Comunicati

Lunedì 25 febbraio alle ore 21 il super duo Enrico Rava e Danilo Rea chiuderà la rassegna della Camerata Musicale Barese “Notti di Stelle Winter” al Teatro Petruzzelli.

 

Bastano i loro due nomi, Danilo Rea e Enrico Rava per sottintendere il grande Jazz Italiano. Il programma del concerto comprenderà  brani nell’ interpretazione raffinata, intensa e mai banale dei due grandi maestri.

Non è la prima volta che i due musicisti si esibiscono assieme e, in una nota stampa diffusa per l’occasione, ognuno ha avuto parole di elogio per l’altro. “Se la musica è espressione dell’anima Enrico ne è la riprova – ha affermato Danilo Rea del suo collega, aggiungendo – “molti solisti, quando suonano in duo, hanno bisogno di essere accompagnati. Con Enrico è diverso, si crea una sinergia e un suono unico, come se ci fosse una terza persona a suonare con noi. Personalmente, ho sempre pensato al jazz come un racconto di vita, l’esperienza è fondamentale. Ovviamente, puoi suonare così solo quando c’è una grande fiducia reciproca, che ti porta anche ad essere propositivo“.

Mentre Enrico Rava ha replicato: “Danilo è un pianista strepitoso, non è mai banale e riesce sempre a sorprendermi. Dalle nostre collaborazioni sono nate sempre delle cose impreviste, e questo può accadere solo quando c’è un ascolto reciproco”.

La Camerata Musicale Barese in occasione del concerto, offre fino a domenica 24 febbraio un numero limitato di ingressi “last minute” a costo ridotto nei settori destinati all’iniziativa: posto palco di 2ª Fila a 40,00 euro anziché 55,00 e poltroncine a € 20,00 anziché € 44,00 (acquistabili solo presso gli uffici della Camerata o sul sito).

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli, Box Office della Feltrinelli o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.


Martedì 19 febbraio  al Teatro Showville concerto del Pianista Ivan Krpan per la 77ª Stagione “Dreamy” della Camerata Musicale Barese.   

A soli vent’anni, nel 2017, Ivan Krpan si è aggiudicato il primo premio al Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo.

Nato a Zagabria in una famiglia di musicisti, Ivan Krpan inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni, prima con Renata Strojin Richter e in seguito all’ Accademia di Musica di Zagabria nella classe di Ruben Dalibaltayan.

Nonostante la giovane età si è aggiudicato alcuni importanti premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il primo premio all’ EPTA International Piano Competition di Bruxelles e

all’ International Piano Competition Young Virtuosi di Zagabria nel 2014, il secondo premio

all’ International Danube Piano Competition di Ulm in Germania e il primo premio all’ International Piano Competition di Enschede nei Paesi Bassi.

Nel 2015 è stato insignito del premio “Ivo Vuljevic” come miglior giovane musicista croato dalla Jeunesses Musicales Croatia.

Ha partecipato a numerose masterclasses con docenti di fama internazionale.

Nel 2018 ha tenuto vari concerti in Italia, Croazia, Norvegia, Russia, Corea del Sud, Hong Kong.

Dopo la vittoria al Busoni aveva dichiarato: «Per arrivare fino qui non ho rinunciato a niente perchè suonare è la cosa che amo di più fare. Per me è sempre stato tutto molto naturale e spontaneo. L’ unico sogno che ho e che ho sempre avuto è quello di suonare. Non importa dove o con chi...».

In programma la “Sonata in mi min. op. 90” e la “Sonata in mi magg. op. 109” di Ludwig van Beethoven, la “Sonatina Seconda” di Ferruccio Busoni , “Pensée des morts” e “Après une lecture du Dante (Fantasia quasi Sonata)” di Franz Liszt.

Inizio del concerto ore 20.45.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141, infotel 080/5211908, Box Office della Feltrinelli o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.


A conclusione della Stagione in corso, la Camerata Musicale Barese arricchirà il ventaglio delle proprie proposte musicali creando un ponte ideale di continuità tra la 77ª e la 78ª Stagione, programmando un’inedita Rassegna di particolare eccellenza sia per gli artisti invitati e sia per l’iniziativa unica nel suo genere nell’intero meridione.

E così, a giugno partirà il progetto “I GRANDI MAESTRI” un tributo ai più importanti interpreti della musica classica e non solo.

Per questa prima edizione, la Camerata ha inteso rendere omaggio ad uno dei più importanti interpreti della musica classica, uno dei pianisti più acclamati, esecutore geniale della tastiera che non solo ha contribuito a rendere il pianoforte il re degli strumenti ma ha anche formato tanti allievi della propria arte nonché dell’interpretazione, bagaglio indispensabile per tanti artisti: Aldo Ciccolini. 

Si tratterà di un vero e proprio “Vernissage” della 78ª Stagione.

Sono trascorsi quattro anni dalla morte del famoso musicista, e sublime è il ricordo della Camerata Musicale Barese e dei tantissimi suoi estimatori per l’eleganza ed i rapporti più che cordiali sempre intercorsi.

Ciccolini, napoletano di nascita e di studi presso il locale Conservatorio, già giovanissimo si trasferisce a Parigi per perfezionarsi con Marguerite LongedAlfred Cortot ed a 24 anni vince il 1° Premio al Concorso Internazionale Marguerite-Long-Jacques-Thibaud. Trasferitosi definitivamente in Francia tra i vari riconoscimenti  nel2008fu nominato commendatore dell'Ordine nazionale francese al merito.

E’stato ed è ricordato come una vera leggenda nel mondo del pianoforte, avendo suonato sino all’età di 89 anni, un grande didatta sempre aggiornato, sempre curioso verso ogni novità musicale. E’stato presente nelle stagioni della Camerata Barese per ben 7 volte tra il 1957 ed il 2014 e quell’ultima volta qualche mese prima della sua dipartita avvenuta il 1° febbraio 2015.

La Camerata intende ricordarlo attraverso l’affettuoso impegno di taluni allievi pugliesi che hanno avuto il piacere di studiare e di perfezionarsi con lui; la rassegna comprenderà sei concerti, che si terranno dal 10 al 15 giugno presso il Salone delle Feste del Palace Hotel, con noti pianisti, dai più anziani ai più giovani, che continuano ad onorare la Puglia con le proprie esibizioni tutte a livello internazionale.

Questo il programma dettagliato delle sei giornate dedicate ad Aldo Ciccolini:

Lunedì 10 giugno 2019: Pianista Pasquale Iannone

Martedì 11 giugno 2019: Pianista Andrea Padova

Mercoledì 12 giugno 2019: Pianista Francesco Libetta

Giovedì 13 giugno 2019: Pianista Leonardo Colafelice

Venerdì 14 giugno 2019: M° Giorgio Bartoli Trione

Sabato 15 giugno 2019: Duo pianistico Maurizio Matarrese– Carla Aventaggiato

Ciacun interprete renderà, inoltre, omaggio all’illustre Maestro con episodi, aneddoti e momenti magici vissuti durante gli incontri con il Maestro e interpreterà almeno un brano studiato e perfezionato con Aldo Ciccolini.

La Rassegna de “I Grandi Maestri” farà parte del nuovo abbonamento per la 78ª Stagione 2019/2020, ma potrà anche essere prenotata come una Rassegna a parte naturalmente fino ad esaurimento dei posti riservati in abbonamento.

Per informazioni e prevendita rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli.


Appuntamento con la grande Concertistica della Camerata Musicale Barese martedì 19 febbraio  con il Pianista Ivan Krpan  al Teatro Showville (inizio concerto ore 20.45).

Nato a Zagabria in una famiglia di musicisti, Ivan Krpan inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Renata Strojin Richter.

A soli vent’anni,  nel 2017, ha vinto il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo.

Attualmente frequenta il 5° anno dell'Accademia di Musica della sua città, nella classe di Ruben Dalibaltayan. Già in giovane età si aggiudica importanti premi in concorsi nazionali ed internazionali a Bruxelles, Zagabria, Mosca e in Cina, nei Paesi Bassi e in Germania. Le Jeunesses Musicales in Croazia e la Zagreb Philharmonic Orchestra lo hanno eletto Giovane Musicista dell’Anno. Si è inoltre aggiudicato una borsa di studio presso l'Accademia Internazionale di Musica in Liechtenstein. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento con docenti di fama internazionale. Il 2018 lo ha visto  impegnato in concerti in Italia, Croazia, Norvegia, Russia, Corea del Sud, Hong Kong, e nel 2019 si esibirà in tournée che toccheranno varie città in Germania, Giappone, Italia e Corea del Sud per la seconda volta. Inoltre debutterà in grandi centri musicali quali Monaco di Baviera, Vienna e Londra.

Nel 2018 Ivan Krpan ha registrato in esclusiva per la piattaforma online Idagio un album con brani di Schumann e Chopin, disponibile dal 15 maggio 2018  in streaming presso il sito IDAGIO.

“Krpan è un radicale pianista. Tutt’uno con lo strumento. Immerso in esso. Senza alcun contatto col mondo esterno che non sia musica. La sua interpretazione emana dallo strumento, non dalla persona. Quando con le lunghe mani cavalca sicuro la tastiera, sembra far affiorare con tranquillità qualcosa che è lì nascosto. Come farebbe un bambino setacciando tra le dita la sabbia, per trovare conchiglie.”Carla Moreni, Il Sole 24 Ore.

“…le sue grandi mani sembrano fatte apposta per accarezzare i tasti del pianoforte.” Arezzo Ora.

In programma la “Sonata in mi min. op. 90” e la “Sonata in mi magg. op. 109” di Ludwig van Beethoven, la “Sonatina Seconda” di Ferruccio Busoni , “Pensée des morts” e “Après une lecture du Dante (Fantasia quasi Sonata)” di Franz Liszt.

In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, la Camerata Musicale Barese in occasione dell'evento, offre alla città un numero limitato di 40 ingressi a costo ridotto:  poltrona da 33 euro a 20 euro e in poltroncina da 27.50 euro a 15 euro.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.cameratamusicalebarese.it e/o presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.


La Stagione della Camerata Musicale riserva grande importanza al Balletto.

L'arte coreutica rappresenta una delle cifre caratteristiche del Cartellone, offrendo allestimenti tratti dalla grande tradizione.

Il 6 aprile, rinnovato nell’allestimento e nel cast, torna in scena  al TeatroTeam “Giulietta e Romeo”, una delle produzioni di maggior successo dellaCompagnia del Balletto di Roma, firmata dal coreografo e regista Fabrizio Monteverde.

A quasi trent’anni dalla creazione (il debutto risale al 1989), già trionfalmente ripresa nei primi anni del Duemila, la danza dell’amore impossibile rinasce sui palcoscenici italiani, ricca della saggezza del tempo e dell’energia del presente.

La Verona degli amanti infelici di Shakespeare si trasforma, nella versione monteverdiana, in un Sud buio e polveroso, reduce da una guerra e alle soglie di una rivoluzione: un muro decrepito mantiene il ricordo di un conflitto mondiale che ha azzerato morale e sentimento, e annuncia, oltre le macerie, un futuro di rinascita e ricostruzione.

Nell’Italia contraddittoria del secondo dopoguerra, immobile e fremente, provinciale e inquieta, Giulietta sarà protagonista (da cui il titolo “ribaltato” rispetto all’opera shakespeariana) e vittima di una ribellione giovanile e folle, in fuga da una condizione femminile imposta e suicida di un amore inammissibile. Romeo, silenziosamente appassionato e incoscientemente sognatore, sarà martire della propria fede d’amore innocente. Tra loro, le madri Capuleti e Montecchi, padrone ossessive e compiaciute di una trama resa ancor più tragica dall’intenzionalità dell’odio e dall’istigazione alla vendetta. Ne nasce una narrazione essenziale ma appassionata, lirica e crudele, che come il cerchio eterno della vita continuamente risorge dal proprio finale all’alba di un nuovo sentimento d’amore.

In scena, nel nuovo allestimento curato dal coreografo, i danzatori della compagnia del Balletto di Roma, nuovi interpreti di una storia eterna e immagine ideale di una giovinezza sospesa nel tempo.

In occasione della Festa degli Innamorati la Camerata Musicale Barese offre alle coppie la possibilità di acquistare due biglietti al prezzo di uno nei settori riservati.

Promozione valida dal 9 al 14 Febbraio esclusivamente per l'acquisto di n.2 biglietti o multipli. Sull'acquisto di biglietti singoli, a seguito di verifica, sarà richiesto il versamento della normale differenza.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908 e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it. 


Grande chiusura della rassegna “Notti di Stelle Winter” il 25 febbraio al Teatro Petruzzelli con Enrico Rava e Danilo Rea, punti di riferimento assoluto nel panorama jazzistico italiano che assai di rado si esibiscono in questa formula intimistica.

Enrico Rava e Danilo Rea sono due dei jazzisti italiani più noti a livello internazionale, eppure, nonostante la loro intensa attività concertistica, ascoltarli assieme nella formula del duo, non è occasione di ogni giorno.  La situazione promette di far scoccare momenti di intenso lirismo, vista la propensione di entrambi all’aforisma sonoro poetico. Ma per quanto la formula del duo sia per sua natura introspettiva per la capacità di mettere a nudo ogni linea strumentale, non si dubita che tra i due musicisti esploda anche qualche fuoco d’artificio: oltre a cesellare temi trasognati.

Rava e Rea sanno infatti come far scattare la frase ascendente, il fraseggio improvvisamente veloce, tenendo il pubblico inchiodato a una narrazione musicale continuamente avvincente.

Standard jazz e classici della musica popolare risplenderanno di nuova luce.

Rava e Rea si sono frequentati sui palchi e in studio, oltre che in duo, anche all’interno di uno dei gruppi più amati del jazz italiano del nuovo millennio: “Un incontro di jazz”, la superband che li vedeva al ‘servizio’ di Gino Paoli. Ma li ricordiamo assieme anche in una delle ultime touring band di Gato Barbieri.

Danilo Rea, romano, classe 1957, è un pianista noto per la sua enorme versatilità che, nel corso degli anni, gli ha consentito di spaziare tra i generi, progressive rock degli inizi fino alle vette del jazz internazionale, passando per la reinterpretazione di classici del pop italiano.

Enrico Rava, jazzista triestino, classe 1939, è un’icona vivente del jazz italiano, conosciuto internazionalmente come uno degli interpreti più raffinati di questa musica, grazie proprio ad una sua lunga permanenza ed attività oltreoceano. Le sue influenze principali nel campo del Jazz sono

Miles Davis e Chet Baker. Ha al suo attivo più di novanta registrazioni delle quali una trentina da solista.

La Camerata Musicale Barese in occasione del concerto, offre fino a lunedì 18 febbraio un numero limitato di ingressi “last minute” a costo ridotto nei settori destinati all’iniziativa: posto palco di 2ª Fila a 40,00 euro anziché 55,00 e poltroncine a € 20,00 anziché € 44,00 (acquistabili solo presso gli uffici della Camerata o sul sito).

E’ in corso inoltre, fino al 14 febbraio, una promozione 2x1 (per coppie) per il balletto “Giulietta e Romeo” del 6 aprile al TeatroTeam.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli, Box Office della Feltrinelli o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


A conclusione della Stagione in corso, che si chiuderà con Eleonora Abbagnato il prossimo 1° giugno, la Camerata Musicale Barese arricchisce il ventaglio delle proprie proposte musicali rendendole consone con il passare dei tempi

In effetti l’Associazione ha pensato  di creare un ponte di  ideale  continuità  tra la 77ª e la 78ª Stagione, programmando  una nuova Rassegna di particolare eccellenza  sia per  gli artisti  invitati e sia per l’iniziativa che si svolgerà nel giugno  prossimo.

Sarà una Rassegna all’insegna dell’ispirazione, della fantasia creativa, del carisma e ricordo del genio dei grandi interpreti, di fama internazionale, di ogni arte,  sia Musicale, sia del Teatro  Musicale come del Jazz.

Nasce così il progetto  “I GRANDI MAESTRI” e per questa prima edizione, la Camerata vuole rendere un  tributo  ad uno dei  più importanti interpreti  della musica classica, uno dei  pianisti più acclamati, esecutore  geniale della tastiera che non solo ha contribuito a rendere il pianoforte il re degli strumenti ma ha  anche formato tanti allievi della propria arte nonché dell’interpretazione, bagaglio indispensabile per tanti artisti. 

Bari diventerà così un palcoscenico ideale per questi suggestivi concerti che riproporranno, grazie ad eccellenti artisti, alcuni dei quali già esibitisi al Petruzzelli e al Piccinni, i repertori più famosi della musica classica del Novecento.

A breve sarà reso noto l’intero  programma.


Appuntamento con la grande Concertistica della Camerata Musicale Barese martedì 19 febbraio  con il Pianista Ivan Krpan  al Teatro Showville (inizio concerto ore 20.45).

Nato a Zagabria in una famiglia di musicisti, Ivan Krpan inizia lo studio del pianoforte all’età di sei anni sotto la guida di Renata Strojin Richter.

A soli vent’anni,  nel 2017, ha vinto il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, uno dei concorsi più prestigiosi al mondo.

Attualmente frequenta il 5° anno dell'Accademia di Musica della sua città, nella classe di Ruben Dalibaltayan. Già in giovane età si aggiudica importanti premi in concorsi nazionali ed internazionali a Bruxelles, Zagabria, Mosca e in Cina, nei Paesi Bassi e in Germania. Le Jeunesses Musicales in Croazia e la Zagreb Philharmonic Orchestra lo hanno eletto Giovane Musicista dell’Anno. Si è inoltre aggiudicato una borsa di studio presso l'Accademia Internazionale di Musica in Liechtenstein. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento con docenti di fama internazionale. Il 2018 lo ha visto  impegnato in concerti in Italia, Croazia, Norvegia, Russia, Corea del Sud, Hong Kong, e nel 2019 si esibirà in tournée che toccheranno varie città in Germania, Giappone, Italia e Corea del Sud per la seconda volta. Inoltre debutterà in grandi centri musicali quali Monaco di Baviera, Vienna e Londra.

Nel 2018 Ivan Krpan ha registrato in esclusiva per la piattaforma online Idagio un album con brani di Schumann e Chopin, disponibile dal 15 maggio 2018  in streaming presso il sito IDAGIO.

“Krpan è un radicale pianista. Tutt’uno con lo strumento. Immerso in esso. Senza alcun contatto col mondo esterno che non sia musica. La sua interpretazione emana dallo strumento, non dalla persona. Quando con le lunghe mani cavalca sicuro la tastiera, sembra far affiorare con tranquillità qualcosa che è lì nascosto. Come farebbe un bambino setacciando tra le dita la sabbia, per trovare conchiglie.”Carla Moreni, Il Sole 24 Ore.

“…le sue grandi mani sembrano fatte apposta per accarezzare i tasti del pianoforte.” Arezzo Ora.

In programma la “Sonata in mi min. op. 90” e la “Sonata in mi magg. op. 109” di Ludwig van Beethoven, la “Sonatina Seconda” di Ferruccio Busoni , “Pensée des morts” e “Après une lecture du Dante (Fantasia quasi Sonata)” di Franz Liszt.

In collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, la Camerata Musicale Barese in occasione dell'evento, offre alla città un numero limitato di 40 ingressi a costo ridotto:  poltrona da 33 euro a 20 euro e in poltroncina da 27.50 euro a 15 euro.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.cameratamusicalebarese.it e/o presso gli Uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.


Domani 5 febbraio,  sul palco del Teatro Petruzzelli, in esclusiva per la Puglia, un grande nome della musica italiana, Fabio Concato, accompagnato da Paolo Di Sabatino Trio per la rassegna “Notti di Stelle Winter” della Camerata Musicale Barese.

Questo connubio artistico nasce da un amore, quello di Paolo Di Sabatino per la musica di Fabio Concato. E da questo amore nasce un progetto musicale, che porta nei teatri i successi di Concato con arrangiamenti e sonorità vicini al jazz acustico.

Si intitola Gigi lo spettacolo che Fabio Concato porterà in scena, come l’ultimo album del cantautore milanese.

“Gigi è mio padre. Lo dico per i molti che non lo sanno. Gigi mi ha avvicinato alla musica con divertimento e me l’ha fatta amare. Gigi ascoltava molto jazz – la sua musica preferita […] Fabio sono io. Lo dico per i pochi (sigh) che non lo sanno! E per festeggiare i miei 40 anni di musica, scritta e cantata sempre con lo stesso amore e lo stesso piacere, ho deciso di farmi un regalo: reinterpretare in chiave jazzistica alcune mie canzoni con l’aiuto di un grande pianista con cui suono e collaboro da qualche anno e sempre più piacevolmente: Paolo Di Sabatino, che ha curato gli arrangiamenti e che voglio ringraziare per la passione e la delicatezza con le quali si è avvicinato al repertorio. E allo stesso modo ringrazio Marco Siniscalco e Glauco Di Sabatino: grazie! e Gigi: …chissà se ti piacerà?”.

Con Fabio Concato  sul palco, oltre a  Paolo Di Sabatino al pianoforte, ci saranno il contrabbassista Glauco   Di Sabatino e il percussionista Marco Siniscalco.

Inizio del concerto ore 21.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908 o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.


Martedì 5 febbraio alle ore 21, al Teatro Petruzzelli, quarto appuntamento della rassegna “Notti di Stelle Winter” con Fabio Concato, eccezionalmente accompagnato dal Trio di Paolo Di Sabatino.

Fabio Concato è uno dei più rappresentativi artisti della nostra musica d’autore.

Ha saputo conquistarsi nel corso degli anni uno spazio molto importante con le sue canzoni narrando in modo originale le piccole e grandi storie della quotidianità.

Ricordi, sogni, nostalgie, speranze, rivelazioni e confessioni appena delineate, lampi di contagiosa allegria popolano il mondo delle sue canzoni in un diario della memoria che riesce sempre ad aprire il cuore del pubblico. La genesi di questo progetto ci porta all’amore che il pianista jazz

Paolo Di Sabatino nutre da sempre per le canzoni di Concato.

Pianista poliedrico, Paolo Di Sabatino invita Fabio a partecipare al suo album “voices”.

Ed è proprio in questa occasione che gli propone una rivisitazione di un gruppo di sue canzoni, che hanno avuto grande successo, in chiave jazz. Da allora sono tanti i concerti, uno più emozionante dell’altro, che si susseguono immortalando questo connubio artistico che riesce a trasferire al pubblico con maestria inusitata la magia che si rinnova ad ogni live.

“Guido piano”, “Fiore di maggio”, “Rosalina”, “Domenica bestiale”, “Non smetto di aspettarti”, “M’innamoro davvero”; sono solo alcune delle sue canzoni entrate nell’immaginario collettivo degli italiani.  Concato ha segnato davvero un’epoca ed ha lasciato un segno profondissimo nella storia della musica d’autore italiana.

Paolo Di Sabatino è un pianista, compositore, arrangiatore. Nato nel 1970, artista in ambito jazzistico, ma a tutto tondo, con partecipazioni a diverse trasmissioni radio/televisive nazionali (Radio Rai 1,2,3, Radio Capital, Rai News 24, Tg2, Domenica In, La7), è invitato presso i festival jazz più importanti del panorama nazionale ed internazionale, suonando al fianco di musicisti come Paolo Fresu,

Lee Konitz, Gegè Telesforo, Enrico Rava, Maurizio Giammarco, Irio De Paula, Roberto Gatto,

Bob Mintzer; ha avuto modo di collaborare anche nell’ambito cinematografico e teatrale con attori quali Michele Placido, Arnoldo Foà, Nino Castelnuovo, Sergio Rubini e moltissimi altri.

La Camerata Musicale Barese in occasione del concerto, offre fino a domenica 3 febbraio un numero limitato di ingressi “last minute” a costo ridotto nei settori destinati all’iniziativa:

posto palco a 40,00 euro anziché 55,00 e poltroncine a 20,00 euro anziché 44,00 (acquistabili solo presso gli uffici della Camerata o sul sito).

Prosegue intanto la vendita per i prossimi appuntamenti della Camerata Musicale Barese: il 25 febbraio il super duo formato da Enrico Rava e Danilo Rea, che chiuderanno la Rassegna di

“Notti di Stelle Winter” della Stagione e il prossimo 15 aprile il concerto di Giovanni Allevi.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano141, infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli, Box Office della Feltrinelli o sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it.