Sala stampa

Anche quest’ anno, per le festività natalizie, la Camerata Musicale Barese propone “Idea Regalo”un abbonamento speciale  per 6 Eventi compresi nella “76ª Stagione Formidable”.

E’ un’iniziativa che intende promuovere grande musica e danza tra i doni da dedicare in famiglia e tra gli amici: un mini abbonamento da far trovare  sotto l’albero di Natale come felice alternativa ai tradizionali regali.

Ed è anche un’iniziativa che negli anni passati ha incontrato il favore di tanto  pubblico interessato a tale formula.

Il  pacchetto ha un  prezzo straordinario di 300 euro per la poltrona e 200 euro in poltroncina.

Si parte con il Concerto di Capodanno a cura della Kiev Radio Simphony Orchestra diretta da Vladimir Sheiko e Giuseppe Albanese, solista al piano. Per brindare in musica  al nuovo anno!

Si prosegue il 24 gennaio con un evento a dir poco eccezionale, Stefano Bollani in scena con il suo “Napoli Trip”. Accompagnato da altrettante stelle del jazz contemporaneo, l’eclettico artista si esibirà in una rielaborazione originale e personale della musica e del genere partenopeo.

Il 19 febbraio un’altra stella del pianoforte, Conrad Tao, giovanissimo e già acclamato pianista statunitense che calcherà il palcoscenico del Teatro Petruzzelli.

Dai virtuosismi sui tasti alle sinuose movenze con il corpo, in compagnia dei Kataklò DanceTheatre in “Eureka” il 23 marzo, una performance di grande energia e coinvolgimento e del Ballet Flamenco Espanol il 30 aprile all’insegna della passione della danza spagnola e del flamenco, in un connubio unico nel suo genere.

Evento conclusivo del pacchetto “Idea  Regalo” Anbeta Toromani e Alessandro Macario, un duo di primi ballerini d’eccezione che incanteranno il pubblico in “Coppelia”il 17 giugno, balletto rivisitato dal coreografo Amedeo Amodio e impreziosito dalle suggestive scenografie di Emanuele Luzzati e Luca Antonucci, con i costumi di Luisa Spinatelli. Produzione di Daniele Cipriani.

Un pacchetto di eventi esclusivo, un regalo speciale per un Natale all’insegna della Danza, della Musica e del Teatro.

Per prenotazioni ed informazioni rivolgersi presso  gli uffici della Camerata, in Via Sparano 141, oltre che sul sito internet www.cameratamusicalebarese.it


Il “Concerto di Natale” della Camerata Musicale Barese si terrà venerdì 22 dicembre al Teatro Petruzzelli con  il gruppo Gospel “Perfect Harmony & The Voices of Victory guest Uni.Sound”.

Inizio ore 21.

Perfect Harmony viene  fondato nel 1992 da Jennifer Ingram, con le figlie Nicole e Chrystal e  completato da Christian Spirit Taylor, marito di Niki, in veste di pianista.

Ispiratosi ai gruppi di cantanti femminili come le Clark Sisters, The Pace Sisters En Vogue e altri, sul piano filosofico e religioso il gruppo intende ricreare in musica la Perfetta Armonia, che dovrebbe regnare quando ciascuno vive e si esprime secondo le sue capacità e nel rispetto delle caratteristiche dell’altro.  

Nel 2014 il trio da vita a una formazione più grande, che include più voci e una sezione ritmica, dal nome The “Voices of Victory” imponendosi fin dai suoi esordi come un gruppo dinamico  e  potente. Inoltre  per il concerto  barese il  gruppo  viene  integrato  dal  quartetto Uni Sound.

Martedì 2 gennaio si terrà invece il tradizionale “Concerto di Capodanno” con  la “Kiev Radio SymphonyOrchestra”, diretta da Vladimir Sheiko, Pianista Giuseppe Albanese.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli,  Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Il “Concerto di Natale” della Camerata Musicale Barese si terrà venerdì 22 dicembre al Teatro Petruzzelli con  il gruppo Gospel “Perfect Harmony & The Voices of Victory guest Uni.Sound”.

Inizio ore 21.

I “Perfect Harmony” saranno accompagnati dal gruppo strumentale “UniSound” quale ospite dell’Evento.

Una tradizione che si rinnova procurando la magia e le suggestioni del Natale che quest’anno la Camerata ha inteso dedicare proprio al gospel e che ci introdurrà perfettamente nel periodo natalizio: una grande festa in musica che sarà la perfetta cornice per gli auguri dell’associazione barese al  suo  pubblico.

Il Gruppo sarà a Bari per la prima volta a Bari dopo il successo ottenuto durante il celebre programma televisivo statunitense "Celebration of Gospel". Il gruppo di voci, con sezione ritmica, si è imposto nelle varie tournèes guadagnandosi successi di pubblico e critica.

Perfect Harmony viene  fondato nel 1992 da Jennifer Ingram, con le figlie Nicole e Chrystal e  completato da Christian Spirit Taylor, marito di Niki, in veste di pianista.

Ispiratosi ai gruppi di cantanti femminili come le Clark Sisters, The Pace Sisters En Vogue e altri, sul piano filosofico e religioso il gruppo intende ricreare in musica la Perfetta Armonia, che dovrebbe regnare quando ciascuno vive e si esprime secondo le sue capacità e nel rispetto delle caratteristiche dell’altro.

Dopo aver condiviso il palco con celebrità del gospel e della musica rock pop quali Robin Gibb (The Bee Gees), The Simple Minds, Sinead O’Connor, ottengono il riconoscimento come best new gospel group of the year, best gospel trio e best new artist, al “South Florida Gospel Music Awards”.

Nel 2014 il trio da vita a una formazione più grande, che include più voci e una sezione ritmica, dal nome The Voices of Victory imponendosi fin dai suoi esordi come un gruppo dinamico e potente.

Il tradizionale “Concerto di Capodanno” si terrà invece martedì 2 gennaio sempre al Teatro Petruzzelli  (ore 21).

A porgere gli auguri per il nuovo anno provvederà la “Kiev Radio SymphonyOrchestra”, diretta da Vladimir Sheiko, Pianista Giuseppe Albanese.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli,  Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


Spetterà ad un grande classico del Balletto, in scena al Teatroteam martedì 19 dicembre, inaugurare il “TeatroDanza Mediterraneo” della Camerata Musicale Barese.  

Il sipario si alzerà sulle intramontabili coreografie de "Il Lago dei Cigni", forse l'opera più celebre della storia della Danza classica, a cura del Balletto di Mosca, una formazione composta da 40 talenti del movimento coreutico provenienti da grandi Scuole e Teatri, quali il Bolshoj, il Kirov di San Pietroburgo, il Kiev Ballet e il Balletto del Teatro di Odessa.

Danzatori d'eccezione per una rappresentazione che ricostruisce, con precisione filologica, l'opera originaria con le coreografie di Petipa e Ivanov,  con le musiche che Cajkovskij compose per il Balletto dei teatri imperiali di San Pietroburgo.

La Compagnia moscovita è un complesso tra le migliori realtà della danza internazionale, che effettua regolarmente tournèes in Europa ed in special modo in Italia, meritandosi la simpatia e l’apprezzamento di  un pubblico affezionato e fedele da quasi 30 anni.

Lo spettacolo ha riscosso grandissimo successo, per cui si va verso un ennesimo “sold out” ed un ulteriore grande successo della Camerata Musicale Barese.

Per  informazioni e prenotazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata  in Via Sparano 141 infotel 080/521190, il Box Office della Feltrinelli  e  sul sito www.cameratamusicalebarese.it

 


Il prossimo appuntamento della Camerata Musicale Barese, martedì 19 dicembre al TeatroTeam, con il Balletto di Mosca La Classique,  sta  per registrare il tutto esaurito.

Sulla scena uno dei balletti più famosi e rappresentativi della storia della danza:

“Il Lago dei Cigni” di Tchaikowskji.

"Il Lago dei Cigni" è l’opera più celebre nella Storia del Balletto. Fu la prima composizione di ?ajkovskij per il Balletto dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo, ma la sua realizzazione coreografica definitiva è successiva sia a "La Bella Addormentata" (1890) che a "Lo Schiaccianoci" (1892), le altre due grandi opere del trittico composto per i Balletti.

Nonostante la prima rappresentazione de "Il Lago dei Cigni" del 1877 al Teatro Bolshoj fu un insuccesso, la versione definitiva è del 1895 con la coreografia congiunta di Marius Petipa (I e III atto) e del suo allievo Lev Ivanov (II e IV atto, detti ‘atti bianchi’). Il Direttore di Orchestra di questo secondo debutto al Mariinski fu Riccardo Drigo che vi aggiunse una propria composizione, il gran pas de deux ed effettuò delle trasposizioni significative. L'étoile di quello spettacolo fu la ballerina milanese Pierina Legnani che introdusse nel ruolo del Cigno Nero i 32 fouettées, accompagnato dal cinquantaduenne Pavel Gerdt nel ruolo di Siegfried e da Alexei Bulgakov nel ruolo di Rothbart.

Il libretto de "Il Lago dei Cigni" è di Vladimir Petrovic Begicev ispirata all’antica fiaba tedesca “Il velo rubato” basata sull’amore tra un principe e una creatura fatata, una vergine-cigno.

"Il Lago dei Cigni" è un prodotto tipico della scuola ballettistica francese, in cui si intrecciano pantomima, i divertissement delle danze folkloristiche del terzo atto, le sfumature malinconiche di Ivanov e l’atmosfera lunare che accompagna l’arrivo di Odette, il doppio ruolo Odette/Odile, cigno bianco e cigno nero, antitesi tra Bene e Male, tra amor sacro e amor profano, tra luce e tenebra. Questa unione unica di elementi ha permesso che il fascino e la fama del balletto "Il Lago dei Cigni" resistano ancora oggi, rendendo questo titolo uno dei più interessanti per gli appassionati del balletto in quanto appaga l´ innato bisogno di romanticismo del pubblico.

Il Balletto di Mosca “La Classique” si esibisce in una versione coreografica che ricostruisce filologicamente l’opera originaria di Petipa e Ivanov. 40 ballerini in scena rievocano la storia d’amore eterna tra Odette e il Principe Sigfried, sullo sfondo scenografie di grande impatto e un uso della luce ricercato che permette di creare le atmosfere del lago.

Primi ballerini d’eccezione saranno: D. Eremeeva nel ruolo di Odette/Odile e K. Popov nel ruolo del Principe Siegfried, che si esibiranno nei virtuosismi con l’abilità opportuna a un titolo di tale calibro, rendendo con autenticità la dicotomia interna nel personaggio femminile e la crescita interiore del Principe.

Per lo spettacolo sono disponibili ultimi posti in galleria.

Continuano intanto a pervenire prenotazioni – da tutta Italia -  per il Concerto di Natale con i “Perfect Harmony & The Voices of VictoryGuest Uni.Sound, del 22 Dicembre prossimo al Teatro Petruzzelli e per il Concerto di Capodanno, previsto sempre al Petruzzelli il 2 Gennaio 2018, con la “Kiev Radio Simphony Orchestra”.

Informazioni e prenotazioni   presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli e sul sito www.cameratamusicalebarese.it 


Il “TeatroDanza Mediterraneo”, tradizionale rassegna della Camerata Musicale Barese, presenterà martedì 19 dicembre, al Teatroteam, il Balletto di Mosca con il “Lago dei Cigni”.

La compagnia moscovita è un complesso tra le migliori realtà della danza internazionale, che effettua regolarmente tournèes in Europa ed in special modo in Italia, meritandosi la simpatia e l’apprezzamento di  un pubblico affezionato e fedele da quasi 30 anni.

La Compagnia si pone come un baluardo della secolare tradizione della “danza d’ecole”, libera, però, dai ridondanti ed obsoleti formalismi e rinnovata ed adatta al pubblico dei nostri tempi.

Costituito nel 1990, il “Balletto di Mosca” annovera tra le sue fila cinquanta elementi di elevato talento, provenienti da blasonate strutture come il Bolshoj di Mosca, il Kirov di San Pietroburgo ed il Ballets Theatres di Kiev  e di Odessa.

In ogni Stagione si esibisce nei maggiori teatri del mondo, raccogliendo ovunque riconoscimenti di pubblico e critica.

La  Camerata programmerà  una rinnovata edizione nelle scene e costumi per offrire al  pubblico  barese la migliore interpretazione del capolavoro di Tchaikovskji proprio nel periodo natalizio.

Questo Balletto è un prodotto tipico della scuola ballettistica francese, in cui si intrecciano pantomima, i divertissement delle danze folkloristiche del terzo atto, le sfumature malinconiche di Ivanov e l’atmosfera lunare che accompagna l’arrivo di Odette, il doppio ruolo Odette/Odile, cigno bianco e cigno nero, antitesi tra Bene e Male, tra amor sacro e amor profano, tra luce e tenebra. Questa unione unica di elementi ha permesso che il fascino e la fama del balletto “Il  Lago dei Cigni” resistano ancora oggi, rendendo questo titolo uno dei più interessanti per gli appassionati della danza in quanto appaga l´innato bisogno di romanticismo del pubblico. Il Balletto di Mosca si esibirà in una versione coreografica che ricostruisce filologicamente l’opera originaria di Petipa e Ivanov: 40 ballerini in scena rievocano la storia d’amore eterna tra Odette e il Principe Sigfried, sullo sfondo scenografie di grande impatto e un utilizzo della luce ricercato che permette di creare le atmosfere del lago.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it .


"Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano."

L'affermazione di Antoine De Saint - Exupéry, autore del "Piccolo Principe", uno dei maggiori capolavori della letteratura del '900, è il tema conduttore del poema musicale ispirato al celebre testo, che andrà in scena   per la Camerata  Musicale  Barese martedì 12 dicembre alle ore 21 al Teatro Showville , raccontata  da Catherine Spaak con l’accompagnamento musicale di  Corrado De Bernart (pianoforte)  e Massimo Mercelli (flauto). Inizio ore 21.

La serata  vedrà la celebre attrice Catherine Spaak ripercorrere il viaggio del piccolo protagonista  all'interno di una scenografia costruita attorno ai disegni originali dell'autore. Le Petit Prince fu pubblicato la prima volta nel 1943.

E' un racconto senza tempo e senza età per tutti coloro che credono nei rapporti semplici e veri, capaci di lasciarsi sorprendere dalle piccole cose e di abbandonarsi alla fantasia.

Un viaggio fra le stelle di un universo visto attraverso gli occhi di un bambino, ma nello stesso tempo un racconto che allude a universi perduti.

Una fiaba sul potere dell'immaginazione e sullo smarrimento dell'età adulta nell'affrontare il mistero della vita.

Accompagneranno Catherine Spaak nell'affascinante percorso due  musicisti di talento, il flautista Massimo Mercelli ed il pianista Corrado De Bernart, che eseguiranno le musiche originali di Luis Bacalov, Philip Glass, Krzysztof  Penderecki e Maurizio Fabrizio.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it .

 


Per il “TeatroMusicale” della Camerata Musicale Barese martedì 12 dicembre, al Teatro Showville, sarà in programma  la fiaba senza tempo di Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe, raccontata  da Catherine Spaak con l’accompagnamento musicale di  Corrado De Bernart (pianoforte)  e Massimo Mercelli (flauto).

Inizio ore 21.

Il Piccolo Principe è una favola che nel corso degli anni si è affinata sempre di più, fino a diventare un’opera assoluta per acume e leggerezza. Al giorno d’oggi può essere considerata all’unanimità una delle rare storie capaci di unire adulti e bambini. Dotata di una profondità poetica mai pedante, capace di trattare con leggerezza e incanto la complessità del mondo e dei rapporti umani, Il Piccolo Principe, grazie alle parole e ai disegni dell’autore, ha finalmente raggiunto l’autorità e l’essenzialità del classico.

Da questa idea è partita Catherine Spaak per creare uno spettacolo molto delicato, poetico, capace di emozionare la propria ideatrice prima ancora che il pubblico. Lei stessa infatti ha selezionato i brani, riuscendo a trasporre la favola in una struttura più snella, più adeguata al teatro. Attrice monumentale, dotata di una sensibilità trasversale alle arti, Catherine Spaak è nata a nata a Parigi da un’illustre famiglia belga, tra politici e artisti. Si è trasferita in Italia dal 1960, dove, semplicemente, ha scritto la storia del cinema italiano, partecipando a film imprescindibili come Il sorpasso e L’armata Brancaleone con Vittorio Gassman, Io e Caterina con Alberto Sordi, Il gatto a nove code di Dario Argento e Febbre da cavallo con Gigi Proietti, sapendosi inoltre dimostrare arguta anche nel ruolo di giornalista, scrittrice, presentatrice e autrice di programmi tv, tra cui vale la pena ricordare Harem, per Rai 3.

Affidato alla voce di Catherine Spaak, Il Piccolo Principe è tradotto in musica da compositori contemporanei fra i più noti e amati, con le partiture di Bacalov, Glass e Penderecki.

Antoine de Saint-Exupéry, scomparso nel 1944 sul suo aeroplano da guerra nel mezzo del mediterraneo, seppe affrontare uno dei periodi più bui della storia europea, riducendo alla più pura gemma letteraria un’umanità travolta dal conflitto, vicina a smarrire sè stessa di fronte al baratro della guerra. Le Petit Prince, pubblicato la prima volta nel 1943, tradotto in più di centottanta lingue, stampato in oltre cinquanta milioni di copie in tutto il mondo, riparte dalle origini, dall’infanzia, da quel seme sepolto sotto la cenere dei bombardamenti e della violenza. È un racconto senza tempo e senza età per tutti coloro che credono nei rapporti semplici e veri, capaci di ingenuità, di lasciarsi sorprendere dalle piccole cose e di abbandonarsi alla fantasia. Così si accosta la musica di Philip Glass all’incontro nel deserto fra l’aviatore e il bambino, principe di un asteroide lontano, mentre Luis Bacalov ritrae in musica una rosa dispettosa, unica compagna ad attendere il principe fra gli astri, e i pianeti che costellano il viaggio lungo un anno, in cui il Piccolo Principe incontrerà personaggi che riassumono i vizi e le debolezze dell’intera umanità. Un pianeta desolato, abitato da un minaccioso serpente, è lo specchio della nostra Terra, sulle note di Krzysztof Penderecki.

La voce di Catherine Spaak legge il romanzo come una fiaba della sera, seguendo le piccole orme del Principe sui pentagrammi per flauto e pianoforte.

Un viaggio fra le stelle di un universo visto attraverso gli occhi di un bambino, ma nello stesso tempo un racconto che allude con profondità e saggezza a universi perduti, all’incapacità degli adulti di confidare nei sensi, nei sentimenti, nell’intuizione. Una fiaba sul potere dell’immaginazione, e sullo smarrimento dell’età adulta nell’affrontare il mistero della vita.

Continuano intanto le prenotazioni per gli ultimi posti del primo Balletto della Stagione “Il Lago dei Cigni” e per il Concerto di Natale programmato per il prossimo 22 Dicembre con il gruppo “Perfect Harmony”.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it


La Camerata Musicale Barese presenta “Pensieri E Parole”, un omaggio a Lucio Battisti, da parte di un gruppo di grandi artisti riuniti per l’occasione: Peppe Servillo (voce),  Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso),   Rita Marcotulli (pianoforte),   Mattia Barbieri (batteria) e Javier Girotto (sax).

Questo spettacolo offre una reinterpretazione dell'autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana, Lucio Battisti,  popolare e sofisticato, italiano e solitario, costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti, incrociando sensibilità e pensieri musicali diversi.

Una sfida particolarmente impegnativa per l'assoluta particolarità del repertorio, l'originalità delle canzoni, il loro essere così diverse tra di loro nella musica e nei testi, così intrise da un'inesauribile vena compositiva da rendere arduo il lavoro di affrontarle senza farne delle vere e proprie "cover".

Una sfida vinta attraverso gli arrangiamenti innovativi di Javier Girotto e il genio teatrale e musicale di Peppe Servillo che riescono a tracciare un nuovo cammino, suggestivo e inaspettato, attraverso venti grandi canzoni di Lucio Battisti. Da Il mio canto libero a Penso a te ,quasi tutte su testi di Mogol, un percorso ricco di sapori latini, ritmi avvolgenti, storia, emozioni e grande pathos. Un altro quadro che Servillo aggiunge alla sua preziosa galleria dedicata alla grande canzone d’autore dopo “L’Uomo in Frac”.

Il gruppo di musicisti si mette al servizio di questo straordinario autore, abbattendo i confini che separano il mondo della canzone da quello del jazz e all'improvvisazione per portare il pubblico in un territorio aperto: quello della grande Musica e della magia dei suoni.

Proseguono intanto le prenotazioni per il primo dei balletti in Cartellone “Il Lago dei Cigni” del 19 dicembre p.v., così come dell’Evento di Giovanni Allevi previsto al Teatro Petruzzelli il 12 marzo prossimo.

Informazioni e prenotazioni  presso i nostri uffici in via Sparano 141 infotel 080/5211908, Botteghino del Teatro Petruzzelli,  Box Office c/o La Feltrinelli  e sul sito www.cameratamusicalebarese.it .