Sala stampa

Si avvia verso la conclusione la rassegna di primavera della Camerata Musicale Barese “Dedicato a...”. Oggi 16 maggio nella Basilica di San Nicola, ore 20,45, penultimo appuntamento con l’organista Marco Lo Muscio.

Marco Lo Muscio, romano, classe 1971, è un compositore, organista e pianista, assistente compositore della Harvard University e di Steve Hackett (il chitarrista dei Genesis). Più di 800 i concerti tra Europa e America, da Notre Dame a Westminster Abbey, dalla St. Thomas Church sulla quinta strada di New York, al Duomo di Milano. La sua passione per l'arte lo ha portato a creare, due anni fa, un vero museo “Wunderkammer” (camere delle meraviglie) a Roma dove è possibile fare una visita guidata ascoltando un concerto, così da ricreare quell’atmosfera straordinaria che i visitatori provavano nelle prime wunderkammer barocche e rinascimentali.

In programma J. LANGLAIS, dalla Suite Medievale Preludio – Acclamazioni Carolinge (in1ª esecuzione alla Camerata Musicale Barese); C. FRANCK,Cantabile in si magg.; O. MESSIAEN,Joie et clarté des corps glorieux - Apparition de l'Eglise éternelle (in1ª esecuzione alla Camerata);  E. SATIE, Gymnopédie n. 1 (in 1ª  esecuzione alla Camerata);  C. FRANCK, Corale n. 3 in la min.

Inizio concerto ore 20.30. Ingresso gratuito.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141- info tel. 080/5211908.


Forte del successo di pubblico e di critica che l’80ª Stagione ha ottenuto e che ha visto presenze record con oltre 20.000 spettatori, la Camerata Musicale Barese ha in programma, per la Stagione in corso, altri due eventi da proporre al proprio pubblico per una eccezionale chiusura: il 24 maggio al Teatro Petruzzelli “Tre Per Una…. Omaggio a Mina” con Danilo Rea (pianoforte), Massimo Moriconi (basso) e Alfredo Golino (batteria) e il 26 maggio, sempre al Petruzzelli, Giovanni Allevi in “Estasi Piano Solo Tour”. 

Rea, Moriconi e Golino hanno registrato con Mina quasi ogni genere musicale: dalla ballad jazz al rock, dalla musica fusion a quella acustica, dalle canzoni di autori italiani e internazionali al tango. In questa occasione il trio metterà in scena uno spettacolo con canzoni appassionanti e conosciutissime, tra le quali ‘Non credere’, ‘E se domani’, ‘Io e te da soli’ e molti altri capolavori della canzone italiana.

Il concerto di Allevi sarà invece l’occasione per ascoltare live i brani della sua ultima opera che ha già presentato a Roma con un concerto straordinario nel giorno di Capodanno 2022.  Attraverso le note del pianoforte, Giovanni Allevi condurrà per mano l’ascoltatore nelle molteplici emozioni dell’essere umano, fino alla più sublime: l’estasi, percorrendo momenti di riflessione, di sognante contemplazione, impennate aggressive e rarefatta tenerezza.

La Camerata è già al lavoro per definire il Cartellone della 81ª Stagione, degna delle tradizioni e dei grandi Eventi che hanno finora accompagnato la vicenda artistica, culturale e civica della storica Associazione. Una Stagione che metterà al centro grandi novità, passando attraverso la presenza di prestigiosi artisti, ensemble e orchestre e che si snoderà fra i due massimi teatri baresi, il Petruzzelli e il Piccinni.

L’Anteprima della Nuova Stagione sarà dedicata all’indimenticato cantautore napoletano Pino Daniele, in una serata che vedrà la reinterpretazione dei brani più noti del suo repertorio, eseguiti da una banddiretta da Paolo Raffone e costituita dai tanti musicisti che hanno accompagnato negli anni il grande artista partenopeo nei tour e negli studi di registrazione.

Imperdibile il concerto del “Premio Oscar” Nicola Piovani che, con la sua orchestra, metterà in scena la narrazione della sua storia musicale intrecciata con il grande Cinema.

Immancabile come ogni anno il Concerto di Natale affidato a “Roderick Giles&Grace”, una formazione composta da un gruppo di straordinari cantanti gospel direttamente dagli Stati Uniti.

Il pianista Piero Di Egidio accompagnerà le voci di Ugo Pagliai e Paola Gassman in un omaggio all’opera di Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita attraverso la lettura dei suoi scritti.

I virtuosismi del violoncello di Giovanni Sollima, per la prima volta alla Camerata, e il progetto dedicato a Schubert e Schumann del pianista Andrea Lucchesinioffriranno ulteriori chiavi di lettura interpretativi, insieme alla rilettura dell’Otello di Shakespeare attraverso le sonorità e la passionalità del Tangodella Compagnia di Danzatori “Naturalis Labor”.

 

A completamento delle anticipazioni, l’omaggio al grande compositore italiano, autore di oltre 500 colonne sonore, Ennio Morricone con un concerto dell’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno.

Agevolazioni per i vecchi abbonati, ma soprattutto riduzioni del 30% per posti di poltroncine e palchi.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano n. 141 e sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Penultimo appuntamento di  “Dedicato a..” lunedì 16 maggio nella Basilica di San Nicola a Bari con l’organista Marco  Lo Muscio.

Inizio concerto ore 20,30. Ingresso gratuito.

Marco Lo Muscio è tra i più poliedrici musicisti della sua generazione: organista, pianista e compositore. Collabora spesso con artisti internazionali come Kevin Bowyer, David Jackson, John e Steve Hackett (Genesis). Le sue composizioni vengono eseguite in tutto il mondo. Ha ricevuto commissioni da importanti compositori e istituzioni come l'università di Harvard negli Stati Uniti.  Si è laureato in Pianoforte “cum laude” sotto la guida di Tonino Maiorani e si è perfezionato con Sergio Fiorentino ottenendo il diploma di Alto perfezionamento pianistico a pieni voti all'Accademia “Bartolomeo Cristofori”. Si è inoltre perfezionato in organo con James E. Goettsche. Ha tenuto oltre 750 concerti in alcune delle cattedrali e sale da concerto più prestigiose europee, come la Cattedrale di Notre Dame a Parigi, King’s College, Queens’ College in Cambridge, Cattedrale ed Abbazia di Westminster, Temple Church e Cattedrale di San Paolo a Londra; Castello di Windsor (St. George's Chapel). Nel 2013 ha iniziato a incidere per la famosa etichetta inglese PRIORY RECORDS nella collana Great European Organs ricevendo successo di critica in famose riviste come Choir & Organ.

 

Il programma della serata è il seguente: J. LANGLAIS Dalla Suite Medievale Preludio – Acclamazioni Carolinge (in1ª esecuzione alla Camerata Musicale Barese), C. FRANCKCantabile in si magg.,O. MESSIAENJoie et clarté des corps glorieux -  Apparition de l'Eglise éternelle (in1ª esecuzione alla Camerata),  E. SATIE Gymnopédie n. 1 (in 1ª  esecuzione alla Camerata)  e

C. FRANCK Corale n. 3 in la min.

La Rassegna di quest’anno è  dedicata  a Cèsar Franck a 200 anni della nascita.

Ultimo appuntamento della rassegna mercoledì 18 maggio al Teatro Forma di Bari, con il Quartetto d’Archi di Venezia.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, via Sparano n. 141 - info tel. 080/5211908.


Quarto appuntamento domani 13 maggio al Teatro Forma di Dedicato a….Cèsar Franck” con il Pianista Dario Zanconi.

Inizio concerto ore 20. 45.

Dario Zanconi si è laureato al triennio di pianoforte con 110, lode e menzione speciale al conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, con il M° Andrea Padova.  Attualmente si perfeziona all’accademia pianistica “Incontri con il Maestro” di Imola con Ingrid Fliter.  Ha conseguito ben ventuno primi premi in concorsi nazionali ed internazionali. Si è aggiudicato il “Premio Crescendo Città di Firenze” e ha vinto il concorso internazionale “Baldi” a Bologna. Ha tenuto recital nelle principali città italiane.  Ha inoltre eseguito il concerto K 271 di Mozart, e il primo concerto di Beethoven Op. 15 sotto la direzione del M° Carlo Argelli.

Costo del biglietto d’ingresso 15 euro, ingresso giovani fino a 25 anni 5 euro.

Il programma della serata comprende: G. Bizet “Nocturne n. 1 in fa magg.”;  

C. Franck “Prelude, Aria et Final op. 23”; G. Faurè “Nocturne in re bem magg. op. 63” e M. Ravel “Miroirs”.

Prossimo appuntamento della rassegna lunedì 16 maggio alla Basilica di San Nicola con l’Organista M° Marco Lo Muscio.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908.


Quarto appuntamento al Teatro Forma di “Dedicato a.. Cèsar Franck”” venerdì 13 maggio con il Pianista Dario Zanconi. Inizio concerto ore 20. 45.

Il programma della serata comprende due prime esecuzioni alla “Camerata”: G. Bizet “Nocturne n. 1 in fa magg.” e C. Franck “Prelude, Aria et Final op. 23”; si proseguirà con G. Faurè “Nocturne inre bem magg. op. 63” e M. Ravel “Miroirs”.

Dario Zanconi si è laureato al triennio di pianoforte con 110, lode e menzione speciale al conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, con il M° Andrea Padova.  Attualmente si perfeziona all’accademia pianistica “Incontri con il Maestro” di Imola con Ingrid Fliter.  Ha conseguito ben ventuno primi premi in concorsi nazionali ed internazionali studiando sotto la guida del M° Denis Zardi; tra questi alla terza edizione dello “Stockholm International Music Competition” a Stoccolma, “Riviera della Versilia Daniele Ridolfi” a Viareggio; “Esecuzione Nazionale Piove di Sacco”; “Giulio Rospigliosi” a Lamporecchio; “Nuovi Orizzonti” ad Arezzo; “Città di Albenga Maria Silvia Folco”; "1th International Piano Competition" ad Empoli; “Esecuzione musicale Città di Riccione”; all'internazionale “Marco Fortini” di Bologna è vincitore assoluto del concorso; ancora al “Giulio Rospigliosi” conseguendo anche il premio speciale “Romantico”.

Si è aggiudicato il “Premio Crescendo Città di Firenze” e ha vinto il concorso internazionale “Baldi” a Bologna.Si perfeziona con pianisti di fama internazionale quali Daniel Rivera, Olaf John Laneri, Boris Bekhterev, Pietro de Maria, partecipando a diverse masterclass. Ha tenuto recital nelle principali città italiane: Milano, Firenze, Bologna, Modena, Ferrara, Ravenna ecc. e in Danimarca, nella città di Hobro. Ha inoltre eseguito il concerto K 271 di Mozart, e il primo concerto di Beethoven Op. 15 sotto la direzione del M° Carlo Argelli.

Costo del biglietto d’ingresso 15 euro, ingresso giovani fino a 25 anni 5 euro.

Prossimo appuntamento della rassegna martedì  16  maggio alla Basilica di San Nicola con l’Organista M° Marco Lo Muscio.

Per informazioni e/o prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese, Via Sparano 141 infotel 080/5211908.


Appuntamento con la Concertistica della Camerata Musicale Barese domani al Teatro Showville con il Pianista Maurizio Baglini.

Inizio concerto ore 20.45.

Il programma del concerto è il seguente: Robert Schumann, Arabeske op. 18 - Gesa?nge der fru?he op. 133; Franz Liszt,  Totentanz;Modest Petrovi? Musorgskij, Quadri di un' esposizione.

Nato a Pisa nel 1975 e vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, il pianista Maurizio Baglini è tra i musicisti più brillanti e apprezzati sulla scena internazionale. Ha al suo attivo un’intensa carriera concertistica in Europa, America e Asia: oltre milleduecento concerti come solista e altrettanti di musica da camera. Il suo vasto repertorio spazia da Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin, Liszt e Schumann. Intenso anche il suo impegno sul fronte discografico.  Nel 2019 è stato nominato Socio Onorario dell’Aiarp, l’Associazione Italiana Accordatori e Riparatori di Pianoforti «per gli alti meriti e gli importanti contributi artistici che la sua attività ha portato alla causa del pianoforte».

Per l’occasione, la Camerata Musicale Barese offre, fino ad esaurimento, promozioni particolari nei settori dedicati.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Dopo il grande successo del concerto di Noa dello scorso 4 maggio, la Stagione dei Concerti della Camerata prosegue il prossimo 24 maggio al Teatro Petruzzelli con "Tre per una", un omaggio a  Mina affidato a Danilo Rea al pianoforte, Massimo Moriconi al basso e contrabbasso, e Alfredo Golino a batteria e percussioni.

Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino con Mina hanno interpretato e registrato di tutto: dalla ballad jazz al rock, dalla fusion all’acustico, dalle canzoni di autori italiani ed internazionali, al tango. Il Trio presenterà uno spaccato di vita musicale della grande artista con canzoni appassionanti e conosciutissime, tra le quali brani come “Non credere”, “E se domani”, “Io e te da soli”, interpretate in modo inedito e innovativo. 

La Stagione dei Concerti terminerà il prossimo 26 maggio, sempre al Teatro Petruzzelli, con Giovanni Allevi in “Estasi Piano Solo Tour”, un concerto nel quale ascolteremo dal vivo i nuovi brani composti dal pianista ascolano.

Per il concerto dei Trio sono in vendita un limitato numero di biglietti a prezzi ridotti per gli under 26 che ne facciano richiesta.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Un  brillante protagonista del panorama concertistico internazionale,  il pianista Maurizio Baglini sarà il prossimo ospite dell’80ª Stagione Concertistica della Camerata Musicale Barese. L’ appuntamento è per mercoledì 11 maggio al Teatro Showville, ore 20,45.

Il programma del concerto è il seguente: Robert Schumann, Arabeske op. 18 - Gesa?nge der fru?he op. 133; Franz Liszt,  Totentanz;Modest Petrovi? Musorgskij, Quadri di un' esposizione.

Pianista visionario, con il gusto per le sfide musicali, Maurizio Baglini ha un’intensa carriera concertistica internazionale. Vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, si esibisce regolarmente all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro San Carlo di Napoli, alla Salle Gaveau di Parigi, al Kennedy Center di Washington ed è ospite di prestigiosi festival, tra cui La Roque d’Anthéron, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, “Festival Pianistico Internazionale di Bergamo e Brescia.

È il direttore artistico dell’Amiata Piano Festival, la rassegna musicale internazionale che ha fondato nel 2005 e che dal 2015 si svolge al Forum Bertarelli di Poggi del Sasso. Dal 2013 è consulente artistico per la musica e la danza del Teatro Comunale “Verdi” di Pordenone che in questi anni ha realizzato concerti esclusivi per l’Italia, ha dato vita a una collana editoriale in collaborazione con Ets ed è diventato il principale partner della Gustav Mahler Jugendorchester nei suoi tour europei. Nel 2019 è stato nominato Socio Onorario dell’Aiarp, l’Associazione Italiana Accordatori e Riparatori di Pianoforti «per gli alti meriti e gli importanti contributi artistici che la sua attività ha portato alla causa del pianoforte».

Per l’occasione, la Camerata Musicale Barese offre, fino ad esaurimento, promozioni particolari nei settori dedicati.

Per informazioni e prenotazioni gli interessati possono rivolgersi presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


La Camerata Musicale Barese svela il primo  degli “Eventi Straordinari”  della sua nuova Stagione, l’81ª: Massimo Ranieri in concerto il 26 novembre prossimo al Teatro Petruzzelli di Bari.

Dopo il grande successo degli spettacoli “Malìa” e “Sogno e son desto…in viaggio”, la Camerata ha invitato  nuovamente Massimo Ranieri  con il nuovo spettacolo “Il Nuovo Spettacolo 2022/2023” che sarà in Cartellone in tutta Italia.

Ranieri tornerà a stregare dal vivo migliaia di spettatori attraverso uno straordinario viaggio tra canto, recitazione e danza, brani cult, racconti inediti, per catturare e stupire ancora il pubblico con le grandi melodie senza tempo, i suoi brani più celebri e l’incanto affabulatorio della sua magistrale interpretazione.

Massimo Ranieri, nome d’arte di Giovanni Calone, è nato a Napoli il 3 maggio 1951 sotto il segno del Toro. Cresciuto in una famiglia molto numerosa (è il quinto di otto figli) del rione Pallonetto a Santa Lucia, a causa delle condizioni economiche difficoltose dei genitori è costretto a guadagnarsi da vivere già da ragazzo. La svolta della sua vita arriva negli anni Sessanta quando, mentre cantava in un bar, viene notato dal discografico Gianni Aterrano. Al fianco di Sergio Bruni parte così per un tour americano che rappresenterà l’inizio della sua straordinaria carriera artistica.

Nel 1966 viene messo sotto contratto dalla CGD e inizia a partecipare alle trasmissioni televisive. A 17 anni debutta a Sanremo con i Giganti e il brano “Da bambino”. Ci torna nel 1969 con “Quando l’amore diventa poesia”, insieme a Orietta Berti, e nello stesso partecipa al Cantagiro con una delle sue canzoni più famose: “Rose rosse”. Nell’epoca degli urlatori, la voce melodica di Massimo, resa moderna da interpretazioni lontane dallo standard classico, è un vero miracolo e conquista velocemente il pubblico italiano. In poco tempo il cantante partenopeo scala le classifiche grazie anche a brani straordinari come “Se bruciasse la città” o la sua versione di “O sole mio”. Nel 1970 raccoglie tutti questi successi in un album: “Massimo Ranieri”. Vince il Cantagiro nello stesso anno con il brano “Vent’anni”. Ormai lanciatissimo, si permette anche un’incursione da attore nel mondo del cinema prima di tornare alla musica con risultati straordinari come la partecipazione all’Eurovision Song Contest. Gli anni Settanta proseguono così, con un intrecciarsi tra la sua carriera di cantante, attore di cinema e anche le prime esperienze teatrali. Il culmine della sua carriera musicale arriva nel 1988, quando torna dopo tanti anni a Sanremo e vince con “Perdere l’amore”.

Durante tutti gli anni Novanta e gli anni Duemila Massimo Ranieri si è alternato tra televisione, teatro e musica, con risultati sempre straordinari. Ma cosa fa oggi Massimo Ranieri? Dopo aver lanciato un nuovo album di inediti, a distanza di tanti anni dall’ultimo della sua carriera, contenente canzoni che portano la firma di autori come Pino Donaggio, Ivano Fossati, Bruno Lauzi, Pino Daniele ed Enzo Avitabile, è stato tra i concorrenti del Festival di Sanremo 2022 con “Lettera di là dal mare”. Ha vinto il premio della Critica.

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908 e on-line sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


Ultimo appuntamento all’Auditorium Vallisa giovedì 5 maggio  di “Maratona Giovani” 2022, la nuova rassegna della Camerata Musicale Barese, dedicata ai ragazzi ancora in percorso di formazione appena diplomati ma meritevoli di attenzione e spazio pubblico. Inizio concerti ore 18.

Ad aprire la serata l’Arpista Giulia Moraca.

Giulia Moraca nel 2021 consegue il Diploma con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari sotto la guida di Sara Simari. È vincitrice di diversi primi premi; nel 2021 si attesta tra le eccellenze del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Dal 2008 fa parte di “Incanti d’arpe” e incide “My dancing harp” definito da Radio Classica “uno dei più bei dischi di arpa”. Si è esibita per Giornate FAI Calabria; “Festival Ruggero Leoncavallo”; Galà “Harp Mater(a)”; “Omaggio a Giovanni Capaldi”, Bari. Nel 2021 ha registrato brani di L. Charpentier per il festival “L’ombra illuminata. Donne nella musica”, Bari. Ha seguito corsi con E. Fontan Binoche, A. Loro, M. Pierre Langlamet.

A seguire la Chitarrista Claudia Corriero.

Chiara Corriero nasce a Bari nel 2001 , inizia lo studio della chitarra classica con suo padre, M° Luca Corriero, successivamente con il M° Lorenzo Testini. Dal dicembre 2017 frequenta i corsi annuali di perfezionamento all'Accademia di Pisa "Stefano Strata" con il  M° Aniello Desiderio. Ha al suo attivo masterclass con illustri chitarristi e nel 2019, vince la borsa di studio Eurostrings e partecipa come  semifinalista al London International Guitar Competition, svolto al Kings Place di Londra. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali è selezionata dal Conservatorio di Bari dal 2017 per svolgere attività concertistica. Attualmente studia presso il Conservatorio di Musica N. Piccinni di Bari con il M° Umberto Cafagna

Chiuderà la “Maratona” Nicolò Falagario con la sua marimba.

Nicolò Falagario è iscritto al corso di Percussioni del M° Lattanzi, al Conservatorio di Bari.  Percussionista in molte orchestre tra le quali la AYSO, Orchestra del Conservatorio, Orchestra Metropolitana, Orchestra di Fiati del Conservatorio di Bari. Dal 2021 si esibisce come solista di percussioni. 3° classificato al World Percussion Movement 2021. Ha frequentato corsi di perfezionamento con  Maestri di fama internazionale.

Fa parte dell’albo delle eccellenze del Conservatorio di Bari.

Informazioni presso gli uffici della Camerata in Via Sparano 141 infotel 080/5211908.