Sala stampa

Secondo appuntamento della rassegna “I Grandi Maestri – Omaggio a Beethoven  domani 21 luglio con il Pianista Federico Ercoli. Inizio ore 20.45 presso il Salone delle Feste del Palace Hotel.  Il pianista presenterà un programma  dal titolo “Intorno a Ludwig”.

La struttura del programma vede come cuore una delle opere pianistiche, di trascrizione e divulgazione più importanti di quel periodo della vita e dell’opera di Franz Liszt definito da Piero Rattalino «rivoluzionario»: la Quinta Sinfonia in do min., Op. 67 di Beethoven, trascritta per pianoforte solo nella seconda metà degli anni ’30 dell’Ottocento. La  prima parte  sarà dedicata  invece ad opere pianistiche e trascrizioni da Beethoven dell’ultima parte della vita artistica di Liszt: il Liszt illuminista visionario, meno votato ai fuochi d’artificio. In questo modo si cercherà di ricreare la forma narrativa del flashback, o del racconto retrospettivo rendendo  il pubblico consapevole di un momento della storia, dove risiedono le radici della rivoluzione di Liszt, che appare in queste sue opere tarde spinto alla sperimentazione melodica e armonica, e in una dimensione religiosa. 

Nato a Crema nel maggio 1995, Federico Ercoli è stato allievo del Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove ha studiato dapprima nella classe del M° Annibale Rebaudengo, in seguito con la Prof.ssa Silvia Limongelli. Sotto la guida artistica di quest’ultima ha potuto ampliare il proprio repertorio e maturare il proprio personale approccio allo strumento, conseguendo il diploma con il massimo dei voti e la lode. Ha inoltre conseguito distintamente la maturità classica. Ha seguito i corsi di alto perfezionamento tenuti da Giovanni Bellucci, Fabio Bidini, Federico Colli, Vsevolod Dvorkin, Riccardo Risaliti, Natalia Trull. Già vincitore di alcuni concorsi nazionali, nel giugno 2016 gli è stato assegnato il Primo Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” di Bologna e nel 2018 è tra i vincitori dell’Ibla Grand Prize. Federico si sta perfezionato sotto la guida del Maestro Piero Rattalino presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola.  Frequenta inoltre il corso di Laurea magistrale in Musicologia dell’Università degli Studi di Pavia.  Nel 2017 è stato scelto come unico rappresentante del Conservatorio di Milano al Festival Internazionale di Kyoto, Giappone.

Prossimo appuntamento mercoledì 22 luglio  con il Quartetto D’ Archi Nous  (Tiziano Baviera violino, Alberto Franchin violino, Sara Dambruoso  viola e Tommaso Testini violoncello) in un programma “Giovinezza e maturità quartettistica”.

Per tutti i concerti è necessario acquistare i biglietti presso  gli Uffici della Camerata o tramite biglietteria on-line, stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19. 

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.


Primo concerto della   rassegna “I Grandi Maestri” dedicata a Ludwig van Beethoven nel 250° anno dalla nascita.

Lunedì 20 alle ore 20.45 presso il Salone delle Feste del Palace Hotel l’Ensemble Umberto Giordano presenterà  “Le canzoni di Beethoven” parole e musiche – Drammaturgia di Francesco Sanvitale.

Lo  spettacolo  è originale ed emozionante e racconta la vita di Beethoven, la sua sordità, i suoi amori, le sue paure e il suo rapporto con la musica, partendo dalla sua produzione di “canzoni”.

Rare perle, pagine fresche e spontanee, serene e gaie, in grado di raccontare aspetti della personalità di Beethoven sconosciute ai più. La drammaturgia dello spettacolo, scritta dal musicologo Francesco Sanvitale ed interpretata da Giampiero Mancini, offre un’occasione per conoscere, dunque, un Beethoven inedito e inaspettato, sconcertante e traboccante di energia. Sul palcoscenico, oltre a Giampiero Mancini, Gianna Fratta pianoforte, Dino De Palma violino, Luciano Tarantino violoncello, Ripalta Bufo soprano e Leonardo Gramegna tenore.

L’Ensemble è una formazione cameristica musicale di grande appeal composta da musicisti dalla carriera ricca di esperienze e collaborazioni.  

Secondo appuntamento martedì 21 con il Pianista Federico Ercoli in un programma dal titolo “Intorno a Ludwig”.

Per tutti i concerti è necessario acquistare i biglietti presso  gli Uffici della Camerata o tramite biglietteria

on-line stante, stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 info tel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.

 


Torna la grande musica della Camerata Musicale Barese con la seconda edizione della rassegna “I Grandi Maestridedicata a Ludwig van Beethoven nel 250° anno dalla nascita.

Si tratterà di un vero e proprio “Vernissage” della 79ª Stagione che si terrà presso il Salone delle Feste del Palace Hotel dal 20 al 24 luglio.

La rassegna comprenderà pagine note, ma anche meno note e di raro ascolto, puntando sulla varietà delle formazioni e sull’ eccellenza degli esecutori invitati.

Primo appuntamento lunedì 20 alle ore 20.45 con l’Ensemble Umberto Giordano in “Le canzoni di Beethoven” parole e musiche – Drammaturgia di Francesco Sanvitale.

Le canzoni di Ludwig è uno spettacolo originale ed emozionante che racconta un particolare aspetto della sua vita.

Genio romantico ritroso ad ogni forma di servilismo al potere e al mecenatismo diffuso dell'epoca, spirito libero e ribelle, incapace di scrivere per dovere o per commissione, pur cedette, probabilmente ed inaspettatamente per denaro, alle richieste del ricco editore George Thomson di arrangiare per trio e voci le più importanti canzoni popolari inglesi, scozzesi, irlandesi e di altre nazionalità. Ne nacque una produzione unica, piccole miniature all’interno della sua colossale e severa produzione, di rara esecuzione, che in questo spettacolo saranno proposte accanto a pagine più famose dando modo al pubblico di ascoltare un Beethoven grande come sempre nella sua concezione armonica e formale, ma inconsueto nella sua ironia e immediatezza e forse anche un po’ giocherellone nel voler, con escamotage a volte apparentemente di maniera, evocare mondi lontani dai suoi: dai canti tirolesi con gli sfrenati arpeggi vocali da Yodel di montagna allo stile spagnoleggiante della Paloma blanca a mo’ di bolero, dalle atmosfere della musica dell’est con le canzoni russe allo stile popolare italiano con la Canzonetta Venezianain dialetto veneziano.

Rare perle, pagine fresche e spontanee, serene e gaie, in grado di raccontare aspetti della personalità di Beethoven sconosciute ai più.

La drammaturgia dello spettacolo, scritta dal musicologo Francesco Sanvitale ed interpretata da Giampiero Mancini, offre un’occasione per conoscere, dunque, un Beethoven inedito e inaspettato, sconcertante e traboccante di energia. E così mentre l’attore, che impersona Karl, il nipote di Beethoven intento a scrivere una lettera all’editore Thomson per comunicare la morte dello zio, racconta il funerale di Ludwig e la sua vita.

Sul palcoscenico, oltre a Giampiero Mancini, Gianna Fratta al pianoforte, Dino De Palma al violino, Luciano Tarantino al violoncello, Ripalta Bufo soprano e Leonardo Gramegna tenore.

L’Ensemble è una formazione cameristica musicale di grande appeal composta da musicisti dalla carriera ricca di esperienze e collaborazioni.  Apprezzati dal pubblico e dalla critica per la scelta dei programmi sempre originali e ricercati, spesso in prima esecuzione assoluta, costruiti in forma di spettacoli autoprodotti dall’ensemble e distribuiti dall’associazione “Spazio Musica”, il gruppo spazia dalla musica colta all’opera lirica, dagli allestimenti in forma scenica di opere in versione cameristica, all’esecuzione di spettacoli in cui musica, narrazione, danza e altre arti interagiscono in modo nuovo e sempre diverso. L'ensemble e i suoi singoli componenti, musicisti noti anche a livello personale nel panorama musicale internazionale, hanno inciso per Velut Luna di Padova, Bongiovanni di Bologna, BMG Ricordi, Dynamic, Tactus e numerose altre case discografiche.

Inizio del concerto ore 20.45.

Secondo appuntamento martedì 21 con il Pianista Federico Ercoli in un programma dal titolo “Intorno a Ludwig”.

Per tutti i concerti è necessario acquistare i biglietti presso gli Uffici della Camerata o tramite biglietteria on-line stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Continua intanto la campagna abbonamenti per la 79ª Stagione che, dopo il Vernissage dedicato a “Beethoven”, proseguirà dal prossimo mese di Ottobre; prelazioni di abbonati della scorsa Stagione esercitabili fino al 25/7 p.v.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

**************************

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.

 


Sabato 18 luglio alle ore 21 ultimo appuntamento con il progetto della Camerata Musicale Barese “Notti in Jazz,” il nuovo logo in sostituzione del provvisorio stand by delle celebri “Notti di Stelle”, patrocinata dal Mibact, nell’ambito di un progetto mirato alla diffusione della musica jazzistica italiana.

Sul palcoscenico del Salone delle Feste del Palace Hotel Roberto Ottaviano e il suo progetto creato proprio per l’occasione: Omaggio a Ornette Coleman, il Rinascimento futuro. A 90 anni dalla nascita.

Il  Maestro Ottaviano sarà accompagnato dall’ensemble “The Harmolodians” talentuosi solisti che sotto la sua guida si sono formati nel Dipartimento di musica jazz del Conservatorio Piccinni ed ora sono pronti ad affrontare le scene con  basi assolutamente solide, nel solco di una tradizione tutta pugliese che vede da anni la nostra regione anche come punto di riferimento nazionale in campo didattico.

Ornette Coleman, nato il 9 marzo del 1930 a Fort Worth, volle sfidare le leggi convenzionali dell’armonia, melodia e ritmo per inseguire una voce estatica e individuale fondata sul gospel e il blues del suo nativo Texas, polarizzando la comunità jazz negli ultimi cinquanta - sessant'anni.  Con alle spalle ormai diverse "rivoluzioni" musicali, le nuove generazioni non sentono più come estraneo il messaggio musicale di questo artista visionario ma al contrario sono in grado, attraverso la loro preparazione a 360° di affrontarlo con maturità e passione, restituendone la lezione da una prospettiva nuova che metterà insieme alle sue splendide composizioni.

Per il  concerto è necessario prenotare  presso gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Domani 17 luglio concerto di “Notti in Jazz” presso la Masseria Montepaolo di Conversano con Roberto Ottaviano, musicista molto attivo e popolare sia sulla scena jazz barese che su quella nazionale, da 40 anni performer di grande spessore con un’esperienza vastissima di livello internazionale.

Ottaviano presenterà il suo nuovo progetto: Omaggio a Ornette Coleman, il Rinascimento futuro. A 90 anni dalla nascita.

In questa avventura il M° Ottaviano sarà accompagnato dall’ensemble “The Harmolodians” talentuosi solisti che sotto la sua guida si sono formati nel Dipartimento di musica jazz del Conservatorio Piccinni ed ora sono pronti ad affrontare le scene con  basi assolutamente solide, nel solco di una tradizione tutta pugliese che vede da anni la nostra regione anche come punto di riferimento nazionale in campo didattico.

Inizio del concerto ore 21.

Dopo il  concerto sarà anche possibile cenare sotto le stelle. Prenotazioni direttamente al numero della Masseria 080/4955087.

Per il concerto obbligatorio  prenotare  presso gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante, stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Venerdì 17 luglio la rassegna “Notti in Jazz” della Camerata Musicale Barese prosegue  presso la Masseria Montepaolo di Conversano, dimora di charme.

Ottaviano presenterà il progetto “Omaggio a Ornette Coleman: il Rinascimento futuro. A 90 anni dalla nascita”.

In questa avventura il Maestro Ottaviano sarà accompagnato dall’ensemble “The Harmolodians” talentuosi solisti che sotto la sua guida si sono formati nel Dipartimento di musica jazz del Conservatorio Piccinni ed ora sono pronti ad affrontare le scene con basi assolutamente solide, nel solco di una tradizione tutta pugliese che vede da anni la nostra regione anche come punto di riferimento nazionale in campo didattico.

Ottaviano inizia a suonare come autodidatta le percussioni e il flauto, ma a cinque anni comincia a prendere lezioni di clarinetto al Conservatorio di Bari. Sotto l'influenza della musica di Lester Young e John Coltrane, scelse il sassofono. Dopo aver studiato a Perugia sassofono classico con Federico Mondelci, partendo dalla tradizionale scuola francese, ha studiato armonia e composizione classica con Walter Boncompagni, Giacomo Manzoni e Luigi Nono. Grazie ad un fortuito incontro con Steve Lacy, ha concentrato molte attenzioni sul sax soprano.Tra la fine degli anni '70 e la prima parte degli '80 ha frequentato inoltre alcuni stages con Evan Parker e con Jimmy Giuffre. Per l'armonia e la composizione classica studia con Walter Boncompagni e frequenta alcuni corsi tenuti da Giacomo Manzoni e Luigi Nono. E’ conosciuto anche al di fuori dell'Italia attraverso la sua partecipazione a progetti con Franz Koglmann, Georg Gräwe, Ran Blake e Tiziana Ghiglioni. Ha suonato in molti jazz festival americani ed europei, come il Chicago Jazz Festival, il Festival di Musica Donaueschingen, il Jazz Festival di Berlino e il Festival del Jazz di Willisau.C ome insegnante di musica, ha svolto, tra l'altro, corsi a Woodstock N.Y. e nei conservatori di Città del Messico, Vienna e Groningen, nelle istituzioni culturali di Urbino, Cagliari, Firenze, Roma e Siracusa. Insegna musica jazz presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari.

Inizio del concerto ore 21.

Dopo il  concerto sarà anche possibile cenare sotto le stelle e per tale proposta le  prenotazioni vanno indirizzate direttamente al recapito della Masseria 080/4955087.

Per il concerto è obbligatorio acquistare i titoli d’ingresso  presso gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante, stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Dopo i concerti di “Dedicato a” e il jazz sotto le stelle di “Notti In Jazz”, torna la grande musica classica della Camerata Musicale Barese: dopo il successo della prima edizione dedicata all’indimenticato Pianista Aldo Ciccolini,

I Grandi Maestri” riprenderà il 20 luglio 2020 e sarà dedicata al grande Maestro e Sommo Compositore Ludwig van Beethoven nel 250° anno dalla nascita.

La rassegna comprenderà pagine note, ma anche meno note e di raro ascolto, puntando sulla varietà delle formazioni e sull’ eccellenza degli esecutori invitati.

I concerti saranno cinque e per la precisione: 

 

Lunedì 20 luglio

ENSEMBLE UMBERTO GIORDANO

Le canzoni di Beethoven

Gianna Fratta pianoforte, Dino De Palma violino, Luciano Tarantino violoncello, Ripalta Bufo soprano

e Leonardo Gramegna tenore

 

Martedì 21 luglio

Pianista FEDERICO ERCOLI

Intorno a Ludwig

 

Mercoledì 22 luglio

QUARTETTO AD ARCHI NOUS

La Giovinezza e la Maturità

 

Giovedì 23 luglio

Pianista FILIPPO GAMBA

Evoluzione della Sonata per pianoforte

 

Venerdì 24 luglio 2020

Trio METAMORPHOSI(violino, violoncello e pianoforte)     

Tre Trio poco eseguiti

Intanto procede, a grande ritmo, la programmazione della nuova Stagione che  si annuncia molto variegato nelle sue linee tradizionali della Concertistica, Danza, Jazz e Teatro Musicale, degno delle tradizioni e dei grandi Eventi  che hanno finora accompagnato la vicenda artistica, culturale e civica della Camerata.

La Camerata informa che il termine della prelazione per il rinnovo degli abbonamenti è fissato per il 25 luglio p.v. (gruppi 18 luglio).

I Dirigenti della storica associazione si propongono così di continuare a rappresentare una crescente realtà nel panorama artistico e culturale della città, della Puglia e del Mezzogiorno, ad onta delle difficoltà e della crisi che attanaglia il settore, causata dal Covid 19.

Continuano intanto gli appuntamenti di “Notti in Jazz”: venerdì 17 e sabato 18 rispettivamente alla Masseria Montepaolo di Conversano e nel Salone delle Feste del Palace Hotel di Bari ultimi due appuntamenti con Roberto Ottaviano and The Harmolodianscon “Omaggio a Ornette Coleman: il rinascimento futuro” e sempre al Palace il 25 luglio il pianista Nico Marziliano presenterà il suo nuovo disco “Alone in action”.

Per tutti i concerti è necessario, presso Gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante, prenotare stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Sabato 11 luglio alle ore 21 appuntamento con il nuovo progetto della Camerata Musicale Barese “Notti in Jazz,” il nuovo logo in sostituzione del provvisorio stand by delle celebri “Notti di Stelle”, patrocinata dal Mibact, nell’ambito di un progetto mirato alla diffusione della musica jazzistica italiana.

Sul palcoscenico del Palazzo delle Arti “Beltrani” di Trani, secondo appuntamento con Roberto Ottaviano e il suo nuovo progetto creato proprio per l’occasione: Omaggio a Ornette Coleman, il Rinascimento futuro. A 90 anni dalla nascita.

Il  M° Ottaviano sarà accompagnato dall’ensemble “The Harmolodians” talentuosi solisti che sotto la sua guida si sono formati nel Dipartimento di musica jazz del Conservatorio Piccinni ed ora sono pronti ad affrontare le scene con  basi assolutamente solide, nel solco di una tradizione tutta pugliese che vede da anni la nostra regione anche come punto di riferimento nazionale in campo didattico.

Ornette Coleman, nato il 9 marzo del 1930 a Fort Worth, volle sfidare le leggi convenzionali dell’armonia, melodia e ritmo per inseguire una voce estatica e individuale fondata sul gospel e il blues del suo nativo Texas, polarizzando la comunità jazz negli ultimi cinquanta - sessant'anni.  Con alle spalle ormai diverse "rivoluzioni" musicali, le nuove generazioni non sentono più come estraneo il messaggio musicale di questo artista visionario ma al contrario sono in grado, attraverso la loro preparazione a 360° di affrontarlo con maturità e passione, restituendone la lezione da una prospettiva nuova che metterà insieme alle sue splendide composizioni.

Ottaviano terrà altre due concerti presso la Masseria Montepaolo a Conversano e il Palace Hotel a Bari rispettivamente venerdì 17 e sabato 18 luglio.

Per tutti i concerti è necessario prenotare  presso gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Domani 10 luglio concerto di “Notti in Jazz” presso la Masseria Didattica Montepaolo di Conversano con il  Mino Lacirignola Jazz Ensemble.

Un viaggio attraverso le culture musicali diverse e inclusive dei popoli e delle nazioni e nella diversità di un idioma musicale, il jazz, sempre attento alle diversità; un viaggio nello spazio e nel tempo attraverso un linguaggio senza confini qual’è quello del jazz.

Lacirignola sarà accompagnato da Francesco Manfredi (Clarinetto), Renzo Bagorda (Banjo), Alessio Anzivino (Basso Tuba), Michele Fracchiolla (Batteria) e Cristina Lacirignola (Vocalist).

Inizio del concerto ore21.

Dopo il  concerto sarà anche possibile cenare sotto le stelle. Prenotazioni direttamente al numero della Masseria 080/4955087.

Per il concerto obbligatorio  prenotare  presso gli Uffici della Camerata o via biglietteria on-line stante, stante la limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.


Quinto ed ultimo appuntamento della rassegna della Camerata Musicale Barese “Dedicato A….” domani 9 luglio alla  Vallisa con  un concerto del Quartetto di Fisarmoniche Aires, formato da Alessandro Ambrosi, Alex Modolo, Mauro Scaggiante e Federico Zugno.

La serata  sarà tutto dedicato a “La Fisarmonica, strumento classico”; quattro fisarmonicisti italiani, uniti ad uno strumento che si è prevalentemente evoluto e diffuso in Italia, che collaborano attivamente con compositori italiani e che eseguono un programma per lo più italiano,  dando vita ad un concerto unico nel suo genere.

In programma F. Conti Pianeta Terra  R. Ruggieri Acquarelli Italiani ,M. Pagotto I Foam to Wheat, T. Bedetti Venetian DNA,M. Scaggiante Impressioni d’Arancione -  Titano, Y. Tiersen Le Valsed’Amèlie,I. Battiston Movida, G. Hermosa Anantango, J. Wojtarowicz  The Heart , R. Galliano Tango per Claude, A. Piazzolla Libertango. Tutte le composizioni sono in prima esecuzione alla Camerata.

Il Quartetto Aires nasce nel 2014 dal comune intento dei  quattro giovani musicisti, curiosi di esplorare, attraverso la musica d’insieme, le potenzialità timbrico-espressive della fisarmonica, strumento che negli ultimi decenni ha conosciuto una rapidissima crescita.

Il repertorio affrontato, adattandosi ad ogni occasione, comprende sia trascrizioni tratte dal repertorio classico e barocco, effettuate dagli stessi componenti del Quartetto, sia da brani originali scritti appositamente per questa formazione: è dunque molto attiva la collaborazione con compositori italiani di rilievo internazionale, tra i quali menzioniamo Mario Pagotto, Nicola Campogrande, Paolo Troncon, Ivano Battiston, Fabrizio Festa, Tiziano Bedetti. Nel marzo 2018, in occasione di una tournée negli Stati Uniti, è stato pubblicato e presentato il primo CD dal titolo "Alquimia", frutto dell'attività di studio, ricerca e collaborazione svolta in questi anni i componenti del quartetto si sono esibiti, sia come solisti sia con vari ensemble, in Italia e in tutto il mondo e si sono distinti in numerosi concorsi nazionali ed internazionali.  Nonostante la recentissima formazione, il Quartetto vanta già una serie di partecipazioni ad importanti stagioni concertistiche.

Inizio ore 20.45

Per il concerto è consigliabile prenotare via biglietteria on-line stante l’inderogabile limitazione dei posti, giusta ordinanza da Covid-19.

Per informazioni rivolgersi presso gli uffici della Camerata Musicale Barese in Via Sparano 141 infotel 080/5211908, sui social dell’Associazione e sul sito www.cameratamusicalebarese.it.

 

Con cortese sollecita pubblicazione e/o trasmissione. Grazie.