: quando le cose si sentono, in modo diverso; con maggiore passione forse il prima, ma con profondo amore, dolore e pietà il dopo. E la musica scandisce i tempi del respiro del cuore. Ogni tanto il canto”.

Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908, Box Office della Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli e sul sito www.cameratamusicalebarese.it    


Prima nazionale sabato 10 novembre dello spettacolo di Lina Sastri  "Pensieri all’improvviso – Poesia in Musica” nell’ambito  della  77ª Stagione della Camerata Musicale Barese.

Lo spettacolo aprirà la rassegna di Teatro Musicale della “Camerata”.

Era il 1976, una ragazzina di 17 anni, timidissima e scontrosa, con tanta voglia di assoluto, e nessun adattamento al compromesso della vita, quindi con un grande disagio di vivere, vede per la prima volta il palcoscenico e sceglie di fare l’attrice, fulminata da una vocazione annunciata già da quando era piccolissima, e neanche sapeva che il teatro esistesse, ma ne respirava il rito con il profumo di incenso di chiesa…su quel palco respira la libertà, e non ci pensa un attimo a lasciare la casa, genitori, tutto, così…senza un soldo, senza una certezza, senza niente, con una forza e una sfrontatezza, che solo la giovinezza può dare, per inseguire quel sogno di libertà e di assoluto, quell’aria di vita che sentiva solo sul palcoscenico.

Ed è “MASANIELLO, di Armando Pugliese, spettacolo di strada e di innovazione, sotto una tenda da circo che la vede debuttare come una piccola mendicante che inneggia, rabbiosa, alla giustizia, rivolgendosi alla Madonna Nera del Carmine, che spesso ritornerà nel suo percorso artistico.

E poi arriva il teatro, quello con il sipario rosso di velluto, le regole della recitazione, un mondo sconosciuto e misterioso, che l’avvolge e la terrorizza, ma sempre, su quel palco, si sente veramente se stessa, come mai le riesce nella vita.

Un salto… ed è attrice!

L’incontro con Eduardo il Grande con “NATALE IN CASA CUPPIELLO” fino a “FILUMENA MARTURANO” con l’indimenticabile Luca De Filippo.

Poi arriva il cinema fino a.. “quel Mi Manda Picone”, che le cambia la vita e la fa sentire veramente in una favola, il mondo dorato del cinema, il primo DAVID DI DONATELLO, il primo nastro d’argento…con la musica di Pino Daniele che le scrive una canzone per il film.

In scena, con la Sastri i suoi eccellenti Musicisti: Maurizio Pica (chitarra), Pino Perris (pianoforte), Filippo D’Allio (chitarra), Salvatore Ferraiuolo (chitarra) e Luigi Sigillo (contrabasso).

Inizio spettacolo ore 21.

Continuano intanto le prenotazioni per l’Evento Straordinario fuori abbonamento di Mario Biondi del 26 Novembre. Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908, sul sito www.cameratamusicalebarese.it,   presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e il Box Office della Feltrinelli. 


La Camerata Musicale Barese per la sua 77ª Stagione “Dreamy” non ha inteso tralasciare nessun segmento dello spettacolo in genere, al fine di avvicinare alla musica tutto il pubblico:

toccherà alla poliedrica attrice e cantante Lina Sastri  il 10 novembre  al  Teatro Petruzzelli, aprire la rassegna di “Teatro Musicale”  con “Pensieri all’improvviso- Cantata del prima e del dopo" concerto spettacolo di e con Lina Sastri.

L’attrice partenopea sarà accompagnata da Pino Perris (pianoforte), Maurizio Pica (chitarra), Filippo D’Allio (chitarra), Luigi Sigillo (contrabbasso), Salvatore Ferraiuolo (chitarra),  arrangiamenti di Maurizio Pica.

Inizio dello spettacolo ore 21.

Lo spettacolo si compone di testi originali della grande interprete ai quali si aggiungono brevi frammenti di autrici che molto hanno amato e scritto di  Napoli. La selezione musicale scelta da Lina Sastri per questo suo nuovo lavoro raccoglie brani scelti dal repertorio di grandi musicisti-poeti contemporanei, da Lucio Dalla a Fabrizio De Andrè, da Luigi Tenco  a Francesco De Gregori fino a Pino Daniele.

Qualcuno ha detto che Lina Sastri non si può raccontare. Chi dice Lina Sastri dice, infatti, teatro, cinema, televisione, musica. Ma anche Napoli, tradizione, passione, coraggio, amore per le proprie radici. Pellicole come “Ecce bombo”, “Mi manda Picone”, “Segreti Segreti”, “L’inchiesta”, “Celluloide”, “Vite strozzate” le hanno permesso di diventare uno dei volti più amati della settima arte italiana. Sicuramente quello che più da vicino ricorda l’eterna Anna Magnani. È stato il regista Nanni Loy, infatti, ad accostare Lina Sastri all’amata Nannarella. “È un po’ come la Magnani – ha detto - sempre scontenta e autocritica, dotata di una grande sensibilità”

Il pubblico ha imparato presto ad apprezzarla: per i suoi sguardi profondi, le sopracciglia marcate, il sorriso di zucchero, la sua voce roca, oltre che per la sua gestualità e il suo temperamento. Sanguigno, partenopeo. Occhi scuri, pelle candida, capelli bruni, la Sastri, classica bellezza mediterranea, definita spesso “un’attrice sociale”, il teatro lo ha incontrato “per caso, o per amore” come ama raccontare.

Era giovanissima, poco più che adolescente, quando ha messo per la prima volta i piedi su un palcoscenico. Da allora, quel legame tanto magico quanto affascinante, tanto vero quanto vivo, quella “follia di libertà” non si è mai spezzato.

Artista a tutto tondo, ha lavorato con personalità come Eduardo de Filippo, Giuseppe Patroni Griffi, Armando Pugliese, passando dal teatro di ricerca alla commedia musicale, fino alla recente “Filumena Marturano” con Luca De Filippo e la regia di Francesco Rosi.

Informazioni e prenotazioni presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel. 080/5211908, Box Office della Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli e sul sito www.cameratamusicalebarese.it