Sala stampa

Appuntamento   con la scintillante Orchestra Filarmonica di Odessa , una preziosa 'gemma musicale' diretta dal Maestro  Maffeo Scarpis     solista il Pianista Alberto Ferro per porgere gli  Auguri di Capodanno ai Soci ed al pubblico della Camerata Musicale Barese  domenica 2 gennaio  alle ore 21 al Teatro Petruzzelli.

La Filarmonica di Odessa arriva da una fiorente tradizione musicale. Fondata nel 1937, per tutto il periodo sovietico ha eseguito regolari stagioni sinfoniche importanti senza mai viaggiare fuori dai confini dell'Urss. Con l'indipendenza dell'Ucraina, lo status dell'orchestra è cambiato. La Odessa Philharmonic Orchestra è stata la prima orchestra ucraina ad attraversare l'Oceano Atlantico e l'Equatore, esibendosi in prestigiose sale da concerto come il Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Colonia, la Beethovenhalle di Bonn, il Barbican Hall di Londra, l 'Auditorium nazionale di Madrid, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo Society, Carnegie Hall di New York e il Kennedy center di Washington, DC, Orchestra Hall di Chicago,

Nel 1994 la è stata la prima orchestra sinfonica ucraina ad esibirsi nella Sala Grande della Società Filarmonica di San Pietroburgo dopo il crollo dell'Urss. Nel giugno 2002, per decisione del presidente dell'Ucraina Leonid Kuchma, è diventata ufficiale l'Odessa Philharmonic Orchestra, la prima organizzazione dello spettacolo in Ucraina al di fuori della capitale Kiev.

L'Orchestra Filarmonica di Odessa sarà impegnata  in un programma d'eccezione con il Concerto n. 3 in Re minore op. 30 per Pianoforte e Orchestra, composto nel 1909 da Sergej Rachmaninov, conosciuto ormai come "Rach 3", considerato il più difficile brano per pianoforte che sia stato mai scritto.

Mercoledì 5 gennaio appuntamento, sempre al Teatro Petruzzelli, con Raphael Gualazzi , che tornerà a Bari, in esclusiva per l'intero Sud Italia, con “A Special Night”, spettacolo che era stato rinviato a causa del Covid. Ad impreziosire la serata la partecipazione speciale di Simona Molinari.          

Nel 1941/42 Bari ebbe la sua prima Stagione Concertistica: per ricordare quel periodo d'oro per la Città, la Camerata Barese offre per i due spettacoli, fino ad esaurimento, uno sconto del 50% per coppie di spettatori .

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Il tradizionale “Concerto di Capodanno” della Camerata Musicale Barese si terrà domenica 2 gennaio al Teatro Petruzzelli (ore 21).

A porgere gli auguri ai soci ed al pubblico tutto l' Orchestra Filarmonica di Odessa diretta da Maffeo Scarpis solista il Pianista Alberto Ferro.

I quasi 60 strumentisti dell'Orchestra Filarmonica di Odessa, saranno impegnati in un programma d'eccezione, chiamati ad aprire il 2022 con il Concerto n. 3 in Re minore op. 30 per Pianoforte e Orchestra, composto nel 1909 da Sergej Rachmaninov, conosciuto ormai come "Rach 3", considerato il più difficile brano per pianoforte che sia stato mai scritto.

L'Orchestra di Odessa è un complesso che vanta una tradizione di 84 anni di illustri spettacoli. È stata promotrice dell'arte della musica in tutta l'Ucraina, nonché ambasciatrice culturale del paese nel mondo. L' istituzione musicale che vanta una lunga e notevole tradizione incarna l'immagine di Odessa come centro urbano di musica, arte e cultura.

Maffeo Scarpis debutta in Toscana nel 1993 dirigendo La Traviata di Giuseppe Verdi. Successivamente si afferma in due concerti a Roma e Milano con la Metropolitan London Symphony. I numerosi concerti con orchestre internazionali, quali l'Orchestra del Teatro Hermitage di San Pietroburgo e le innumerevoli collaborazioni con orchestre italiane lo hanno portato a dirigere nei più prestigiosi teatri internazionali. Dal 2003 è Assistente alla Direzione Artistica dell'Orchestra di Padova e del Veneto  e Direttore Artistico di “Castelfranco Classica”.

Alberto Ferro, giovanissimo, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania sotto la guida del Maestro Epifanio Comis. Tra i numerosi premi vinti in concorsi internazionali spiccano: il 2° premio al Concorso Pianistico Internazionale di Verona 2014 e all'Aarhus International Piano Competition 2015; il 2° premio, il premio del pubblico e il premio per il più giovane finalista italiano all'International Piano Competition

"UN. Speranza” di Taranto 2015. Successi coronati, come si è anticipato, dal bottino conquistato, ancora nel 2015, al prestigioso Concorso “F. Busoni” di Bolzano, dove si è aggiudicato, oltre al 2°premio, anche il premio della critica e il premio speciale Haydn.

Nel novembre 2015 vince la XXXII edizione del Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia”, riservato ai migliori diplomati d'Italia.

Nel 1941/42 Bari ebbe la sua prima Stagione Concertistica: per ricordare quel periodo d'oro per la città, la Camerata Barese offre, fino ad esaurimento, per posti di poltrona e palchi uno sconto del 50% per coppie di spettatori.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 e sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Sarà l'Orchestra Filarmonica di Odessa ad inondare il “Petruzzelli” degli auguri di Capodanno per il Pubblico della Camerata Musicale Barese.    

Appuntamento il 2 gennaio alle 21.

L' Orchestra, una delle più antiche istituzioni musicali della Russia sarà diretta da un italiano, il Maestro Maffeo Scarpis ed avrà come solista il Pianista Alberto Ferro.

Odessa, una delle più belle città sulla costa del Mar Nero, alla fine del XIX secolo è stato un importante centro culturale, visitato da molte personalità musicali eccezionali, tra cui Piotr Stoliarsky, i suoi allievi David Oistrakh e Nathan Milstein, ed i pianisti Emil Gilels, Sviatoslav Richter, Shura Cherkassky. Da questa musicale discende l'Orchestra con la stragrande maggioranza dei suoi musicisti diplomati del Conservatorio della città. Nonostante il grande valore artistico dell'orchestra, a differenza di Mosca e San Pietroburgo, non le è stato mai permesso di viaggiare fuori dai confini dell'URSS. Con l'indipendenza dell'Ucraina, lo status dell'orchestra è aumentato e nel 1993 il governo le ha assegnato formalmente la qualifica di "federale". Nel 2002 il governo ucraino ha concesso all'

Maffeo Scarpis , nato a Castelfranco Veneto, affianca agli studi universitari di Sociologia, quelli musicali, diplomandosi in fagotto e successivamente dedicandosi allo studio del violino del pianoforte. Descritto dal “Corriere della Sera” come «direttore dal gesto di rara chiarezza e interpretae lucido delle ultime voci del novecento», Maffeo Scarpis spazia con eclettico entusiasmo dal repertorio classico agli ultimi esperimenti compositivi e attualmente è Direttore dell'Orchestra di Padova e del Veneto . 

Vincitore del Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Telekom - Beethoven” di Bonn, Alberto Ferro ha tenuto concerti in prestigiose aste per importanti festival. Come solista ha suonato, tra gli altri, con l'Orchestra Filarmonica della Fenice, la Beethoven Orchester Bonn, la Antwerp Symphony Orchestra e l'Orchestra Nazionale del Belgio, collaborando con direttori come Paul Meyer, Thierry Fischer, Marin Alsop e Christian Zacharias. Attualmente è docente di pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica “Umberto Giordano” di Foggia.

In programma il Concerto n. 3 in Re minore op. 30 per Pianoforte e Orchestra, composto nel 1909 da Sergej Rachmaninov, conosciuto ormai come "Rach 3", considerato il più difficile brano per pianoforte che sia stato mai scritto.

Nel 1941/42 Bari ebbe la sua prima Stagione Concertistica: per ricordare quel periodo d'oro per la città, la Camerata Barese offre, fino ad esaurimento, per posti di poltrona e palchi uno sconto del 50% per coppie di spettatori.

Mercoledì 5 gennaio appuntamento, sempre al Teatro Petruzzelli, con Raphael Gualazzi , uno dei talenti del jazz italiano in tutta Europa, che tornerà a Bari, in esclusiva per l'intero Sud Italia, con “ A Special Night ”, spettacolo che era stato rinviato a causa del covid.          

Il cantautore e compositore ripercorrerà la sua carriera tra brani del suo repertorio e reinterpretazioni di chicche e standard del blues/soul internazionale in cui darà nuovamente prova di quella cifra artistica eclettica e virtuosistica che lo ha fatto amare dalle platee italiane e straniere.

Ad impreziosire la serata la partecipazione speciale di Simona Molinari.

Per informazioni e/o prenotazioni   rivolgersi presso gli uffici della Camerata, Via Sparano 141 infotel 080/5211908.

Le prenotazioni possono essere effettuate altresì sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


La Camerata Musicale Barese è lieta di annunciare la nuova data del concerto di Raphael Gualazzi il 5 gennaio prossimo al Teatro Petruzzelli.                      

Gualazzi presenterà a Bari il suo nuovo progetto “ A Special Night ”.

Inizio del concerto ore 21.

Il cantautore e compositore ripercorrerà la sua carriera tra brani del suo repertorio e reinterpretazioni di chicche blues e soul internazionale, accompagnato da Gianluca Nanni alla batteria e Andres Ulrich al contrabbasso, dando nuovamente prova di quella cifra artistica eclettica e virtuosistica che lo ha fatto tanto amare dalle platee italiane e straniere.  

Ad impreziosire la serata la partecipazione speciale della cantautrice pop-jazz Simona Molinari , che duetterà sul palco con Raphael per un live ricco di grandi sorprese.

Classe 1981, Gualazzi è uno dei grandi talenti della musica italiana all'estero. Dal trionfo in Francia di “Reality and Fantasy” (in vetta all'airplay e alle classifiche digitali) alla consacrazione all'Eurovision Song Contest dove espugnò il secondo posto, Gualazzi non ha smesso di essere apprezzato dal pubblico di tutto il mondo, con importanti tour in Europa ma anche in Canada e in Giappone (dove nel 2018 ha pubblicato “Best of”, una raccolta di successi).

Cantautore, compositore, arrangiatore, musicista e produttore, Raphael dopo gli studi classici al Conservatorio ha sempre sperimentato diversi generi musicali, dando vita ad uno stile personalissimo, tra stride piano, jazz, blues e fusion. Cinque album all'attivo (Love Outside the Window – 2005, Reality and Fantasy – 2011, Happy Mistake – 2013, Love Life Peace – 2016, Ho un piano – 2020) e tre Ep in Italia (sempre con la Sugar), Gualazzi ha pubblicato in tutto il mondo. Nel 2020 ha partecipato al festival di Sanremo con il brano “Carioca”, che ha anticipato l'uscita del suo ultimo album “Ho un piano”. Gualazzi è composto anche per la tv e per il cinema.

Naturalmente tutti i biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data del concerto.

 

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel

080/5211908, sui social dell'Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


La Camerata Musicale Barese dedica all'Ordine dei Medici, che è stato quotidianamente impegnato anche con tristi esiti nella lotta contro il terribile virus che ha cambiato l'esistenza della società, il Concerto di NataleTributo ad Louis Armstrong” previsto domani martedì 21 dicembre al Teatro Showville

L'iniziativa è stata fortementevoluta dai Dirigenti dell'Associazione Barese per festeggiare due avvenimenti importanti: il primo è il conseguimento di un traguardo che poche istituzioni musicali italiani possono vantare, ossia Ottanta anni di grande Musica, Teatro e Danza.

Il secondo avvenimento, al contrario, non è un traguardo, ma una partenza: la Ripartenza di incontri dedicati alle arti e dello spettacolo, mai così desiderati e necessari dopo due anni davvero difficili.

Il progetto rientra anche in quello che è da sempre lo spirito della “Camerata”: non solo fare musica, ma impegnarsi in un più ampio progetto di cultura e integrazione sul territorio.

Appuntamento quindi con “Forever Hot”, la tradizione di Louis Armstrong rivisitata da Mino Lacirignola (Tromba), Pino Pichierri (Clarinetto), Attilio Troiano (Polistrumentista), Larry Franco (Pianoforte/Vocalist), Renzo Bagorda (Banjo), Ilario De Marinis (Contrabbasso), Gianfranco Masi (Batteria), Dee Dee Joy (Vocalist). Progetto a cura di Ugo Sbisà.

Il Concerto non vuole essere soltanto una semplice commemorazione del grande trombettista e showman, ma anche un omaggio a una stagione del jazz italiano che merita di essere ricordata e che proprio il sodalizio barese seppe a suo tempo valorizzare ospitando a più riprese nei propri cartelloni l’indimenticata Southern Jazz Ensemble, la formazione pugliese che rappresenta un preciso punto di riferimento nella storia e nell’evoluzione del linguaggio jazzistico della nostra regione.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, sul sito www.cameratamusicalebarese.   


Dopo lo strepitoso tutto esaurito del “Concerto di Natale” con il Coro Gospel, il tradizionale “Concerto di Capodanno” della Camerata Musicale Barese si terrà domenica 2 gennaio sempre al Teatro Petruzzelli (ore 21).

A porgere gli auguri ai soci ed al pubblico tutto l' Orchestra Filarmonica di Odessa diretta da Maffeo Scarpis solista il Pianista Alberto Ferro.

E per promuovere questo particolare avvenimento, la Camerata Musicale Barese, fino ad esaurimento, offerta per posti di poltrone e palchi, uno sconto del 50% alle prime cento coppie di spettatori che hanno partecipato al Concerto di Natale dello scorso 18 dicembre.

Basterà presentarsi, già da lunedì 20, presso gli uffici della Camerata con il biglietto del gospel.

I quasi 60 strumentisti dell'Orchestra Filarmonica di Odessa, saranno impegnati in un programma d'eccezione, chiamati ad aprire il 2022 con il Concerto n. 3 in Re minore op. 30 per Pianoforte e Orchestra, composto nel 1909 da Sergej Rachmaninov, conosciuto ormai come "Rach 3", considerato il più difficile brano per pianoforte che sia stato mai scritto.

L'Orchestra di Odessa è un complesso che vanta una tradizione di 84 anni di illustri spettacoli. È stata promotrice dell'arte della musica in tutta l'Ucraina, nonché ambasciatrice culturale del paese nel mondo. L' istituzione musicale che vanta una lunga e notevole tradizione incarna l'immagine di Odessa come centro urbano di musica, arte e cultura.

Maffeo Scarpis debutta in Toscana nel 1993 dirigendo La Traviata di Giuseppe Verdi. Successivamente si afferma in due concerti a Roma e Milano con la Metropolitan London Symphony. I numerosi concerti con orchestre internazionali, quali l'Orchestra del Teatro Hermitage di San Pietroburgo e le innumerevoli collaborazioni con orchestre italiane lo hanno portato a dirigere nei più prestigiosi teatri internazionali. Dal 2003 è Assistente alla Direzione Artistica dell'Orchestra di Padova e del Veneto e Direttore Artistico di “Castelfranco Classica”.

Alberto Ferro, giovanissimo, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania sotto la guida del Maestro Epifanio Comis. Tra i numerosi premi vinti in concorsi internazionali spiccano: il 2° premio al Concorso Pianistico Internazionale di Verona 2014 e all'Aarhus International Piano Competition 2015; il 2° premio, il premio del pubblico e il premio per il più giovane finalista italiano all'International Piano Competition

"UN. Speranza” di Taranto 2015. Successi coronati, come si è anticipato, dal bottino conquistato, ancora nel 2015, al prestigioso Concorso “F. Busoni” di Bolzano, dove si è aggiudicato, oltre al 2°premio, anche il premio della critica e il premio speciale Haydn.

Nel novembre 2015 vince la XXXII edizione del Concorso Pianistico Nazionale “Premio Venezia”, riservato ai migliori diplomati d'Italia.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata, Via Sparano 141 infotel 080/5211908 e sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Anche quest'anno la Camerata Musicale Barese celebra la magia e le suggestioni del Natale dedicando il proprio concerto natalizio al Gospel, occasione speciale per vivere le atmosfere delle Feste attraverso le suggestioni della Musica, in un Teatro Petruzzelli che va verso uno strepitoso sold out.

Domani 18  dicembre, sarà la musica spirituals a ravvivare il teatro con  i “ Washington Gospel Choirdiretti da Nate Brown : uno straordinario talento vocale al servizio del gospel tradizionale mescolato alle nuove tendenze del gospel contemporaneo. Inizio ore 21.

Il gruppo  è uno dei cori gospel più? apprezzati e seguiti in America, oltre che vincitori di molti premi: si sono classificati al primo posto alla Pathmark Gospel Choir Competition nel 2008, primo posto sempre nel 2008 alla Kings Dominion Gospel Competition, primo posto nel 2010 e nel 2013 al Verizon How Sweet The Sound, Gospel Music Competition e primo posto al Kellogg's Gospel.

Nel 2008 il gruppo viene scelto da C-Jam Music Usa per intraprendere una tournée in Europa che continua a ripetersi ancora oggi ogni anno. Si esibiscono in Italia, Spagna, Repubblica Ceca, Parigi, Londra. Nel 2009 esce il CD Live registrato nel teatro di Fano con la corale di 12 elementi.

Nate Brown ha frequentato il Duke Ellington College of Music di Washington, ed ha contribuito al

successo della Duke Ellington Jazz Band, con la quale si è esibito in Inghilterra, Francia, Belgio e Canada. Nate ha frequentato il Berklee College of Music, si è esibito in festival prestigiosi come il Festival Jazz di Marciac in Francia, ha vinto premi e riconoscimenti e si è diplomato come primo sassofono nel 1998. livello internazionale come Wynton Marsalis (Award winner), Roy Hargroove, Tony Terry, Tyron Powell, Ketter Betts e altri.

Ultimi posti disponibili per un concerto che, come era previsto, sta andando verso il sold out.

Continuano le prenotazioni per il Concerto di Capodanno del 2 gennaio prossimo sempre al Teatro Petruzzelli: l'Orchestra Filarmonica di Odessa sarà diretta da Maffeo Scarpis   e avrà come solista il pianista Alberto Ferro che si esibirà nel più che famoso Concerto n. 3 di Sergei Rachmaninov. Prenotazioni   ancora in corso per entrambi gli Eventi in Via Sparano 141 infotel 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


La Camerata Musicale Barese cala il suo poker d'assi per il prossimo mese di gennaio: quattro strepitosi spettacoli:  domenica 2 gennaio si terrà il primo, sul palco del Teatro Petruzzelli l'Orchestra Filarmonica di Odessa diretta dal Maestro Maffeo Scarpis, solista il Pianista Alberto Ferro. Sarà il “ Concerto di Capodanno ” della Camerata Musicale Barese

La   Odessa Philharmonic Orchestra   è un'orchestra che vanta una tradizione di 84 anni di illustri spettacoli. È stata promotrice  dell'arte della musica in tutta l'Ucraina, nonché ambasciatrice culturale del paese nel mondo.

L' istituzione musicale che vanta una lunga e notevole tradizione incarna l'immagine di Odessa come centro urbano di musica, arte e cultura. La direzione orchestrale sarà affidata alla brillante bacchetta di Maffeo Scarpis.

Il concerto vuole essere un segnale di forte valenza: un caldo auspicio, un momento di aggregazione culturale, un'occasione per porgere alla città gli auguri per il nuovo anno, attraverso il linguaggio universale della musica.

In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re minore op. 30 di Sergei Rachmaninov e la Sinfonia n. 5 in mi minore op. 64 di Petr Il'ic Cajkovskij.

Secondo appuntamento mercoledì 5 gennaio con  Raphael Gualazzi, uno dei talenti della musica italiana, riconosciuto anche all’estero e portavoce del jazz italiano in tutta Europa,  che tornerà  a Bari  in esclusiva per l’intero Sud Italia al  Teatro Petruzzelli   con il suo spettacolo  che era stato rinviato a causa del Covid. Il cantautore e compositore ripercorrerà la sua carriera tra brani del suo repertorio e reinterpretazioni di chicche e standard del blues/soul internazionale nello spettacolo “A special night” in cui darà nuovamente prova di quella cifra artistica eclettica e virtuosistica che lo ha fatto amare dalle platee italiane e straniere. Ad impreziosire la serata la partecipazione speciale della cantautrice pop-jazz Simona Molinari.

E il 14 gennaio  al Teatroteam l’icona dei balletti classici ottocenteschi, Il Lago Dei Cigni, una storia d’amore, tradimento e trionfo del bene sul male. Pieno di romanticismo e bellezza, da più di un secolo questo balletto delizia il pubblico. Il prestigio e la notorietà senza tempo raggiunti dal Balletto  sono esaltati dalla musica ispiratrice di Pyotr Tchaikovsky e dalla grande inventiva ed espressività delle coreografie di Marius Petipa.  La messa in scena del Russian Classical Ballet esalta la poesia romantica, presentando una produzione con sontuose scenografie, raffinati costumi e un cast guidato da stelle dello scenario internazionale del balletto.

Chiusura del mese con la grande Concertistica: il 25 al Teatro Piccinni il Pianista Andrea Padova che si è imposto all’attenzione della critica con la sua vittoria allo “J.S.Bach Internationaler Klavierwettbewerb” nel 1995. Da allora ha tenuto concerti in tutto il mondo, suonando in sale come il Teatro alla Scala di Milano, l’Accademia di S. Cecilia in Roma, Carnegie Hall di New York, Washington Performing Arts Society, Tokyo Opera City Concert Hall, Gasteig di Monaco di Baviera, Granada Festival. È stato definito “una delle figure più interessanti del panorama pianistico contemporaneo” dalla rivista Insound che nel 2008 lo ha premiato come miglior pianista italiano.

Il programma è dedicato ai capolavori romantici: la Sonata n. 1 in fa diesis min. op. 11 di Robert Schumann e

Improvviso in fa diesis magg. op. 36 n. 1, Fantasia – Improvviso in do diesis min. op. post op. 66, Notturno in do diesis min. op. 27 n. 1, Mazurka in la min. op. 17 n. 4 e lo Scherzo un mi magg. op. 54 di Frederic Chopin

Per tutti gli  spettacoli la Camerata Musicale Barese al fine di favorire tutte le fasce di pubblico offre varie promozioni consultabili sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908 e on-line sul sito dell’Associazione.


Penultimo appuntamento della 79ª Stagione della Camerata Musicale Barese con il Pianista Federico Ercoli domani al Teatro Showville domani 14 dicembre. Inizio concerto ore 20.45.

Federico Ercoli, nato a Crema nel maggio 1995, è stato allievo del Conservatorio “G. Verdi” di Milano, conseguendo il diploma con il massimo dei voti e la lode. In ambito concertistico, si è esibito tra l'altro nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano per rassegne quali il "Festival Chopin-Schumann” e il “Festival Liszt-Mahler”, nell'Auditorium Manenti di Crema per il Festival Pianistico Internazionale “Mario Ghislandi”, nel 2016 nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia. Nel 2017 ha partecipato al Gran Galà Armonie della Sera, eseguendo con i Solisti Aquilani il Concerto in re magg. di JS Bach nel prestigioso Teatro dell'Aquila di Fermo. Nel 2018 ha chiuso la stagione dell'Asam al Teatro di Siracusa, eseguendo la Quinta Sinfonia di Beethoven trascritta da Franz Liszt. Ha seguito i corsi di alto perfezionamento tenuti da Giovanni Bellucci, Fabio Bidini, Federico Colli, Vsevolod Dvorkin, Riccardo Risaliti, Natalia Trull. Già vincitore di alcuni concorsi nazionali, nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell'Ibla Grand Prize, premio grazie al quale ha la possibilità di esibirsi alla KIOI Hall di Tokyo e alla Weill Hall, nella Carnegie Hall di New York. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. Riccardo Risaliti, Natalia Trull. Già vincitore di alcuni concorsi nazionali, nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell'Ibla Grand Prize, premio grazie al quale ha la possibilità di esibirsi alla KIOI Hall di Tokyo e alla Weill Hall, nella Carnegie Hall di New York. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. Riccardo Risaliti, Natalia Trull. Già vincitore di alcuni concorsi nazionali, nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell'Ibla Grand Prize, premio grazie al quale ha la possibilità di esibirsi alla KIOI Hall di Tokyo e alla Weill Hall, nella Carnegie Hall di New York. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell'Ibla Grand Prize, premio grazie al quale ha la possibilità di esibirsi alla KIOI Hall di Tokyo e alla Weill Hall, nella Carnegie Hall di New York. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell'Ibla Grand Prize, premio grazie al quale ha la possibilità di esibirsi alla KIOI Hall di Tokyo e alla Weill Hall, nella Carnegie Hall di New York. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola. Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone. Federico si è perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola.

In programma il Concerto in stile italiano in fa maggiore BWV 971 di JSBach, le Variazioni in la minore su un tema di Paganini op. 35 di J. Brahms e Studi sinfonici per pianoforte op . 13 di R. Schumann.

La Camerata per il concerto di Federico Ercoli  ha inteso mettere in vendita un numero limitato di ingressi a prezzo ridotto: poltrone al costo di 20 euro.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908 e sul sito www.cameratamusicalebarese.


La Camerata Musicale Barese dedica alle Forze Armate il Concerto di NataleTributo ad Louis Armstrong” previsto per il prossimo 13 dicembre al Teatro Abeliano.

L'iniziativa è stata fortementevoluta dai Dirigenti dell'Associazione Barese per festeggiare due avvenimenti importanti: il primo è il conseguimento di un traguardo che poche istituzioni musicali italiani possono vantare, ossia Ottanta anni di grande Musica, Teatro e Danza.

Il secondo avvenimento, al contrario, non è un traguardo, ma una partenza: la Ripartenza di incontri dedicati alle arti e dello spettacolo, mai così desiderati e necessari dopo due anni davvero difficili.

Il progetto rientra anche in quello che è da sempre lo spirito della “Camerata”: non solo fare musica, ma impegnarsi in un più ampio progetto di cultura e integrazione sul territorio.

Appuntamento quindi con “Forever Hot”, la tradizione di Louis Armstrong rivisitata da Mino Lacirignola (Tromba), Pino Pichierri (Clarinetto), Attilio Troiano (Polistrumentista), Larry Franco (Pianoforte/Vocalist), Renzo Bagorda (Banjo), Ilario De Marinis (Contrabbasso), Gianfranco Masi (Batteria), Dee Dee Joy (Vocalist). Progetto a cura di Ugo Sbisà.

Il Concerto non vuole essere soltanto una semplice commemorazione del grande trombettista e showman, ma anche un omaggio a una stagione del jazz italiano che merita di essere ricordata e che proprio il sodalizio barese seppe a suo tempo valorizzare ospitando a più riprese nei propri cartelloni l' indimenticata Southern Jazz Ensemble, la formazione pugliese che rappresenta un preciso punto di riferimento nella storia e nell'evoluzione del linguaggio jazzistico della nostra regione.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata infotel 080/5211908, sul sito www.cameratamusicalebarese .