Comunicati

La Camerata Musicale Barese nonostante i postumi, ancora vigenti, della “triste pandemia” è al lavoro per definire gli ultimi dettagli della sua ripresa artistica.

Dopo lo strepitoso successo di tutti gli spettacoli che hanno segnato la Ri…partenza della Camerata, con lo splendido concerto tenuto da Salvatore Accardo e Bruno Canino, dal sold out di Sergio Cammariere che ha incantato il pubblico barese, l’Associazione barese si ferma per una piccola pausa estiva.

E’ un consuntivo che trova conferma e riconoscimento nei positivi giudizi della critica, dei Soci, del pubblico tutto e degli stessi artisti ospiti del Cartellone della Stagione 2020/2021.

In effetti quest’ultima Stagione ha vissuto Eventi e momenti esaltanti che hanno raccolto una messa di applausi. E’ il segno inequivocabile dell’interesse e della passione del pubblico affezionato della “Camerata”, che ha continuato a sostenerla anche in questo periodo particolare.

Ma a settembre già si riparte con il prosieguo della Stagione in corso, in attesa di poter finalmente festeggiare gli 80 anni di vita…..

Primi due appuntamenti con Musica e Teatro insieme per raccontare la vita del genio Mozart, nell'interpretazione di Tullio Solenghi accompagnato dal Trio d'Archi di Firenze e dell’attriceLaura Morante in “Memorie – dedicato ad Astor Piazzolla” che sarà accompagnata dal Trio Lumiere.

Nei primi giorni di settembre invece, saranno rese note “le Prime Anticipazioni” degli 80 anni in Musica che riempiranno la locandina della prossima Stagione 2021/2022 dove non mancheranno Eventi di spicco della Grande Musica, la Danza, il TeatroMusicale ed il Jazz.

La Camerata si propone così di continuare a rappresentare una sempre più affermata realtà nel panorama artistico e culturale della Città, della Puglia e del Mezzogiorno, ad onta delle difficoltà e della crisi causata dal Covid.

L’Associazione comunica di avere disposto l’apertura delle prenotazioni degli Abbonamenti per

l’80ª Stagione con promozioni e proposte di particolare interesse per gli abbonati del biennio (78ª e 79ª Stagione), che vedrà, sui palcoscenici baresi, esibirsi Stelle nazionali ed internazionali del panorama artistico per festeggiare gli 80 anni della più “antica” istituzione del Sud Italia.

Prenotazioni ed informazioni presso gli uffici della Camerata e presso il sito internet www.cameratamusicalebarese.it 


Domani 23 luglio al Teatro Petruzzelli andrà in scena lo spettacolo “CARMEN / BOLERO” per la rassegna “TeatroDanza Mediterraneo” della Camerata Musicale Barese.

La nuova produzione della MM Contemporary Dance Company presenta due titoli del grande repertorio musicale nell’interpretazione di due coreografi italiani, Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie e Michele Merola, anche direttore artistico della compagnia: con questo spettacolo la MM Contemporary Dance Company vuole offrire la rivisitazione di due celeberrime opere musicali, che sono state oggetto di rappresentazione da parte di grandi coreografi contemporanei, basti citare Mats Ek per Carmen e Maurice Bejart per Bolero.

Lo spettacolo è diviso in due parti. La prima parte, CARMEN Sweet, una creazione esclusiva di Emanuele Soavi per la MM Contemporary Dance Company, è pensata tenendo conto dell’originale intenzione del compositore di creare un’opera-comique: così come definiva Georges Bizet la sua Carmen, presentata a Parigi nel 1875.

La seconda parte, BOLERO (1928), meccanismo ad orologeria dalla rigorosa precisione, ancora oggi è tra i brani più noti e ascoltati della storia della musica: una delle ragioni della fortuna del pezzo sembra essere fortemente legata all’evocazione di immagini di sensualità che questo suscita, anche quando tali suggestioni sono contrassegnate da una sostanziale ambiguità. Nella versione di Merola, Bolero viene dunque raccontato come una non-storia, fantastica ma possibile, comunque pertinente al mondo reale. Dagli allusivi colpi di tamburo rullante iniziale, sino alla “esplosione” finale dell’intera orchestra, la danza, in stretta simbiosi con la musica, veicola una sorta di astratta “fiaba amara”, allegoria del dolore di vivere e dell’incomprensione fra esseri umani. Così Bolero diventa metafora della nostra esistenza, stretta nei doppi binari che ciascuno sperimenta nel corso della propria vita, fra contrasto e dialogo, seduzione e disinganno, sorpresa e sconcerto.

Inizio spettacolo ore 20.45.

Il Balletto è l’’ultimo appuntamento della “Camerata” prima della chiusura per la pausa estiva, ma è anche lo spettacolo di chiusura della 78ª Stagione 2019/2020 che non si era potuto tenere, lo scorso anno, a causa della triste pandemia.

Per l’appuntamento è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare ad un UNDER 26.

La Camerata Musicale Barese comunica di aver aperto la Campagna Abbonamenti, con diritto di prelazione, per la nuova Stagione, la 80ª, che vedrà, sui palcoscenici della Città, Eventi e manifestazioni di grande respiro internazionale.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.


Ultimi due appuntamenti prima della pausa estiva per la programmazione della Camerata Musicale Barese: domani al Teatro Showville il gruppo di Sherrita Duranin un concerto di musica Gospel americana.

Sherrita Duran   sarà accompagnata da 4 voci e una base ritmica formata da piano, basso e batteria.

Per Sherrita “Il Gospel” non è solo un genere musicale ma un’esperienza di vita. Il critico musicale Mario Luzzatto Fegiz l’ha definita “Un soprano acrobatico, una forza della natura capace di unire il bel canto alla musica black”.

Sherrita Duran, nata e cresciuta a Fresno, si trasferisce molto presto a Los Angeles dove si laurea in opera lirica e arti vocali presso l’Università South California. Già giovanissima si esibisce sui palcoscenici più prestigiosi degli Stati Uniti. Fin dagli esordi e ancora oggi, la sua carriera si misura con un repertorio vastissimo: dalla lirica al pop, dal gospel al jazz, dal soul alla musica dance e hip-hop, dal rhythm and blues al musical come vocalist e compositrice. Dopo alcuni anni di importanti esperienze a New York (musical a Broadway ed altro), Sherrita decide di trasferirsi in Italia. Il suo curriculum è straordinario. Vanta collaborazioni prestigiose, da Celentano a Morandi fino a Irama e partecipa a numerose trasmissioni televisive.

Ultimo appuntamento il 23 luglio, al Teatro Petruzzelli, con “Carmen/Bolero” della MMContemporary Dance Company già vincitrice del prestigioso Premio “Danza & Danza”come migliore Compagnia emergente (2010).

La produzione della MM Contemporary Dance Company porta in scena due grandi titoli del repertorio musicale nell’interpretazione di due coreografi italiani, Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie, e Michele Merola, direttore artistico della compagnia: con questo spettacolo la MM Contemporary Dance Company vuole offrire la sua rivisitazione di due celeberrime opere musicali, che sono state oggetto di rappresentazione da parte di grandi artisti contemporanei, basti citare Mats Ek per Carmen e Maurice Bejart per Bolero.

Il Balletto è l’appuntamento di chiusura della 78ª Stagione 2020/2021   che non si era potuto tenere  lo scorso anno  a causa della triste pandemia.

Inizio degli spettacoli ore 20.45.

Per l’appuntamento dei Gospel è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare ad un UNDER 26.

Sono anche disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione.

La Camerata Musicale Barese comunica di aver aperto la Campagna Abbonamenti, con diritto di prelazione, per la nuova Stagione, la 80ª, che vedrà, sui palcoscenici della Città, Eventi e manifestazioni di grande respiro internazionale.    

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.


Bolero e Carmen Sweet, due titoli del grande repertorio musicale, è la proposta della MM ContemporaryDance Company per la rassegna “TeatroDanza “ della Camerata Musicale Barese il 23 luglio al Teatro Petruzzelli alle 20.45.

Interpreti due coreografi italiani, Emanuele Soavi, da anni attivo in Germania presso prestigiose compagnie, e Michele Merola, direttore artistico della compagnia che con Bolero ha vinto il Premio Europaindanza 2017.

Nel realizzare una nuova versione coreografica del Bolero, Merola si è confrontato con questa musica ossessiva e ripetitiva, cercando di comprenderne l’identità, la ragione e la funzione, per arrivare così alla sua interpretazione: alla fine di questo percorso l’ispirazione del coreografo si è focalizzata sul ventaglio inesauribile dei rapporti umani, in particolare quelli di coppia, dentro ai quali, spesso, registriamo le reciproche e inconciliabili distanze tra uomini e donne, quel “muro trasparente” che li divide. Così, nelle diverse sfumature assunte dalla danza, la coreografia declina la varietà di umori che “circolano” intorno e dentro al rapporto di coppia. Umori che, comunque, rendono speziata l’esistenza. Nella coreografia si proiettano, dall’interno verso l’esterno, paure, desideri rimossi, scosse esistenziali che rivelano interi universi, legami segreti che esistono tra le persone… e l’ironia lascia il posto al timore, l’amore al disinganno, il distacco alla condivisione, e via via, fra crescendo e diminuendo, come la musica del Bolero.

Su questa stessa musica, con la “licenza” e l’inventiva che sono il segno vero di ogni artista, è intervenuto Stefano Corrias. Da compositore raffinato ed esperto, consapevole delle esigenze del palcoscenico, Corrias ha creato una sua propria partitura musicale, liberamente ispirata alla versione originale del brano di Ravel. Il nuovo spartito è stato composto analizzando attentamente le pagine di Bolero, e si integra perfettamente con esso, collocandosi in tre diversi momenti: all’inizio della coreografia, a metà e subito prima del crescendo finale. All’interno della scrittura coreografica, i tre frammenti sottolineano i momenti più intimi, e più veri, di ognuno di noi, quando siamo lontano dagli sguardi degli altri, e lontani dal rumore assordante del mondo.

Nella versione di Merola, Bolero viene dunque raccontato come una non-storia, fantastica ma possibile, comunque pertinente al mondo reale. Dagli allusivi colpi di tamburo rullante iniziale, sino alla “esplosione” finale dell’intera orchestra, la danza, in stretta simbiosi con la musica, veicola una sorta di astratta “fiaba amara”, allegoria del dolore di vivere e dell’incomprensione fra esseri umani. Così Bolero diventa metafora della nostra esistenza, stretta nei doppi binari che ciascuno sperimenta nel corso della propria vita, fra contrasto e dialogo, seduzione e disinganno, sorpresa e sconcerto.

Carmen Sweet è una creazione esclusiva di Emanuele Soavi, pensata tenendo conto dell’originale intenzione di Georges Bizet di creare un’Opera Comique, così definita dallo stesso compositore francese.

Dando spazio al virtuosismo tecnico e teatrale degli interpreti, il coreografo permette di immergersi in una trama di sottili relazioni, equilibri e ricami. I personaggi inscenano sulla piazza “metafisica” del palco la passione di Carmen, sarcastici e bizzarri nei gesti e nei movimenti.

Nella Plaza de Toros di Siviglia, i personaggi si ritrovano per il giorno della corrida. Tutti attendono Escamillo, quell’Escamillo che crede che Carmen sia solo sua e non si cura degli avvertimenti di Mercedes e Frasquita. Ricoperti di polvere, confusi nei loro vizi, i personaggi, come un gruppo di istrioni, inscenano sulla piazza “metafisica” del palco la passione di Carmen.

Sarcastici e bizzarri nei loro gesti e movimenti, questi commedianti tentano di far evitare lo scontro perenne tra Don José e il Toreador, mentre Micaela, sola nell’ombra, va nascondendosi e mostrandosi, cercando di rubare invano i loro cuori e le loro attenzioni. Ma Don José è ben presto nei paraggi. Ignorando i consigli delle amiche, Carmen lo incontra e José la supplica di tornare con lui. Agli sprezzanti rifiuti, José la minaccia e, mentre la folla applaude Escamillo vittorioso, accecato dall’ira, José uccide Carmen.

In questa fiction in movimento, si svela al pubblico un racconto che può essere “vero” e non solo immaginario, fatto di bellezza fisica espressa dai corpi dei danzatori, dove la narrazione delle scene è scandita dalle relazioni tra i sensi, che ripetutamente infiammano di passione i protagonisti in scena.

Il Balletto è l’’ultimo appuntamento della “Camerata” prima della chiusura  per la pausa estiva ed è lo spettacolo di chiusura della 78ª Stagione 2019/2020 che non si era potuto tenere  lo scorso anno  a causa della triste pandemia. 

Per l’appuntamento è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare ad un UNDER 26.

Sono anche disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione.

La Camerata Musicale Barese comunica di aver aperto la Campagna Abbonamenti, con diritto di prelazione, per la nuova Stagione, la 80ª, che vedrà, sui palcoscenici della Città, Eventi e manifestazioni di grande respiro internazionale.    

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.

 


La Camerata Musicale Barese è Ri….partita recuperando già la maggior parte degli appuntamenti della 79ª Stagione Concertistica sospesi a causa del Covid19.  Grande successo per la ripresa dei concerti di Sergio Cammariere, Salvatore Accardo e Bruno Canino, Ivo Pogorelich, Francesca Dego fino allo spettacolo del Professor Michele Mirabella di qualche giorno fa.

Subito dopo la pausa estiva saranno riprogrammati gli ultimi appuntamenti ancora da realizzare.

La Rassegna “Notti di Stelle Winter” riprenderà mercoledì 21 luglio con la musica spirituals: a ravvivare il Teatro Showville sarà il gruppo di Sherrita Duran, uno straordinario talento vocale al servizio del gospel tradizionale mescolato alle nuove tendenze del contemporary gospel.

Il Gospel Show è uno spettacolo ormai affermato, un concerto di musica Gospel americana interpretato dalla bellissima voce di Sherrita Duran che sarà accompagnata da 4 voci e una base ritmica formata da piano, basso e batteria.

Voci davvero indimenticabili interpretano le canzoni che toccano il cuore, per un'esperienza Gospel da non perdere e per un tributo alla musica sacra afroamericana, nonché’ le canzoni più conosciute da grandi e piccini. Le loro inconfondibili voci si uniscono in una armonia da brivido difficile da dimenticare.

Una voce calda come la sua California, un timbro morbido e vellutato, del tutto particolare, un’estensione senza confini e un’ottima tecnica che le permette grande versatilità in ogni stile musicale; una fortissima passione fin da piccola per la lirica e i musical; un innato talento compositivo: Sherrita è davvero un’artista a tutto tondo.

La sua voce stupisce e rapisce l’ascoltatore al punto che il critico musicale Mario Luzzatto Fegiz l’ha definita “Un soprano acrobatico, una forza della natura capace di unire il bel canto alla musica black’’.

Nata e cresciuta a Fresno (California), Sherrita si trasferisce molto presto a Los Angeles dove nel 1992, quando la sua carriera artistica è già avviata, si laurea in Opera Lirica, Musica e Arti Vocali presso l’Università South California. Già giovanissima si esibisce sui palcoscenici più prestigiosi degli Stati Uniti dove il suo talento non tarda a farsi scoprire e sin dagli esordi della sua carriera Sherrita si misura con un repertorio vastissimo: dalla lirica al pop, dal gospel al jazz, dalla musica Soul alla musica dance e hip-hop, dal rhythm and blues al musical.

Dopo un paio d’anni in tournée con vari Ensemble musicali, Sherrita decide di trasferirsi a New York per dedicarsi completamente alla lirica e ai musical.  Nel 2000 riceve il premio di poeta dell’anno dalla rivista newyorkese “Talent in Motion” e nel 2003 vince la prestigiosa borsa di studio per cantanti lirici della Gerda Lissner Foundation. Dopo nove anni di importanti esperienze nella frenetica New York, Sherrita decide di trasferirsi in Italia. Da subito apprezzata e richiesta, percorre il Paese in lungo e in largo portando il messaggio della musica gospel fino all’incontro, con suo marito, Antonio Puccio, ora anche suo manager.

Sherrita nel suo percorso artistico, versatile e creativo, ha collaborato, come vocalist, con Adriano Celentano, Gianni Morandi, Mauro Ermanno Giovanardi, con il rapper Mondo Marcio incide la canzone Segui la stella.  Dal dicembre 2010 è vocal coach e solista dell’Italian Gospel Choir, diretto da importanti maestri tra i quali Peppe Vessicchio, Fio Zanotti e Fabio Perversi. Nel Febbraio 2019 partecipa al Festival di Sanremo e accompagna per le 4 serate, insieme al suo coro Gospel, il cantante Irama con la canzone La ragazza con il cuore di latta, dove le è stata affidata una parte solista nella canzone.

Ultimo appuntamento, prima delle vacanze, il 23 luglio, al Teatro Petruzzelli, con “Carmen/Bolero” della MMContemporary Dance Company già vincitrice del prestigioso Premio “Danza & Danza”come migliore Compagnia emergente (2010). Il Balletto, una rivisitazione di due grandi classici in chiave contemporanea, è programmato per la chiusura della 78ª Stagione 2019/2020 che non si era potuta concludere proprio a causa della triste pandemia.

Inizio degli spettacoli ore 20.45.

Per l’appuntamento dei Gospel è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare ad un UNDER 26.

Sono anche disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione.

La Camerata Musicale Barese comunica di aver aperto la Campagna Abbonamenti, con diritto di prelazione, per la nuova Stagione, la 80ª, che vedrà, sui palcoscenici della Città, Eventi e manifestazioni di grande respiro internazionale.    

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.  

 


Sarà Michele Mirabella, il ‘Professore’ della TV italiana, il protagonista dell’appuntamento di “Teatro Musicale” organizzato dalla Camerata Musicale Barese  domani 14 luglio, alle ore 20.45 al Teatro Petruzzelli. 

Mirabella, accompagnato dall’Orchestra Mercadante diretta da Maurizio Dones, presenterà lo spettacolo, di cui è anche autore, “Ma misi me per l’alto mare aperto…” in cui i passi più celebri della Commedia dantesca si intrecciano con esecuzioni musicali sulle note di Mozart, Olshanetsky, Piazzola, Hershkovitsh e dello stesso Dones.  

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il “Professore”, propone un coinvolgente percorso sul “Sommo Poeta”. Un viaggio arricchito da molteplici riferimenti ad altri “grandi” della tradizione letteraria, che fa di questo spettacolo un vero e proprio excursus nella storia della letteratura italiana nei secoli. 

Un percorso attraverso le figure iconiche del capolavoro dantesco, da Ulisse e Paolo e Francesca, da Manfredi fino alla beatitudine della Vergine Maria. 

L’Orchestra Mercadante, diretta da Maurizio Dones, vedrà Rocco Debernardis al clarinetto, Leo Binetti al pianoforte, Fabrizio Signorile e Alessandro Fiore al violino, Francesco Capuano alla viola, Elia Ranieri al violoncello e Giuseppe Latrofa al contrabbasso. 

In questo 2021 ‘dantesco’ non poteva mancare un tributo da parte della Camerata Musicale Barese che ha scelto questo appuntamento per regalare alla città una serata tra cultura, musica e intrattenimento, in cui le grandi doti di narratore di Michele Mirabella incontrano le eterne rime dell’Alighieri. 

Prossimo appuntamento della Stagione  mercoledì 21 luglio al Teatro Showville  con il Gospel di Sherrita Duran che si sarebbe dovuto  tenere nello scorso dicembre. Voci davvero indimenticabili interpretano le canzoni che toccano il cuore, per un'esperienza Gospel da non perdere. Infatti per Sherrita “Il Gospel” non è solo un genere musicale ma un’esperienza, e attraverso le canzoni più conosciute ed amate farà vivere una bellissima serata agli ascoltatori, che saranno coinvolti ed emozionati. 

Inizio concerto ore 20.45. 

Anche per questi appuntamenti è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare a qualsiasi giovane UNDER 26. Sono anche disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.  


Primo appuntamento con il Teatro Musicale della 79ª Stagione della Camerata Musicale Barese mercoledì 14 luglio al Teatro Petruzzelli. In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il Professor Michele Mirabella conduce gli spettatori in un coinvolgente percorso sul “Sommo Poeta”.  

Un viaggio arricchito da molteplici riferimenti ad altri “grandi” della tradizione letteraria, che fa di questo spettacolo un vero e proprio excursus nella storia della letteratura italiana nei secoli. 

La narrazione, che si struttura nella forma di chiacchierata con il pubblico, si unisce alla lettura di alcuni passi immortali. La musica si snoda su un percorso di suggestioni suggerite dal Professore, dotato di un profondo “magnetismo comunicativo”. Alcune proiezioni di immagini accompagneranno il percorso in un continuum di bellezza ed eleganza espositiva. 

In questo viaggio Michele Mirabella è accompagnato dall’Orchestra da Camera Saverio Mercadante, diretta dal Maestro Maurizio Dones. 

Così presenta lo spettacolo Michele Mirabella: “Ho sempre pensato che i libri non solo vadano letti, ma che, di essi, vada data testimonianza. Soprattutto se si tratta di letteratura. Ho pensato anche che la parola scritta sia stata scritta non solo per essere letta e pronunciata, ma soprattutto per essere tramandata. La letteratura va letta, eseguita, interpretata, come la musica. Intere sequenze poetiche possono subire il ricamo dell’interpretazione del lettore, la quale altro non è che il sentimento dell’arte letteraria, della narrazione, della poesia. Non importa il piglio professionale, la passione dell’aedo, la ridda di intenzioni che, della lettura, possano essere componente espressiva, strumentazione estetica, arnesi della esegesi del testo, di un’ermeneutica spontanea e intuitiva disposta ad essere accettata o criticata con candore o cipigli. Importa che la lettura restauri il dialogo tra i lettori, ognuno dei quali abilitato ad una sua lettura messa, col cuore, a disposizione del prossimo come beata interferenza nel miracoloso rapporto dell’autore, di chi ha pensato e scritto, e il “lector” che ridona vita all’opera. Ecco spiegata la ragione di questa lettura di qualche pagina di Dante, qualche verso della Commedia e di qualche congettura esegetica sostenuta da un percorso indagatore che esige la condivisione dai compagni di viaggio, del pubblico. La musica è prodotta da scelte beatamente arbitrarie, di ambienti diacronici rispetto alla trama della produzione poetica, ma accostata, proprio perché arruolata dalla historia cordis che abbiamo presunto di condividere con l’itinerario del poeta. Gli approdi sono nelle onde di una poesia meravigliosa, porti sicuri e mai abbastanza perlustrati dai quali non fanno che fiorire nuove navigazioni. Insomma, anche io ho messo me per l’alto mare aperto. Il mio mare aperto.  

Ognuno ha il suo. Questo mio è l’immenso, sfiancante, estatico amore per “Dante Alighieri”. 

Anche per questo appuntamento è valida la nuova iniziativa “RIPARTIAMO DAI GIOVANI” che offre la possibilità di ricevere in omaggio, fino ad esaurimento delle disponibilità, per ogni acquisto di biglietti, un ticket da destinare a qualsiasi giovane UNDER 26.  

Sono anche disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione. 

Da lunedì 12, presso gli uffici della Camerata, sarà possibile riprenotare il posto numerato, da parte degli abbonati della Stagione 2019/20’ e dei possessori di biglietti, per lo spettacolo di Carmen/Bolero del 23/7 p.v. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.


Appuntamento imperdibile con il grande jazz italiano domani 9 luglio al Teatro  Petruzzelli: sul palcoscenico barese Bruno Biriaco e  Saxes  Machines.  

Il batterista Bruno Biriaco a distanza di 40 anni dalla prima formazione del progetto, riporta sul palco i suoi Saxes Machine. L’avventura dei Saxes Machine iniziò nel 1978 quando si era da poco conclusa l’avventura dello storico gruppo jazz-rock del Perigeo. Fu  allora che il batterista romano sviluppò l’idea di proporre una formazione che prevedesse un ottetto composto da 3 musicisti alla ritmica (batteria, basso e pianoforte) e altri 5 che suonassero i sax. In tale maniera venne costituita quella che a tutti gli effetti può essere considerata una piccola big band. 

Bruno Biriaco si affaccia sulla scena a 17 anni, come batterista, affermandosi subito fra i musicisti più rappresentativi del Jazz italiano degli anni ’70. Collabora con i migliori musicisti italiani e stranieri come Franco D’Andrea, Gianni Basso, Nunzio Rotondo, Frank Rosolino, Chet Baker, Johnny Griffin, Slide Hampton, George Coleman, Bob Berg. Dal ‘72 al ‘77, fa parte del “PERIGEO”, il maggior gruppo di Jazz-Rock italiano degli anni ‘70, col quale registra sei album per la RCA Italiana.  

I "Saxes Machine" hanno segnato un’epoca, e ancora oggi dimostrano come il Jazz possa tranquillamente esprimersi, senza mai perdere le sue peculiarità, anche all’interno della più elaborata partitura. 

Sul palco Bruno Biriaco (batteria), Gianni Oddi (sax alto), Filiberto Palermini (sax alto), Alessandro Tomei (sax tenore), Massimo Filosi (sax tenore), Marco Guidolotti (sax baritono) Ettore Carucci (piano) e Massimo Moriconi (contrabasso).  

 Disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it 


Proseguono gli appuntamenti della 79ª Stagione “Fascinosa” della Camerata Musicale Barese: il 9 luglio, al Teatro Petruzzelli, ritorna il jazz con i "Saxes Machine" in concerto.  

Con Bruno Biriaco alla batteria, un gruppo storico del Jazz italiano ed i suoi grandi solisti: Gianni Oddi sax alto,  Filiberto Palermini sax alto, Alessandro Tomei sax tenore, Massimo Filosi sax tenore, Marco Guidolotti sax baritono, Ettore Carucci pianoforte, Massimo Moriconi basso. 

Cinque sassofoni più ritmica. Questa la formula dei Saxes Machine, formazione concepita da Bruno Biriaco alla fine degli anni settanta – subito dopo, quindi, l’esperienza vissuta dal batterista con il Perigeo – e che oggi rappresenta il terreno per l’incontro tra jazzisti italiani appartenenti a generazioni diverse e, di conseguenza, porta sul palco una sintesi naturale tra diverse maniere di intendere il jazz e la musica di improvvisazione. Sin dagli anni settanta, Bruno Biriaco ha collaborato con i musicisti statunitensi e con i più rappresentativi alfieri del jazz italiano come, tra gli altri, Gianni Basso, Nunzio Rotondo, Frank Rosolino, Chet Baker, Johnny Griffin, Slide Hampton e George Coleman. Insieme a Giovanni Tommaso, Franco D’Andrea, Claudio Fasoli e Tony Sidney, è stato protagonista del Perigeo, una esperienza tra le più importanti del jazz e, in generale, della musica italiana: formazione con cui ha registrato sei dischi e si è imposto all’attenzione del pubblico internazionale. Oltre alle esperienze jazzistiche, Bruno Biriaco collabora sin dagli anni Ottanta con la RAI, per la quale ha curato le musiche di scena e le colonne sonore di tantissimi programmi.  

Mercoledì 14 luglio, sempre al Petruzzelli, Michele Mirabella in un “Omaggio a Dante” accompagnato dall’ Orchestra da Camera Saverio Mercadante. 

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il “Professore” della televisione italiana, con il suo stile accattivante, conduce gli spettatori in un coinvolgente percorso sul “Sommo Poeta”. Un viaggio arricchito da molteplici riferimenti ad altri “grandi” della tradizione letteraria, che fa di questo spettacolo un vero e proprio excursus della storia della letteratura italiana nei secoli. 

La narrazione, che si struttura nella forma di una chiacchierata con il pubblico, viene arricchita dalla lettura di alcuni passi immortali  e con proiezione d’immagini che accompagnano il percorso in un continuum di bellezza ed eleganza espositiva. 

La musica, che si snoda lungo un percorso di suggestioni ispirate dal profondo “magnetismo comunicativo” del Professore, vede protagonista l’Orchestra da Camera  Saverio Mercadante diretta dal maestro Maurizio Dones. 

Disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it 


Torna la Danza per la 79ª Stagione della Camerata Musicale Barese: domani 7 luglio al Teatro Petruzzelli in scena lo spettacolo “Preludes”. Inizio dello spettacolo ore 20.45. 

“Preludes” è una nuova produzione in cui musica e danza pura si fondono per dar vita a uno spettacolo raffinato ed emozionante costruito intorno al ‘preludio’, una delle forme musicali più frequentate del repertorio pianistico.  Costanza Principe, giovane e affermata pianista, esegue alcune delle pagine più note e rappresentative, da Bach, Chopin, Debussy e Rachmaninov, esibendosi in un emozionante contrappunto con le coreografie di Massimo Moricone.  

I brani sono interpretati, in diverse formazioni, da tre  ballerini fra i più amati dal pubblico italiano: Anbeta Toromani, Alessandro Macario, e Amilcar Moret Gonzalez. 

Anbeta Toromani è nata a Tirana in Albania, dove ha frequentato l’Accademia Nazionale di Danza. Tra i riconoscimenti ottenuti si segnalano il Premio Gino Tani per le arti dello spettacolo e il Premio Danza&Danza. Dal 2016 è ospite nei maggiori teatri italiani per le produzioni di Schiaccianoci, Coppelia e Carmen di Amedeo Amodio con la produzione di Daniele Cipriani Entertainment. 

Nato a Napoli, Alessandro Macario è entrato a far parte della scuola di ballo del Teatro San Carlo a dieci anni, conseguendo il diploma nel 1998. In pochi anni è arrivato ad esibirsi alla Scala in numerosi balletti. Da alcuni anni danza regolarmente con Anbeta Toromani, sua compagna anche nella vita: insieme vengono invitati in numerose produzioni e gala, in Italia e all’estero. 

Amilcar Moret Gonzalez è nato a L’Havana e si è diplomato alla National Ballet School of Cuba.. Ha vinto la medaglia d’oro al Concours International de la Dance e la medaglia di bronzo all’Helsinki International Ballet & Choreography Competition. Attualmente è primo ballerino della Compagnia di Kiel. 

Massimo Moricone è un danzatore e coreografo italiano. Ha fondato nel 1983 la Compagnia Teatro Koros collaborando negli anni con istituzioni prestigiose. Nel 1984 ha vinto il Primo Premio al Concours International de Choreographie de Nyon e il Prix de l’Université de la Danse de Paris. È stato coreografo ospite presso istituzioni prestigiose e dal 1989 collabora regolarmente con la Scuola di Danza dell’Opera di Roma come professore di danza contemporanea e coreografo e con eguali mansioni dal 2005 viene invitato all’Istituto Superiore di Danza dell’Universidad Rey Juan Carlos di Madrid.  

Dopo il debutto in pubblico all’età di sette anni, la pianista italiana Costanza Principe risulta vincitrice di  numerosi premi in concorsi pianistici nazionali e internazionali. Ha suonato come solista con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra del Teatro Coccia di Novara, la Melicus Chamber Orchestra e la Royal Academy Symphony Orchestra. È stata ospite dei Concerti del Quirinale di RAI Radio3. Nell’ottobre 2020 si è diplomata con il massimo dei voti all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma sotto la guida di Benedetto Lupo. 

E  venerdì 9 luglio, sempre al Petruzzelli, si cambia decisamente ritmo con il Jazz di  Bruno Biriaco &  Saxes Machine. 

A 40 anni dalla sua formazione, rinasce quindi  la Saxes Machine  ideata dal batterista, leader e compositore Bruno Biriaco. Un gruppo formato da 5 sassofoni più sezione ritmica, ispirato alle grandi orchestre del Jazz. Un gruppo storico del jazz italiano, che si esprime secondo le armonie e le sonorità tipiche delle moderne big band, sintetizzate per piccolo gruppo. 

Per il ritorno della danza e del jazz  sono disponibili ultime promozioni sul sito dell’Associazione. 

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it