Comunicati

Domenica 8 dicembre terzo appuntamento della Rassegna della Camerata Musicale Barese “Musicando nelle Chiese”, con il Modus String Quartet presso la Chiesa di San Giuseppe di Bari. Inizio del concerto ore 20.30.

La rassegna si propone di intraprendere un percorso di ascolto e spiritualità articolato in diversi appuntamenti musicali in collaborazione con diverse parrocchie di Bari e provincia.

Gli appuntamenti uniranno la magia della Musica alla bellezza delle Chiese pugliesi, per cui tra le sacre mura echeggeranno note musicali di alta spiritualità per avvicinare un pubblico all’ascolto della Musica classica nelle sue diverse forme e tipologie, dando sempre grande spazio sia ai giovani che ad affermati artisti da molti anni in carriera. Proprio in tale ottica ormai la “Camerata” da alcuni anni, si impegna per costruire un progetto di eventi ed iniziative per tutti, che valorizzi la Cultura, la Storia e le Tradizioni di tutta la Regione.

Una Rassegna che è destinata a ripetersi e a diventare non solo un progetto, ma una realtà artistica alla ricerca di eccellenti Artisti ed Opere di estremo rilievo, ricerca che la Camerata Musicale Barese tende a trasmettere soprattutto alle nuove generazioni.

Il “Modus String Quartet” nasce dalla grande passione per la musica d’insieme. I componenti sono prime parti dell’Orchestra del Teatro “Traetta”, espressione del Traetta Opera Festival di Bitonto. Uniti da molti anni di collaborazioni artistiche e da profonda amicizia, Serena Soccoia e Pantaleo Gadaleta (violinisti), Teresa Laera (violista) e Gaetano Simone (violoncellista) decidono di fondare il gruppo nel 2015. Con questa formazione affrontano il repertorio classico e contemporaneo, privilegiando composizioni di rara bellezza anche attraverso un progetto discografico di ampio respiro iniziato con la pubblicazione di: “Filippo Trajetta – Un musicista italiano in America” con l’esecuzione dei Tre Quartetti Concertati di Filippo, figlio del celebre operista bitontino Tommaso Traetta (Trajetta); poi “Alfonso Rendano Portrait – Suggestioni sonore di un compositore tardo romantico” con l’esecuzione del quintetto per pianoforte e quartetto d’archi. I membri del Modus Quartet sono attivi sia come interpreti che come didatti in campo nazionale ed internazionale.

In programma: ANTONIO VIVALDI “Sinfonia in si min. “Al Santo Sepolcro” RV 169, Suonata a 4 in mibem. magg. “Al Santo Sepolcro” RV 130 e Fuga dal Concerto in re min. op. 3 n.11- RV 565; ARCANGELO CORELLI Fuga “a quattro voci con un soggetto solo” in re magg.; JOHANN SEBASTIAN BACH Fuga insi min. su un tema di Corelli BWV 579 e il Concerto n. 4 in la magg. per clavicembalo BWV 1055.

Ultimo appuntamento della rassegna sabato 14 dicembre presso la Chiesa di Santa Croce di Bari con il “Duo Variandi” dei chitarristi Davide Minerva e Antonio Simone Palmisano. 

I concerti sono ad ingresso libero, gratuiti, aperti a tutta la collettività, per una Chiesa di tutti dove la bellezza della Musica porterà al naturale arricchimento dello spirito.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141, tel. 080/5211908.

****************

Con cortese preghiera di pubblicazione e/o trasmissione


Appuntamento con la grande Concertistica della Camerata Musicale Barese lunedì 9 dicembre   con il Quartetto ad Archi Adorno al Teatro Showville (inizio concerto ore 20.45)

Il Quartetto è formato da Edoardo Zosi e Liù Pelliciari violini, Benedetta Bucci viola e Danilo Squitieri, violoncello.

Il Quartetto Adorno si è fatto conoscere a livello internazionale aggiudicandosi Terzo Premio (con Primo non assegnato), Premio del Pubblico e Premio Speciale per la migliore esecuzione del brano contemporaneo di Silvia Colasanti nell’edizione 2017 del Premio Borciani. Nella storia trentennale del Concorso nessun quartetto italiano aveva ottenuto un riconoscimento così importante.

Musicisti quali Alfred Brendel, Paul Badura-Skoda, Miguel Da Silva, il Takács Quartet, hanno espresso lusinghieri apprezzamenti per il Quartetto Adorno. “Suonano con un’unica intenzione, con bellezza di suono, intonazione, precisione, espressività e con meravigliose idee musicali” (Geraldine Walther, Takács Quartet).

Fondato nel 2015, il Quartetto si perfeziona presso la Scuola di Musica di Fiesole con Miguel da Silva, Andrea Nannoni e Antonello Farulli. Ha tenuto concerti in tutto il mondo con grande successo.  Vincitori del Premio “2. Wiener Schule Preis”, si sono esibiti in diretta radiofonica per la ORF Radio KulturHaus di Vienna. Molto interessato alla musica contemporanea, il Quartetto è dedicatario del brano di Regis Campò Energy/Fly. Nel 2017 Quartetto Adorno è stato selezionato per il progetto “Le Dimore del Quartetto” ed è stato nominato ensemble effettivo di ECMA-European Chamber Music Academy. Nel 2018 il Quartetto Adorno è vincitore del Concorso Internazionale “Rimbotti” e diviene inoltre artista associato in residenza presso la Chapelle Musicale Reine Elisabeth di Bruxelles.

Il Quartetto Adorno collabora con grandi artisti quali Paul Badura-Skoda, Bruno Canino, Alessandro Carbonare, Simone Gramaglia, Fabrizio Meloni, Giovanni Sollima.

In programma “Quartettsatz in do min. D 703” di Franz Schubert, Quartetto No. 3 Op. 19 di Alexander von Zemlinsky e il Quartetto op. 59 No. 2 “Razumovsky” di Ludwig van Beethoven

Last Minute presso il botteghino del Teatro Showville a partire dalle ore 20 (€ 20 ed € 15).

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office della La Feltrinelli e sul sito www.cameratamusicalebarese.it

 

Con preghiera di cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Domenica 8 dicembre terzo appuntamento della Rassegna della Camerata Musicale Barese “Musicando nelle Chiese”, con il Modus String Quartet presso la Chiesa di San Giuseppe di Bari. Inizio del concerto ore 20.30.

La rassegna si propone di intraprendere un percorso di ascolto e spiritualità articolato in diversi appuntamenti musicali in collaborazione con diverse parrocchie di Bari e provincia.

Gli appuntamenti uniranno la magia della Musica alla bellezza delle Chiese pugliesi, per cui tra le sacre mura echeggeranno note musicali di alta spiritualità per avvicinare un pubblico all’ascolto della Musica classica nelle sue diverse forme e tipologie, dando sempre grande spazio sia ai giovani che ad affermati artisti da molti anni in carriera. Proprio in tale ottica ormai la “Camerata” da alcuni anni, si impegna per costruire un progetto di eventi ed iniziative per tutti, che valorizzi la Cultura, la Storia e le Tradizioni di tutta la Regione.

Una Rassegna che è destinata a ripetersi e a diventare non solo un progetto, ma una realtà artistica alla ricerca di eccellenti Artisti ed Opere di estremo rilievo, ricerca che la Camerata Musicale Barese tende a trasmettere soprattutto alle nuove generazioni.

Il “Modus String Quartet” nasce dalla grande passione per la musica d’insieme. I componenti sono prime parti dell’Orchestra del Teatro “Traetta”, espressione del Traetta Opera Festival di Bitonto. Uniti da molti anni di collaborazioni artistiche e da profonda amicizia, Serena Soccoia e Pantaleo Gadaleta (violinisti), Teresa Laera (violista) e Gaetano Simone (violoncellista) decidono di fondare il gruppo nel 2015. Con questa formazione affrontano il repertorio classico e contemporaneo, privilegiando composizioni di rara bellezza anche attraverso un progetto discografico di ampio respiro iniziato con la pubblicazione di: “Filippo Trajetta – Un musicista italiano in America” con l’esecuzione dei Tre Quartetti Concertati di Filippo, figlio del celebre operista bitontino Tommaso Traetta (Trajetta); poi “Alfonso Rendano Portrait – Suggestioni sonore di un compositore tardo romantico” con l’esecuzione del quintetto per pianoforte e quartetto d’archi. I membri del Modus Quartet sono attivi sia come interpreti che come didatti in campo nazionale ed internazionale.

In programma: ANTONIO VIVALDI “Sinfonia in si min. “Al Santo Sepolcro” RV 169, Suonata a 4 in mibem. magg. “Al Santo Sepolcro” RV 130 e Fuga dal Concerto in re min. op. 3 n.11- RV 565; ARCANGELO CORELLI Fuga “a quattro voci con un soggetto solo” in re magg.; JOHANN SEBASTIAN BACH Fuga insi min. su un tema di Corelli BWV 579 e il Concerto n. 4 in la magg. per clavicembalo BWV 1055.

Ultimo appuntamento della rassegna sabato 14 dicembre presso la Chiesa di Santa Croce di Bari con il “Duo Variandi” dei chitarristi Davide Minerva e Antonio Simone Palmisano. 

I concerti sono ad ingresso libero, gratuiti, aperti a tutta la collettività, per una Chiesa di tutti dove la bellezza della Musica porterà al naturale arricchimento dello spirito.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141, tel. 080/5211908.

****************

Con cortese preghiera di pubblicazione e/o trasmissione


Sarà il celebre Pianista Louis Lortie l’interprete del prossimo appuntamento della Camerata Musicale Barese martedì 3 dicembre al Teatro Showville.

Inizio del concerto ore 20.45.

L’artista canadese, a Bari per la seconda volta, presenterà un fascinoso programma: L. van Beethoven  Sonata n. 11 in si bemolle maggiore op. 22e la Sonata in re minore “La tempesta” op. 31 n. 2 e di G. Fauré Ballade in fa diesis magg. op. 19 e Thème et variations op. 73.

Franco-canadese, amato da pubblico e critica in Asia, Stati Uniti ed Europa, è stato definito dal Times “puro e immaginativo” frutto di “una perfetta combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno”.

Lortie ha debuttato con l’Orchestra Sinfonica di Montréal all’età di appena tredici anni e tre anni dopo ha compiuto una storica tournée in Cina e Giappone. Poco dopo, nel 1984, ha vinto il Primo Premio in due dei più importanti concorsi pianistici internazionali, quello di Leeds e il “Busoni” di Bolzano.

Con all’attivo una discografia di più di trenta titoli per la “Chandos”, Lortie affronta in concerto e in sala d’incisione molte integrali: le opere per pianoforte e orchestra di Liszt, i concerti di Mozart, Mendelssohn, Beethoven, tutto Ravel e altro ancora. “Die Welt” ha recensito il suo ciclo delle Sonate beethoveniane alla Filarmonica di Berlino come «il miglior Beethoven dai tempi di Wilhelm Kempff», e il BBC Music Magazine ha inserito i suoi Studi di Chopin tra le “50 Recordings by Superlative Pianists”.

La registrazione di Lortie delle Variazioni Eroica di Beethoven gli ha guadagnato un premio Edison. Il suo disco di opere di Schumann e Brahms è stato nominato tra i migliori CD dell'anno da parte della BBC Music Magazine, che ha anche considerato il suo disco Chopin, uno dei "50 Recordings by Superlative Pianists.”.

Anche in veste di direttore d’orchestra, Louis Lortie si è esibito in sedi come il Lincoln Center di New York, la Wigmore Hall di Londra, il Festival di Bayreuth e ha inaugurato la Cliburn Concerts Series.

Last Minute presso il botteghino del Teatro Showville  a partire dalle ore 20 (€ 20 ed € 15).

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office della La Feltrinellie sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Natale, tempo di fiocchi di neve, di dolci, di stelle, di regali inaspettati, di balletto, di musica gospel e classica…..

Sarà un periodo denso di appuntamenti festosi a portare la magica atmosfera del Natale a Bari per la Camerata Musicale Barese: si comincia il 19 dicembre al Teatroteam, con il Balletto Accademico Russo “E. Popov”, Compagnia di balletto con 90 anni di storia, che con le sue Russian Dances, catturerà il cuore e l’anima attraverso le emozioni, la meraviglia e la magia dell’originale repertorio russo.  Il balletto fa parte del complesso Accademico Statale Russo “E. Popov” di Ryazan fondato nel 1932. Inizialmente collaborava con il coro e, a partire dai primi anni ’50 del secolo scorso, ha iniziato ad avere una propria attività indipendente. Sarà uno spettacolo ricco di suggestioni, in cui la storia e la tradizione russa rivivranno attraverso vivaci scenografie, sorprendenti costumi tipici e musiche dal vivo eseguite dall’Ensemble del Balletto con strumenti popolari.

E anche quest’anno la “Camerata” dedica proprio il Concerto di Nataleal Gospel, occasione speciale per rivivere le atmosfere delle Feste attraverso le suggestioni della Musica.

Lunedì 23 dicembre, sarà la musica spirituals a ravvivare il Teatro Petruzzelli con “The Golden Voices Of Gospel NewYork” miglior gruppo gospel dell’ultimo decennio, che in tutte le loro esibizioni infondono nel cuore degli ascoltatori il messaggio di pace, amore, gioia e speranza.

Da oltre due decenni, infiammano festival e tante chiese del mondo con le loro armonie vocali e con l’energia trascinante dei loro arrangiamenti. Hanno prestato le loro voci come coro in diversi contesti e arricchito pezzi di personaggi famosi tra cui Micheal Jackson e Mariah Carey.

L’Orchestra Sinfonica di Sofia, diretta da Svilen Simeonov, siglerà invece gli Auguri di un nuovo anno in “Musica”, giovedì 2 gennaio nei Saloni dello Sheraton. Solista sarà il famoso

Violinista Pavel Berman, figlio del grande Lazar Berman, che eseguirà il “Concerto per violino ed Orchestra in re  maggiore opera 61”.

L'Orchestra Sinfonica di Sofia è in attività da oltre ottanta anni. Fondata nel 1928 da Sasha Popov quale espressione dell'Accademia Musicale, dal 1945 è un organismo statale e la principale formazione musicale del suo paese. Moltissime le sue tournée estere in Europa e nel mondo.

Con il Concerto di Capodanno prenderà l’avvio delle celebrazioni che la Camerata Musicale dedicherà a L.van Beethoven nel 250° anniversario della nascita con un programma interamente dedicato al compositore tedesco.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908 e on-line sul sitowww.cameratamusicalebarese.it

Con preghiera di cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Domani giovedì 28 novembre appuntamento al Teatro  Showville con il Pianista Michele Marvulli.

Marvulli è soprannominato “il Maestro dei Maestri” ed in effetti con lui hanno studiato intere generazioni degli attuali insegnanti di Conservatorio.

Il “Maestro dei Maestri” ha compiuto 90 anni e per festeggiare questo straordinario traguardo terrà questo recital. 

Pianista, direttore d’orchestra, compositore e didatta è uno dei più straordinari musicisti viventi. Fondatore della gloriosa scuola pianistica barese, collaboratore di Nino Rota, il Maestro Michele Marvulli conserva, intatta, la sua verve, la sua grinta, il suo entusiasmo per i giovani e per la Grande Musica.

In programma musiche di J. S. Bach, A. Berg, C. Franck, R. Schumann e J. Brahms.

Inizio del concerto ore 20.45.

Last Minute presso il botteghino del Teatro Showville  a partire dalle ore 20 (€ 20 ed € 15).

Inoltre, in occasione del “Black Friday”, fino a lunedì 2 dicembre, la Camerata Musicale Barese offre un particolare sconto del 20% sul prezzo degli Abbonamenti alla 78ª  Stagione Concertistica,  oltre ad una particolare riduzione  del 10% sul costo dei biglietti per tutti gli spettacoli in programmazione.  

E’ una splendida occasione per poter assistere a spettacoli di alta classe degni delle tradizioni e dei grandi Eventi che costellano la vita artistica e culturale della Camerata Musicale.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersipresso gli uffici della  Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.

 

Con cortese sollecita pubblicazione  e/o trasmissione. Grazie.


In occasione del “Black Friday”, fino a lunedì 2 dicembre, la Camerata Musicale Barese offre un particolare sconto del 20% sul prezzo degli Abbonamenti alla 78ª  Stagione Concertistica,  oltre ad una particolare riduzione  del 10% sul costo dei biglietti per tutti gli spettacoli in programmazione.

E’ una splendida occasione per poter assistere a spettacoli di alta classe degni delle tradizioni e dei grandi Eventi che costellano la vita artistica e culturale della Camerata Musicale, a cominciare dalconcerto in onore delM° Michele Marvulligiovedì 28 novembre al Teatro Showville.

Marvulli è soprannominato “il Maestro dei Maestri”ed in effetti con lui hanno studiato intere generazioni degli attuali insegnanti di Conservatorio. Il “Maestro dei Maestri” ha compiuto 90 anni e per festeggiare questo straordinario traguardo terrà questo recital.  Pianista, direttore d’orchestra, compositore e didatta è uno dei più straordinari musicisti viventi. Fondatore della gloriosa scuola pianistica barese, collaboratore di Nino Rota, il Maestro Michele Marvulli conserva, intatta, la sua verve, la sua grinta, il suo entusiasmo per i giovani e per la Grande Musica. Il Maestro eseguirà un variegato programma che va da Bach a Berg.

Michele Marvulli inizia la carriera di pianista-concertista in tenera età, conseguendo lusinghieri successi nei più importanti concorsi pianistici dell’epoca. Frequenta il liceo musicale "Piccinni" di Bari, allievo di Nicola Costa per il pianoforte e di Nino Rota per la composizione. In seguito si perfezionerà a Roma con Rodolfo Caporali e conseguirà il diploma di Musica da Camera presso l'Accademia di Santa Cecilia con Arturo Bonucci. Nell'immediato dopoguerra, trasferitosi in Svizzera, frequenta la Hohe Musikschule di Basilea. Rientrato in Italia, a partire dagli anni ’60 e nel corso di oltre 40 anni di insegnamento nei conservatori di Bari, Firenze e Pesaro, fonda e coltiva una delle più importanti scuole pianistiche italiane. Consulente privilegiato di Nino Rota a partire dagli anni giovanili fino alla morte prematura del Maestro, testimone e complice dei suoi processi creativi, ne ha diretto prime esecuzioni importanti  e ne ha eseguito i capolavori nei principali teatri, curando anche l’edizione postuma di importanti opere pianistiche (I preludi).

Michele Marvulli si è affermato come direttore riconosciuto e stimato dalle migliori orchestre italiane, molto apprezzato nell’ambiente musicale oltre che da pubblico e critica. Ha diretto pressoché tutto il repertorio lirico e sinfonico, esibendosi in diverse occasioni anche in veste di direttore-solista.  Alla carriera direttoriale affianca sempre e comunque l’attività didattica, presenziando inoltre nelle giurie di importanti concorsi pianistici internazionali.

Nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal presidente Pertini, nel 1991 una Commissione presieduta da Goffredo Petrassi e formata da Claudio Abbado, Salvatore Accardo, Carlo Maria Giulini, Gianandrea Gavazzeni, Maurizio Pollini, Riccardo Muti, insieme ai critici musicali delle maggiori testate giornalistiche italiane, gli ha conferito il prestigioso Premio “Massimo Mila” per “l’alto Magistero didattico e l’impegno di una vita”. Magistero che coltiva oggi con immutato impegno e dedizione nei confronti delle nuove generazioni di musicisti, tenendo Masterclass presso Accademie italiane ed estere, Conservatori ed Associazioni musicali.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della  Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.

 

Con cortese sollecita pubblicazione  e/o trasmissione. Grazie.


La 78ª Stagione “Armoniosa” della Camerata Musicale Barese prevede, come oramai tradizione consueta dell’Associazione barese, manifestazioni di grande prestigio dedicate alla Concertistica, con eccellenti protagonisti della scena musicale mondiale.

La “Camerata” ha sempre creduto che la grande tradizione musicale sia uno strumento formidabile per esprimere e tutelare i valori più alti dell’animo umano e dell’intelligenza creativa, dando al pubblico barese la possibilità di ascoltare, spesso in esclusiva, grandi solisti ed ensemble prestigiosi, ma anche valorizzando nuovi talenti

Dopo gli acclamati concerti del Violinista Uto Ughi e di Claire Huangci, toccherà a tre incredibili Pianisti mantenere il livello eccelso delle proposte della Camerata.

Primo appuntamento giovedì 28 novembre con il Pianista Michele Marvulli.

Marvulli è soprannominato “il Maestro dei Maestri” ed in effetti con lui hanno studiato intere generazioni degli attuali insegnanti di Conservatorio.Il “Maestro dei Maestri” ha compiuto 90 anni e per festeggiare questo straordinario traguardo terrà questo recital. Pianista, direttore d'orchestra, compositore e didatta è uno dei più straordinari musicisti viventi. Fondatore della gloriosa scuola pianistica barese, collaboratore di Nino Rota, il Maestro Michele Marvulli conserva, intatta, la sua verve, la sua grinta, il suo entusiasmo per i giovani e per la Grande Musica. 

Il Maestro eseguirà un variegato programma che va da Bach a Berg.

Altro appuntamento martedì 3 dicembre con Louis Lortie. Il grande pianista canadese, che ritorna a Bari dopo alcuni anni, è rinomato per la prospettiva originale e l’individualità che riesce a conferire ai canoni interpretativi della tastiera.«The Times», descrivendo il suo stile come «puro e immaginativo», ha trovato in Louis Lortie una «combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno». Famoso per le sue interpretazioni di Beethoven, Louis Lortie ha anche ricevuto apprezzamento unanime per le sue interpretazioni delle opere di Ravel e Chopin. Il «Financial Times» ha così descritto il suo recital presso la Queen Elizabeth Hall: «Non sarà possibile ascoltare uno Chopin migliore da nessun’altra parte». Eseguirà composizioni di Beethoven e Faurè.

Ed in chiusura Francois-Joel Thiollier, considerato uno dei più completi e raffinati pianisti odierni. Il suo vastissimo repertorio, la profonda cultura musicale, la magistrale padronanza della tastiera sono gli elementi che permettono a François-Joël Thiollier di calcare da decenni la scena internazionale, mettendosi in luce con la sua inconfondibile personalità. E’ stato acclamato in più di 40 Paesi dove si è esibito con le più prestigiose orchestre. Franco-americano di nascita, Thiollier ha assimilato il meglio di diverse culture, studiando in Francia sotto la guida di Robert Casadesus e laureandosi a soli 18 anni con Sascha Gorodnitzki alla Juilliard School of Music di New York. Thiollier ha vinto otto Grand Prix in concorsi internazionali – un risultato senza precedenti - fra cui il “Reine Elisabeth” di Bruxelles e il “?ajkovskij” di Mosca. In occasione del concerto barese questo eccezionale interprete ci condurrà in un viaggio “da Paris a New York” con composizioni di Debussy, Ravel e Gershwin.  Per informazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908 e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it

 

Con preghiera di cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Inaugurazione della Rassegna “TeatroDanza Mediterraneo” lunedì 25 novembre con RBR DanceCompany nello spettacolo “Indaco e gli Illusionisti della Danza”.

La Compagnia porta in scena un allestimento che coniuga danza e tecnica alla ricerca della massima innovazione nel supporto di speciali effetti video. Proiezioni su originali fondali, mutazioni sceniche inattese, giochi di luci e soluzioni registiche altamente tecnologiche sono solo alcune delle sorprese di questo spettacolo.

Il risultato scenico e visivo che ne deriva è sorprendente: i danzatori si alternano sul palcoscenico apparendo e scomparendo, moltiplicandosi magicamente grazie ad uno studio accurato di luci e proiezioni che incanta un pubblico piacevolmente proiettato in un’atmosfera rarefatta dalle magiche illusioni ottiche.

Il tutto al servizio di temi universali e coinvolgenti. 

Centrale è il rapporto uomo-natura, la ricerca delle proprie origini, il bisogno di autenticità, in un continuum di istantanee e coreografie emozionali. Tematiche inserite in un percorso di ricerca che pongono l'uomo e la donna di fronte alla natura, madre e nel contempo avversaria, in una dimensione esistenziale meravigliosa ed inesauribile.

Prossimi appuntamenti del “TeatroDanza Mediterraneo” il 19 dicembre con il Balletto Accademico Russo, il Russian Classical Ballet ne “Lo Schiaccianoci”, l’Aterballetto nel “Bach Project” e infine Mummenschanz nello spettacolo “You and me”.

La Camerata per i balletti del TeatroDanza Mediterraneo propone una formula di abbonamento particolarmente contenuta!

Solo € 100 anziché € 200 per prenotazioni fino a lunedì 25 Novembre.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sitowww.cameratamusicalebarese.it, presso il Botteghino del Teatro Petruzzelli e il Box Office della Feltrinelli.

 

***********

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Sabato 23 novembre secondo appuntamento della nuova Rassegna della Camerata Musicale Barese

“Musicando nelle Chiese”, con il Modus String Quartet presso la Chiesa di Santa Croce di Bari.

Inizio del concerto ore 20.30.

Con questa nuova rassegna la “Camerata” si propone di intraprendere un percorso di ascolto e spiritualità articolato in diversi appuntamenti musicali in collaborazione con diverse parrocchie di Bari e provincia.

Gli appuntamenti uniranno la magia della Musica alla bellezza delle Chiese pugliesi, per cui tra le sacre mura echeggeranno note musicali di alta spiritualità per avvicinare un pubblico all’ascolto della Musica classica nelle sue diverse forme e tipologie, dando sempre grande spazio sia ai giovani che ad affermati artisti da molti anni in carriera. Proprio in tale ottica ormai la “Camerata” da alcuni anni, si impegna per costruire un progetto di eventi ed iniziative per tutti, che valorizzi la Cultura, la Storia e le Tradizioni di tutta la Regione.

Una Rassegna che è destinata a ripetersi e a diventare non solo un progetto, ma una realtà artistica alla ricerca di eccellenti Artisti ed Opere di estremo rilievo, ricerca che la Camerata Musicale Barese tende a trasmettere soprattutto alle nuove generazioni.

Il “Modus String Quartet” nasce dalla grande passione per la musica d’insieme. I componenti sono prime parti dell’Orchestra del Teatro “Traetta”, espressione del Traetta Opera Festival di Bitonto. Uniti da molti anni di collaborazioni artistiche e da profonda amicizia, Serena Soccoia e Pantaleo Gadaleta (violinisti), Teresa Laera (violista) e Gaetano Simone (violoncellista) decidono di fondare il gruppo nel 2015. Con questa formazione affrontano il repertorio classico e contemporaneo, privilegiando composizioni di rara bellezza anche attraverso un progetto discografico di ampio respiro iniziato con la pubblicazione di: “Filippo Trajetta – Un musicista italiano in America” con l’esecuzione dei Tre Quartetti Concertati di Filippo, figlio del celebre operista bitontino Tommaso Traetta (Trajetta); poi “Alfonso Rendano Portrait – Suggestioni sonore di un compositore tardo romantico” con l’esecuzione del quintetto per pianoforte e quartetto d’archi. I membri del Modus Quartet sono attivi sia come interpreti che come didatti in campo nazionale ed internazionale.

In programma:   ANTONIO VIVALDI “Sinfonia in si min. “Al Santo Sepolcro” RV 169, Suonata a 4 in mibem. magg. “Al Santo Sepolcro” RV 130 e Fuga dal Concerto in re min. op. 3 n.11- RV 565; ARCANGELO CORELLI Fuga “a quattro voci con un soggetto solo” in re magg.; JOHANN SEBASTIAN BACH Fuga insi min. su un tema di Corelli BWV 579 e ilConcerto n. 4 in la magg. per clavicembalo BWV 1055.

Il  prossimo  appuntamento  della rassegna è fissato l’8 dicembre presso la Chiesa di San Giuseppe di Bari sempre con  il Modus String Quartet.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero, gratuiti, aperti a tutta la collettività, per una Chiesa di tutti dove la bellezza della Musica porterà al naturale arricchimento dello spirito.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141, tel. 080/5211908.

****************

Con cortese preghiera di pubblicazione e/o trasmissione