Comunicati

Come sempre, anche per la 78ª Stagione “Armoniosa” della Camerata Musicale Barese la Danza avrà un posto di primissimo piano.

Gli appuntamenti del Cartellone del “TeatroDanza-Mediterraneo” comprendono quattro famose compagnie.

A novembre toccherà alla Compagnia RBR Dance Company inaugurare la rassegna con “Indaco, gli illusionisti della Danza” regia di Cristiano Fagioli e Gianluca Magnoni, con le musiche inedite dei Maestri Virginio Zoccatelli e Diego Todesco e le coreografie sempre di Cristiano Fagioli.

Lo spettacolo coniuga danza, tecnica e massima innovazione con il supporto di speciali effetti video, proiezioni su originali fondali, giochi di luce e soluzioni registiche altamente tecnologiche pensate per il linguaggio coreutico. I danzatori si alterneranno sul palcoscenico apparendo e scomparendo, moltiplicandosi magicamente, grazie ad uno studio accurato di luci e proiezioni che incanteranno il pubblico, il quale si ritroverà piacevolmente proiettato in un’atmosfera rarefatta dalle magiche illusioni ottiche.

La Festività del Natale avrà come protagonista il folklore, con il Balletto Accademico Statale Russo “E. Popov”, una compagnia di balletto con 90 anni di storia per uno spettacolo che cattura il cuore e l’anima attraverso le emozioni, la meraviglia e la magia dell’originale repertorio russo.Musiche dal vivo, scene e costumi fantastici, tipici dell’epoca, realizzati con minuziosa ricercatezza, riporteranno tutta l’anima di un paese con alle spalle una grande storia, capace di emozionare e coinvolgere il pubblico.

A gennaio e a conclusione delle festività invece un grande classico con il Russian Classical Ballet nello “Schiaccianoci”.

“Lo Schiaccianoci” è uno dei capolavori del balletto dell’Ottocento.  Balletto dall’atmosfera natalizia per eccellenza, è l’ultima opera di Marius Petipa, il coreografo dei Teatri Imperiali Russi a fine ‘800.  E’ un balletto dalle atmosfere oniriche tipiche della favola, con celebri passaggi del balletto come la Danza Russa, emblema della tradizione sovietica nello spettacolo sia per i costumi utilizzati che per le sonorità scelte, il Valzer dei Fiori e la Danza dei Fiocchi di Neve. La versione del Russian Classical Ballet predilige una ricostruzione fedele al balletto originale.

Un altro spettacolo di genere completamente diverso sarà “You and Mela nuovaproduzione dei leggendariMummenschanz”, che tornano a Bari dopo diversi anni.

I Mummenschanz sono artisti che hanno saputo rivoluzionare il teatro visuale, da oltrequarant’anni sui principali palcoscenici di tutto il mondo, diretti dalla sua fondatrice Floriana Frassetto. Il loro nuovo spettacolo, è formato in gran parte da nuovi sketch accanto ai numeri più celebrati della compagnia: si racconta una storia seguendo il filo sottile delle immagini, attraverso la potenza creativa del linguaggio non verbale di corpi e forme, con l’utilizzo di materiali poveri e di scarto che mossi e modellati con la loro straordinaria maestria si trasformano in una fantasmagoria proteiforme centrata sull’umano, la quale ci trascina in un insolito girotondo gioioso, divertendoci e meravigliandoci.

Le invenzioni nello spettacolo sono spesso frutto del caso, grazie alla continua osservazione del reale e alla costante attenzione verso i materiali che ci circondano. Mummenschanz prende gli oggetti della nostra vita quotidiana, animandoli e scoprendo la loro vita poetica. "Siamo della materia della quale sono fatti i sogni", per dirla con Shakespeare.

Durante i suoi 45 anni di carriera, Mummenschanz non ha mai smesso di essere l'artigiano dell'immaginazione. Con sfide sempre più originali e una costante curiosità ci propone nuove scoperte. Insolite forme, abitate da strani personaggi si aggireranno sul palcoscenico e incontreranno il pubblico.

I Mummenschanz daranno il benvenuto al pubblico barese in questo evento gioioso, interattivo, surreale ed unico.

Continuano intanto, a ritmo sostenuto, le prenotazioni per il primo Evento fuori abbonamento: “Vinicio Capossela” che si esibirà nel suo ultimo lavoro “Ballate per Uomini e Bestie” il prossimo 13 Ottobre al Teatro Petruzzelli.

Per informazioni e prenotazioni per la campagna abbonamenti e per la vendita dei biglietti dei singoli spettacoli, gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


A conclusione della Rassegna Jazz "Notti di Stelle" con l'ultimo stupefacente appuntamento che ha visto protagonisti   Stefano Bollani ed Hamilton De Holanda, in un "duo" che ha magistralmente coinvolto il pubblico intrecciando i registri sonori del pianoforte e del mandolino brasiliano, la Camerata Musicale Barese riparte con la preparazione della 78ª Stagione “Armoniosa”.

Primo appuntamento con l’Evento Straordinario “fuori abbonamento” del 13 ottobre al Teatro Petruzzelli con Vinicio Capossela che presenterà il suo ultimo lavoro “Ballate per uomini e bestie”. Capossela ha appena vinto la prestigiosa Targa Tenco 2019 proprio con “Ballate per uomini e bestie” nella categoria Disco in assoluto, che gli verrà consegnata nell'ambito della Rassegna della Canzone d'Autore (Premio Tenco 2019) in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 17 al 19 ottobre. Un importante riconoscimento che si aggiunge ai numerosi premi ricevuti dal Club Tenco. “Ballate per uomini e bestie”, scritto, composto e prodotto da Vinicio Capossela incarna riflessioni, spunti poetici e tessiture musicali che questo tempo non troppo misericordioso ha ispirato a un trovatore di oggi. Dall’incredibilmente smisurato all’infinitamente piccolo, dalla litania alla danza macabra, dai fioretti aggraziati di San Francesco alle tentazioni infuocate di Sant’Antonio, da John Keats a Oscar Wilde (e viceversa). Ballate e bestiari, medioevo e modernita?, leggerezza e abisso.

L’apertura ufficiale della Stagione tradizionale è, invece, prevista il 7 novembre con il Violinista Uto Ughi, grande Amico della Camerata e di Bari.

'Ogni giorno si cambia e non si suona mai uno stesso pezzo allo stesso modo perché la vita porta nuove esperienze, positive e negative che arricchiscono e modificano una persona, così col tempo si acquista più maturità e consapevolezza anche in un'esecuzione, ma probabilmente si perde in freschezza'', così si racconta Ughi, oramai violinista considerato tra i piu’ celebri a livello internazionale che torna a Bari per la Camerata  per esibirsi con Michail Lifits, non un semplice Pianista accompagnatore, ma artista di primo piano, vincitore, nel 2011, dell'importante Concorso pianistico 'Ferruccio Busoni'.

E poidue grandissimi attori, Giancarlo Giannini che sarà protagonista di un reading poetico, dove ai versi di Pablo Neruda o Garcia Lorca, si accompagneranno le note del Quartetto guidato da Marco Zurzolo, in un singolare connubio tra letteratura e musica ed Alessandro Preziosi, in un dramma di grandi sentimenti, di fulminee e cieche passioni, sulle note di Verdi e Rossini intrepretate dalla pianista Rebecca Woolcock, che racconterà “Otello: dalla parte di Cassio”.

Anche una grande voce, un’interprete intensa, un’artista di fama internazionale, con all’attivo un ultimo lavoro discografico prodotto da Quincy Jones, incanterà il pubblico barese. Si tratta di Noa, che, in “Letters to Bach”, riproporrà musiche del celebre compositore, su brani eseguiti in inglese ed ebraico, spaziando dalla dimensione intima ai grandi temi che toccano l’umanità intera. Altra  anticipazione riguarda lo spettacolo “Indaco”-Gli Illusionisti della Danza” della Compagnia RBR Dance Company, performance che abbina la danza contemporanea ad effetti speciali realizzati con video, giochi di luce e straordinarie proiezioni. Un’esibizione che coniuga la tecnica al movimento corporeo, con un risultato di grande suggestione. Ma queste sono soltanto alcune delle “Prime Anticipazioni” della Stagione “Armoniosa”. Per ulteriori informazioni e prenotazioni di abbonamenti e biglietti, rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.


Se in questi anni c’è un jazzista, nella pur ricca scena italiana, che è riuscito a raggiungere anche il pubblico meno specializzato, questo è certamente Stefano Bollani,  merito della sua travolgente bravura, certo, così come della sua innata capacità di fare spettacolo e comunicare, in modo diretto e coinvolgente, e  merito anche di un’innata curiosità verso i più vari generi musicali, siano essi il “classico” Gershwin o Carosone, il jazz tradizionale o la musica brasiliana.

Appartiene a quest’ultima “passione” di Bollani il duo con Hamilton de Holanda, virtuoso del bandolim (tradizionale mandolino utilizzato ad esempio nello choro).

La straordinaria creatività di Stefano Bollani si incontrerà  con il brillante virtuosismo di de Holanda in un concerto dedicato alla produzione musicale sudamericana, da Chico Buarque a Carlos Jobim, Vinicius de Moraes, Astor Piazzolla domani 16 luglio al Teatro Petruzzelli per il “Musigalà d’Estate” del Festival Jazz “Notti di Stelle”. Inizio del concerto ore 21.

Un duo molto particolare, per ricordare i percorsi indimenticabili di un grandioso Festival, che entusiasma il pubblico con le sue rivisitazioni di brani famosissimi: O queserá, Guarda che luna, Oblivion e molto altro, secondo l’ispirazione del momento. «La cosa più bella di questo duo - spiega Bollani - è la spontaneità: tutto avviene sul palco». E lo spettacolo cambia di  concerto in concerto, perché il feeling è qualcosa che si rinnova con l’energia del pubblico, che, con Bollani, non manca mai. Il dialogo tra i due musicisti assume ogni volta un sapore speciale, fatto di complicità, di gioco, di intrecci ritmici iridescenti e di un lirismo agrodolce che fa subito breccia nel cuore di chi ascolta.

Ultime disponibilità in promozione per i giovani Under 30 prenotabili on line.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it,   presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e Box Office c/o La Feltrinelli.


Quando due grandi talenti musicali si incontrano non è scontato che il risultato sia della grande musica. Non è, però, certo il caso di Stefano Bollani e Hamilton De Holanda, un duo di piano e mandolino prestigiosissimo e affiatato, che da più di dieci anni calca i palcoscenici di tutto il mondo riscuotendo enorme successo di critica e di pubblico.

Con all'attivo anche un disco dal titolo "O que serà", l'ardimentoso ensemble spazia nei generi con naturalezza e sapienza, facendo incursioni nel repertorio della canzone classica napoletana, così legata all'idea nostrana di mandolino, per poi sviare per le strade del jazz, dello "choro" e ritrovarsi insieme sui sentieri melodici di Bacharach e Piazzolla.

E questo talentuosissimo “Duo” salirà sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli martedì 16 luglio per il “MusiGalà d’Estate” del Festival Jazz “Notti di Stelle”, storica rassegna jazz della Camerata Musicale Barese che a suo tempo ebbe ad ospitare i mostri sacri del jazz: da Davis a Mulligan da Getz a Gillespie e tanti altri ancora. Inizio del concerto ore 21.

La carta vincente di Bollani è sicuramente l'eclettismo, caratteristica principale dell'ormai notissimo pianista che sa misurare al tempo stesso l'improvvisazione jazzistica con la grande orchestra, così come ha mostrato insieme al direttore d'orchestra Riccardo Chailly, che lo ha guidato nelle incisioni di Gershwin, Ravel, Stravinsky e Poulenc. Ma quanta versatilità sia presente nel suo DNA si è scoperta su Radio 3 dove nel 2006 è stato ideatore e conduttore, con David Riondino, della trasmissione "Dottor Djembé", e su Rai 3, dove tra il 2011 e il 2012 ha dato vita al suo primo programma televisivo dal tema divulgativo-musicale "Sostiene Bollani", replicato nel 2013. Bollani è unico nel suo genere: impareggiabile virtuoso, improvvisatore colto e ironico al tempo stesso, delizioso intrattenitore.

Hamilton De Holanda, maestro di "bandulim" (mandolino modificato a 10 corde) è ormai famoso in tutto il mondo. Grazie alla sua capacità ritmica, al rigore della tecnica, all'indiscussa cantabilità e alle sue doti improvvisative, Hamilton De Holanda è un artista di grandissimo calibro, che trova le sue radici nello Choro, "l'essenza dell'anima musicale brasiliana", come lo definì Villa-Lobos, ma si sposta facilmente in repertori sempre nuovi e contemporanei. Si esibisce spesso in duo con Bollani, con il quale ha inciso "O que serà", disco che raccoglie l'eredità sudamericana di Jobim, Piazzolla, Chico Buarque, Baden Powell, Ernesto Nazaret, per poi virare nel jazz tradizionale e inedito.

Per la serata sono previste riduzioni per i giovani under 30.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it, presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e Box Office c/o La Feltrinelli.


Il Festival Jazz Estivo della Camerata Musicale Barese, “Notti di Stelle” torna anche quest’anno a luglio con due appuntamenti che spazieranno tra lo swing e la produzione musicale sudamericana.

Anteprima  domani venerdì 12 luglio, a Conversano, presso la Masseria Didattica Montepaolo con il Quartetto di Larry Franco in “Si Dice Swing - Una serata in cui lo Swing regna sovrano

con Larry Franco (pianoforte e voce), Dee Dee Joy (voce e rullante), Attilio Troiano (clarinetto, sax, trombone) e Ilario De Marinis (contrabbasso). Inizio ore 20.30.

La serata sarà veramente speciale: il quartetto propone un repertorio legato al repertorio swing ed al  jazz di caratura internazionale, sia americano che italiano, rifacendosi ai grandi duetti della storia del Jazz come Ella Fitzgerald con Louis Armstrong, Natalie Cole con Nat King Cole, Frank Sinatra con Liza Minnelli. Brani come “Our Love Is Here To Stay”, “Unforgettable”, “Non Dimenticar”, "L.O.V.E.”, “Cabaret”, “I Can’t Give You Anything But Love”, e brani italiani dell’ epoca della swing come “Mille Lire al Mese”, "Silenzioso Slow” “Amore Baciami”, "Quel Motivetto” risuoneranno fra le possenti mura della dimora di charme “Montepaolo”.

Ingresso € 13.00 (ridotto € 11.00).

Martedì 16 luglio alle 21 al Teatro Petruzzelli il pianoforte di Stefano Bollaniincontrerà il mandolino di   Hamilton  De  Holanda in   un’originale  performance   musicale.  Un’imperdibile  occasione,

in   esclusiva  regionale,  per  l’atteso  ritorno  di  Stefano  Bollani  e  per   entrare  in  contatto  con

Hamilton De Holanda, mandolinista carioca spesso presente anche sui palchi italiani.

Bollani è un vecchio amico della Camerata per la quale è stato ospite per decine di occasione e con varie formazioni. Ulteriori disponibilità in promozione entro il 13 luglio.

Informazioni e prenotazioni presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141, Box Office c/o La Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it 


Luglio è il mese di "Notti di Stelle", il Festival Jazz che tradizionalmente scalda le notti baresi, e non solo!

L'Anteprima di quest'anno, infatti, in programma venerdì  12 luglio, si svolgerà all'interno di una cornice originale e suggestiva, la Masseria Didattica Montepaolo di Conversano, dimora di charme.

Una scelta che la Camerata ha fatto coerentemente con le direttive regionali del "Patto per la Puglia", programma che intende far incontrare eventi e iniziative di respiro culturale con i siti di natura paesaggistica della regione e che abbiano valenza di attrattori turistici.

Tra le antiche mura della Masseria risuonerà lo swing del Larry Franco Quartet.

Larry Franco, artista di fama internazionale, al pianoforte e alla voce, sarà accompagnato da Dee Dee Joy (voce e rullante), da Attilio Troiano al clarinetto, sax e trombone e da Ilario De Marinis al contrabbasso.

Un repertorio vivace che spazierà dai classici del jazz, tra i quali alcuni celebri duetti come quello tra Ella Fitzgerald e Louis Armstrong, alle frizzanti sonorità swing, anche del repertorio italiano.

Un' esibizione che coinvolgerà sicuramente il pubblico, per il quale sarà difficile rimanere semplicemente seduti ad ascoltare.

Grande chiusura del Festival Jazz martedì 16 luglio al Teatro Petruzzelli con il pianoforte di Stefano Bollanie ilmandolino di Hamilton De Holanda. I due grandi artisti, che collaborano da oltre dieci anni, girano il mondo per offrire al pubblico lo straordinario connubio fra pianoforte e bandolim, sempre all’insegna dell’improvvisazione, che rimane la cifra stilistica comune.

Fino al 13 luglio la Camerata Musicale Barese per il concerto del 16 luglio con Stefano Bollani & Hamilton De Holanda offre, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, un limitato numero di posti a costo ridotto nei settori riservati all’iniziativa e fino ad esaurimento posti e  altre particolari riduzioni sono previste per gli under 30.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it,  presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e Box Office c/o La Feltrinelli.


La magia del pianoforte di Stefano Bollani insieme al mandolino di Hamilton De Holanda sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli martedì 16 luglio per il “Galà” di “Notti di Stelle”.

I due grandi artisti, che collaborano da oltre dieci anni, girano il mondo per offrire al pubblico lo straordinario connubio fra pianoforte e mandolino, sempre all’insegna dell’improvvisazione, che rimane la cifra stilistica comune.

Samba, choro e le tradizioni musicali popolari brasiliane, unite al talento creativo di Bollani – creano un’energia unica, che si sprigiona ogni sera sul palco, capace di mostrare il grande amore di questi due artisti per il Paese sudamericano.

Ai due artisti basta uno sguardo per coniugare le volontà, i sentimenti: un’intesa musicale perfetta.  La loro collaborazione musicale, nata nel 2009, li ha portati sui palcoscenici di tutta Europa e li ha visti impegnati nel bellissimo disco “O que será” (la prestigiosa rivista Downbeat lo ha votato tra i migliori del 2013).

E lo spettacolo cambia di concerto in concerto, perché il feeling è qualcosa che si rinnova con l’energia del pubblico, che, con Bollani, non manca mai. Il dialogo tra i due musicisti assume ogni volta un sapore speciale, fatto di complicità, di gioco, di intrecci ritmici iridescenti e di un lirismo agrodolce che fa subito breccia nel cuore di chi ascolta.

La Camerata Musicale Barese per il concerto di Stefano Bollani offre, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, un limitato numero di posti a costo promozionale nei settori riservati all’iniziativa e fino ad esaurimento posti. Altre riduzioni sono previste per gli under 30. Scadenza il 9/7 p.v.

Anteprima di “Notti di Stelle” venerdì 12 luglio, presso la Masseria Montepaolo di Conversano, con il gruppo di Larry Franco nel concerto “Si dice Swing”, una serata che raccoglie quanto di meglio del repertorio swing vocale degli anni 20’ 30’ 40’ e 50’. Il Quartetto di Larry Franco Quartet è composto da Dee Dee Joy -voce-, Attilio Troiano al clarinetto, sax e trombone, Ilario De Marinis al contrabasso e lo stesso Larry Franco al pianoforte e voce. Biglietto posto unico € 13, ridotto € 11.

Continuano intanto le prelazioni per gli abbonamenti alla 78ª Stagione.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, in Via Sparano 141 e on line sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Martedì 16 luglio alle 21 al Teatro Petruzzelli il pianoforte di Stefano Bollaniincontrerà il mandolino di Hamilton De Holanda in un’originale performance musicale organizzata dalla Camerata Musicale Barese nell’ambito dello storico festival jazz “Notti di Stelle”.

Un’imperdibile occasione, in esclusiva regionale, per l’atteso ritorno di Stefano Bollani e per entrare in contatto con Hamilton De Holanda, mandolinista carioca spesso presente anche sui palchi italiani.

Dal 2007, anno della realizzazione del disco “Carioca”, Bollani ha mantenuto vivo il proprio interesse per le musiche brasiliane, collaborando con tanti musicisti di valore tra cui una empatica collaborazione con Hamilton de Holanda che prosegue da molti anni e che ha dato vita nel 2012 ad un disco in duo dal titolo “O que será”, dove compaiono brani di Jobim, Astor Piazzolla, Chico Buarque, Baden Powell, Ernesto Nazar.

Con interazioni ingegnose e virtuosismi mozzafiato, sonorità emozionanti e momenti di grande umorismo, O que será rappresenta un caso unico nell’arte del duo: questa formazione lascia infatti estrema libertà espressiva ai due musicisti e permette di mettere in evidenza tutte le sfumature del dialogo così come la bellezza originaria dei brani. Bollani ha trovato in De Holanda il partner ideale per proseguire questo percorso, vista la sua abilità nell'unire in maniera fluida e coerente i tanti linguaggi del Brasile con la sonorità peculiare del mandolino, attraverso una tecnica sopraffina e la visione aperta alle suggestioni proposte dalla modernità.

Bollani è un vecchio amico della Camerata per la quale è stato ospite per decine di occasione e con varie formazioni.

“Notti di Stelle” avrà anche una anteprima in decentramento venerdì 12 luglio,a Conversano, presso la Masseria Didattica Montepaolo con il Larry Franco Quartet in “Si dice Swing”, una serata che raccoglie qunto di meglio del repertorio Swing vocale degli anni 20’ 30’ 40’ e 50’.

Interpretato, in gran parte, in formula di duetti vocali, saranno rievocati quelli più famosi, da Ella Fitzgerald e Louis Armstrong a Nat King Cole e Natalie Cole, Frank Sinatra e Liza Minnelli, con arrangiamenti spesso originali del quartetto.

Larry Franco Quartet è composto da Dee Dee Joy -voce-, Attilio Troiano al clarinetto, sax e trombone, Ilario De Marinis al contrabasso e lo stesso Larry Franco al pianoforte e voce.

Ingresso € 13.00 (ridotto € 11.00).

Continuano intanto le prenotazioni per gli abbonamenti alla 78ª Stagione e per consentire ad un pubblico sempre più ampio di godere del prestigioso Cartellone della 78ª Stagione, la Camerata propone un periodo (fino al 28 giugno) di particolari promozioni per un “Abbonamento a Teatro”, nei settori riservati all’iniziativa, fino ad esaurimento dei posti disponibili per aliquote.

Informazioni e prenotazioni presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141, Box Office c/o La Feltrinelli, Botteghino del Teatro Petruzzelli oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Il Festival Jazz Estivo della Camerata Musicale Barese, “Notti di Stelle” torna anche quest’anno a luglio con due appuntamenti che spazieranno tra lo swing e la produzione musicale sudamericana.

Anteprima venerdì 12 luglioa Conversano presso la Masseria Didattica Montepaolo con il Quartetto di Larry Franco in “Si Dice Swing - Una serata in cui lo Swing regna sovrano”

con Larry Franco (pianoforte e voce), Dee Dee Joy (voce e rullante), Attilio Troiano (clarinetto, sax, trombone) e Ilario De Marinis (contrabbasso). Inizio ore 20.30.

Una nuova location per  ribadire la volontà della Camerata  di creare una  nuova “rete culturale” che si intrecci in tutta la Regione Puglia e non solo nel capoluogo, così come previsto dalle direttive regionali con il “Patto per la Puglia”, che guarda con molto interesse la congiunzione degli attrattori paesaggistici con la Cultura.

La serata sarà veramente speciale: il quartetto propone un repertorio legato al repertorio swing ed al  jazz di caratura internazionale, sia americano che italiano, rifacendosi ai grandi duetti della storia del Jazz come Ella Fitzgerald con Louis Armstrong, Natalie Cole con Nat King Cole, Frank Sinatra con Liza Minnelli. Brani come “Our Love Is Here To Stay”, “Unforgettable”, “Non Dimenticar”, "L.O.V.E.”, “Cabaret”, “I Can’t Give You Anything But Love”, ebrani italiani dell’ epoca della swing come “Mille Lire al Mese”, "Silenzioso Slow” “Amore Baciami”, "Quel Motivetto” risuoneranno fra le possenti mura della dimora di charme “Montepaolo”.

Il 16 luglio alle 21 “Notti di Stelle” si  sposterà al Teatro Petruzzelli con il pianoforte di Stefano Bollani che si sposerà con ilmandolino di Hamilton De Holanda.

I due grandi artisti, che collaborano da oltre dieci anni, girano il mondo per offrire al pubblico lo straordinario connubio fra pianoforte e bandolim, sempre all’insegna dell’improvvisazione, che rimane la cifra stilistica comune. Insieme volano tra le note e inventano ogni volta un differente percorso, a turno interpretando il ruolo di guida. Più semplicemente spesso la guida non c’è: è la musica a prendere per mano Bollani e De Holanda e a portarli dove ha voglia di andare. Il talento di Bollani, esploratore per antonomasia di orizzonti musicali solo apparentemente lontani, unito alla bravura di Hamilton de Holanda, profondo conoscitore della tradizione del samba, del choro e delle tradizioni musicali popolari del suo Paese - creano un’energia unica che si sprigiona ogni sera sul palco, capace di mostrare il grande amore che entrambi nutrono per la musica brasiliana.

Continuano intanto le prenotazioni per  gli abbonamenti alla 78ª Stagione con promozioni di assoluto interesse  fino al prossimo 21 giugno.

Per informazioni e biglietti gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it,  presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e Box Office c/o La Feltrinelli.

 


A conclusione dello strepitoso successo della serata conclusiva della 77ª Stagione con lo spettacolo “Puccini” di Eleonora Abbagnato, la Camerata Musicale Barese, a grande richiesta, rende disponibili, per una sola settimana, fino a venerdì 21 giugno, abbonamenti a costi di assoluta promozione, fino ad esaurimento, nei settori riservati. Le prenotazioni sono effettuabili esclusivamente presso gli uffici della Camerata Musicale Barese e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

Il Cartellone della 78ª Stagione sarà degno delle tradizioni e dei grandi Eventi che hanno finora accompagnato la vicenda artistica, culturale e civica della Camerata nei suoi 77 anni di vita. 

Fra i nomi che i dirigenti dell’Associazione Giovanni Antonioni e Rocco De Venuto, hanno finora rivelato, spicca il nome del Violinista Uto Ughi, che inaugurerà il 7 Novembre la 78ª Stagione con   il Pianista Michail Lifits vincitore assoluto del Concorso Busoni 2009.

Ancora grande Musica con il pianista franco-americano François Joël Thiollierche, seguendo la linea che collega Parigi a New York, eseguirà composizioni di grandi autori, da Debussy a Ravel a Gershwin.

Per il Teatro Musicale due grandissimi nomi, due grandi attori: Giancarlo Giannini che  sarà protagonista di un reading poetico, dove ai versi di Pablo Neruda o Garcia Lorca, si accompagneranno le note del quartetto guidato da Marco Zurzolo, in un singolare connubio tra letteratura e musica ed Alessandro Preziosi,  in un dramma di grandi sentimenti, di fulminee e cieche passioni,  sulle note di Verdi e Rossini intrepretate dalla pianista  Rebecca Woolcock, che racconterà “Otello: dalla parte di Cassio”.

Strizzando l’occhio alle moderne big band, si ricomporrà sul palco barese anche la storica formazione dei Saxes Machine, capeggiata da Bruno Biriaco, personaggio spesso presente su Rai Uno in qualità di Direttore di Orchestra (qualche giorno fa in “Buon Compleanno Baudo). Cinque sassofoni più una sezione ritmica, che coinvolgeranno il pubblico, un ritorno gradevole del jazz delle big band.

Il grande Balletto vivrà sul palco attraverso le atmosfere e il folklore russo, culla della tradizione dell’arte coreutica con il Balletto Accademico Statale Russo “E. Popov”.  Musiche dal vivo, scene e costumi fantastici, tipici dell’epoca, realizzati con minuziosa ricercatezza, riporteranno tutta l’anima di un paese con alle spalle una grande storia, capace di emozionare e coinvolgere il pubblico.

Appuntamento che non può mancare, il Concerto di Capodanno a cura dell’Orchestra Sinfonica diSofia, che darà il via, con il 2020, alle celebrazioni per il 250° anniversario dalla nascita di L. Van Beethoven.

Anche una grande voce, un’interprete intensa, un’artista di fama internazionale, con all’attivo un ultimo lavoro discografico prodotto da Quincy Jones, incanterà il pubblico barese. Si tratta di Noa, che, in

“Letters to Bach”, riproporrà musiche del celebre compositore, su brani eseguiti in inglese ed ebraico, spaziando dalla dimensione intima ai grandi temi che toccano l’umanità intera.

Un’ultima anticipazione riguarda lo spettacolo “Indaco” della Compagnia RBR Dance Company, performance che abbina la danza contemporanea ad effetti speciali realizzati con video, giochi di luce e straordinarie proiezioni. Un’esibizione che coniuga la tecnica al movimento corporeo, con un risultato di grande suggestione.

Continuano intanto, a ritmo incalzante, le prenotazioni per il Galà con Stefano Bollanie l’anteprima della 78ª Stagione con Vinicio Capossela entrambi i concerti programmati al Teatro Petruzzelli.

Per informazioni e prenotazioni di abbonamenti, rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.